Il libro del dem Enrico Brambilla sul «Referendum inutile» di ottobre

Il libro del dem Enrico Brambilla sul «Referendum inutile» di ottobre
Cronaca 12 Settembre 2017 ore 08:30

A quaranta giorni dal Referendum per l’autonomia della Regione Lombardia, Enrico Brambilla, capogruppo del Partito Democratico, presenta il suo primo libro Il Referendum inutile e l’autonomia necessaria, ora disponibile nelle librerie e nella versione e-book.

 

 

Un volume di 140 pagine con prefazione di Aldo Bonomi, arricchito dai testi richiamati direttamente dalla Costituzione e dalle delibere di Regione Lombardia e Veneto. Il testo vuole offrire ai lettori alcune tracce utili a comprendere il significato di questo Referendum, una lettura che arriva da un «partigiano dell’autonomia».

Un viaggio che parte all’indomani del nuovo millennio con Massimo D'Alema e giunge ai nostri giorni tra non poche peripezie. Era il 2001 e il Centrosinistra introduceva questo articolo della Costituzione. Dopo ci furono tentativi di attuare il percorso, ma fallirono. Nel 2007 la Lombardia riprovò questa strada: votarono in Consiglio Regionale e si presentarono in Governo per avviare la trattativa con Prodi. Nel passaggio al primo Governo Berlusconi franò tutto a causa di altre prospettive della Lega.

E cosa si attende per il futuro della Lombardia? Brambilla nell’ultimo capitolo parla di autonomia, dell’importanza di distinguere tra regionalismo e federalismo, ma soprattutto della combinazione tra sensibilità istituzionale e sociale, vera essenza della sinistra.