Le piattaforme di trading online Consigli per scegliere le migliori

Le piattaforme di trading online Consigli per scegliere le migliori
08 Febbraio 2018 ore 08:45

Anche nel mondo del trading online il passaparola può essere determinante per le scelte di investimento. E questo vale, ad esempio, quando il trader deve scegliere l’intermediario online con il quale aprire il conto investimenti e depositare il capitale che poi servirà, ad esempio, per la negoziazione di cross valutari, oppure per la compravendita di Contratti per Differenza (CFD) su azioni e/o sulle criptovalute. Per trovare le opinioni e i consigli sui migliori broker di norma il web è il canale più gettonato anche perché su Internet ci sono tanti forum che sono specializzati nella finanza e negli investimenti.

 

Embed from Getty Images
 

Trading online, ecco perché le piattaforme dei broker non sono tutte uguali. Fermo restando che è bene leggere le opinioni e i consigli in rete, e che questi devono essere valutati e pesati con attenzione e con spirito critico, in effetti le piattaforme di trading online non sono tutte uguali tra loro, non solo in termini di costi, ma anche per efficienza, velocità e offerta di titoli, prodotti e strumenti finanziari da tradare long o short, ovverosia in acquisto oppure in vendita.

Nell’aprire un conto di trading con un broker rispetto a un altro, la decisione definitiva spetta sempre e comunque al trader, il che significa che, nel far tesoro delle opinioni e dei consigli in Rete, è bene in ogni caso verificare in proprio che quanto letto poi corrisponda in pieno a verità. E questo perché, anche se magari il forum online è gestito da un sito e da un team di lavoro autorevole, non è da escludere che certe opinioni e consigli sulla scelta dell’intermediario non siano del tutto spassionate, ma strettamente legate ad obiettivi di guadagno a livello pubblicitario.

 

Embed from Getty Images

 

Broker trading online, attenzione alle opinioni sulle monete virtuali. Le opinioni e i consigli sui broker online collegati a conflitti di interesse, e quindi palesemente di parte, sono attualmente in prevalenza quelli legati all’offerta sulle criptovalute. Ci sono infatti broker online autorizzati ed abilitati che permettono di aprire, ad esempio, posizioni in Bitcoin con i CFD, ma sul web ci sono purtroppo sparse anche recensioni ingannevole e fuorvianti di sedicenti intermediari legali, ma in realtà trattasi di siti scam che è bene evitare.

Il trading online legato alle criptovalute, infatti, sul web è sempre più ‘sporcato’ da messaggi pubblicitari truffaldini, ingannevoli e fuorvianti che spesso portano molti trader in erba a cadere nella rete di criminali informatici. Sfruttando la popolarità di monete virtuali come il Bitcoin, Ripple, Ethereum e Bitcoin Cash, spesso si legge di fantomatici metodi e sistemi per garantirsi un secondo stipendio, per guadagni milionari e fino ad arrivare a consigliare di investire la propria pensione nelle monete virtuali.

L’attenzione, quindi, non è mai troppa anche perché poi se si versano soldi su questi siti scam la probabilità di recuperarli è ridotta a zero. Basti pensare che pure Facebook, per evitare pubblicità ingannevoli sulle criptomonete, ha introdotto il divieto di pubblicare inserzioni sul Bitcoin e sulle altre monete virtuali.

 

Informazione pubblicitaria

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia