Appuntamento alle 10.30 allo stadio

La Dea soffre, la Curva chiama «Sabato tutti alla rifinitura»

La Dea soffre, la Curva chiama «Sabato tutti alla rifinitura»
09 Aprile 2015 ore 06:01

«Sabato mattina alle 10.30 verranno aperti i cancelli della tribuna e l’Atalanta Bergamasca Calcio svolgerà la rifinitura allo stadio dalle 11. Chi veramente ha la Dea nel cuore non può mancare. Sarà una rifinitura particolare, non c’è niente da festeggiare, c’è da far capire a chi veste la nostra maglia che vogliamo vedere più impegno, più grinta! Non si va a contestare, ma a spronare i ragazzi nel dare di più, tutti, dal primo all’ultimo! Parliamo spesso di stare a fianco alla squadra nei momenti di difficoltà, questo è il momento di dimostrarlo».

Il messaggio su Fb. Con questo messaggio apparso sul profilo Facebook “Sostieni la Curva”, i ragazzi della Curva Pisani chiamano a raccolta il popolo atalantino. Sabato mattina la squadra sosterrà la rifinitura in vista della fondamentale sfida salvezza contro il Sassuolo sul terreno di gioco del Comunale, e l’obiettivo degli Ultras è quello di dare una spinta decisiva,dal punto di vista morale, ad una squadra che pare in evidente difficoltà. Già in passato, in particolari momenti della stagione, la squadra è stata coccolata dall’affetto dei tifosi prima di importanti sfide salvezza. L’anno scorso, curiosamente ancora alla vigilia della gara con il Sassuolo, Bergamo sognava l’Europa e dopo la sesta vittoria consecutiva arrivarono in tantissimi in tribuna Creberg per dare una spinta a Denis e compagni.

 

 

Non andò bene un anno fa. La domenica successiva non andò bene come tutti speravano ma quello che è rimasto nel cuore e negli occhi di chi c’era è una dimostrazione di affetto eccezionale. La speranza è che anche sabato mattina, dalle 10.30, siano centinaia i tifosi che risponderanno all’appello della tifoseria per provare a dare quella spinta decisiva in vista della gara in programma domenica: l’Atalanta, contro il Sassuolo, deve assolutamente vincere.

La risposta della società. L’iniziativa dei tifosi ha trovato piena risposta da parte della società. Da quando Reja è a Bergamo la seduta pre-partita è sempre stata svolta al pomeriggio, a porte chiuse nella tranquillità del Centro Bortolotti di Zingonia. Il tecnico goriziano ha evidentemente recepito in pieno le difficoltà mentali dei suoi ragazzi: la spinta del pubblico può essere decisiva e quindi via al cambio di programma con l’allenamento mattutino.

4 foto Sfoglia la gallery

Spaccature in curva? Sabato scorso, durante la gara contro il Torino, sono partiti anche un paio di cori all’indirizzo della squadra con il chiaro obiettivo di far mettere più grinta ai giocatori. Subito dopo, dalla Curva si sono sentiti cori di sostegno e qualcuno ha ipotizzato una sorta di spaccatura tra i tifosi. La verità è che nessuno è contento della situazione in cui si trova la squadra ma i ragazzi della Curva Pisani, come sempre, si sentono parte fondamentale dell’Atalanta e fino alla fine non faranno mai mancare il proprio sostegno.

Il precedente a febbraio. In questa stagione, la Curva si è già presentata a Zingonia lo scorso 14 febbraio. In panchina c’era ancora Colantuono, il momento era comunque difficile sia dal punto di vista del campo (era la vigilia di Atalanta-Inter) che da quello dei tifosi, visto che i divieti imposti dal Prefetto non permettevano ai possessori di voucher di entrare al Comunale per dare una mano alla squadra.

4 foto Sfoglia la gallery

Il club ha bisogno del tifo. C’è una salvezza da ottenere, anche soffrendo fino alla fine e anche all’ultima giornata. L’obiettivo stagionale è quello e il massimo che possono fare i tifosi è far sentire il proprio sostegno per raggiungere la salvezza. Per tutte le analisi e le valutazioni c’è tempo dopo il 31 maggio, adesso è il momento di stare vicini al gruppo. La Curva Pisani chiama tutti gli innamorati della Dea a raccolta fin da sabato mattina, la squadra ha bisogno della sua gente per uscire dal momento difficile.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia