Menu
Cerca
Sponsorizzato

Metodo Bonori, onde d’urto per disfunzione erettile e prostatite cronica

Il trattamento è utilizzato anche per l’Induratio Penis Plastica (Malattia di LaPeyronie)

Metodo Bonori, onde d’urto per disfunzione erettile e prostatite cronica
Cronaca Bergamo, 05 Marzo 2021 ore 01:00

Il Metodo Bonori è utilizzato anche per disfunzione erettile e prostatite cronica. Il dottor Matteo Bonori, fisioterapista, utilizza le onde d’urto non solo a livello locale del pene e della prostata ma anche sui muscoli della sfera pelvica e della colonna vertebrale. Inoltre, sempre con le onde d’urto, va a stimolare particolari punti di agopuntura e la pianta del piede per avere un effetto sistemico.

Metodo Bonori, una nuova possibilità

Se i muscoli della sfera pelvica e la colonna vertebrale sono contratti, la circolazione del sangue a livello del pene e della prostata può risultare più difficoltosa. Di conseguenza arriva meno sangue e ciò potrebbe favorire la disfunzione erettile o altre patologie degenerative della prostata o prostatiti. Le onde d’urto a bassa intensità sono una nuova possibilità per le persone che soffrono di queste condizioni. Esistono numerosi studi scientifici che avvalorano il loro utilizzo. Ad esempio lo studio multicentrico italiano coordinato dalla Società Italiana di Andrologia (SIA). È stato condotto su circa 100 persone con disfunzione erettile con risultati positivi nel 70% dei pazienti di grado lieve/medio.

Gli studi scientifici sugli effetti delle onde d’urto

Un altro studio, durato un anno, ha valutato l’effetto delle onde d’urto su 41 pazienti con prostatite cronica a distanza di 1, 6 e 12 settimane dal trattamento, verificando qualità della vita, dolore e struttura della prostata. Anche il livello del Psa, l’antigene specifico della prostata, è stato utilizzato per esaminare gli effetti del trattamento. Lo studio ha dimostrato che il 76% dei pazienti con prostatite cronica non responsiva a terapia antibiotica, antinfiammatoria e alpha-bloccante a 4 settimane dalla terapia con onde d’urto a bassa intensità ha avuto un beneficio che nell’82% dei pazienti è stato superiore a tre mesi di follow-up. Ed infine anche per la Malattia di Lapeyronie, ossia l’Induratio Penis Plastica, numerose evidenze scientifiche dimostrano che il trattamento con onde d’urto è efficace.

Cosa sono le onde d’urto?

Dal punto di vista prettamente fisico sono onde acustiche che attraversano i tessuti senza creare danni. Queste stimolano reazioni biochimiche aumentando l’espressione di fattori di crescita come Enos, VEGF, PCNS e BMP. Ciò genera un rimodellamento dei tessuti, una riduzione dell’infiammazione, la conseguente riduzione del dolore e una neoangiogenesi delle arteriole. I nuovi vasi sanguigni migliorano l’apporto di sangue e l’ossigenazione della zona trattata.

Come funzionano?

Le onde d’urto hanno effetti diretti ed indiretti. I primi riguardano l’effetto sui tessuti molli o sulla frammentazione di aree con elevata componente fibro-calcifica. È per questo che possono essere utilizzate per ridurre le placche fibro-calcifiche peniene nel trattamento della Induratio Penis Plastica. Al contrario gli effetti indiretti innescano la produzione di radicali liberi e mediatori della rigenerazione tissutale.

Informazioni e contatti

Gli studi fisioterapici dove effettuare i trattamenti del dottor Matteo Bonori Fisioterapista Osteopata si trovano in tutta Italia e le sedi sono in continua crescita. Per conoscere quella più vicina è possibile visitare il sito web www.metodobonori.com o scrivere a info@metodobonori.com.

 

Informazione Pubblicitaria a Pagamento

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli