Cronaca
Olbia

Scontro tra motoscafo (guidato da un bergamasco) e barca a vela: muore un medico

Drammatico incidente in Sardegna. Sul cabinato c’erano l’imprenditore seriano Gino Zambaiti, la moglie e due amici

Scontro tra motoscafo (guidato da un bergamasco) e barca a vela: muore un medico
Cronaca 31 Maggio 2021 ore 02:46

Tragico incidente sabato 29 maggio, verso le 11.30, nel mare di Olbia. Nello specchio d'acqua dell'area di Portisco, nel Golfo di Cugnana -  nel territorio di Arzachena in Gallura – un motoscafo e una barca a vela si sono scontrati. Un incidente che ha provocato la morte di Alberto Filosi, ginecologo di milanese (Legnano) di 69 anni. Sul cabinato c’erano il noto imprenditore seriano Gino Zambaiti, già vicepresidente di Confindustria Bergamo, con la moglie e due amici bergamaschi.

Secondo una prima ricostruzione, il motoscafo avrebbe investito l’imbarcazione a vela – Sea Fever II, il nome - a mezzo miglio della costa. Il medico ha perso l’equilibrio ed è caduto in mare, finendo poi tra le eliche del motoscafo. La vittima era in compagnia della moglie, portata in ospedale in stato di choc. La barca a vela è stata portata a Porto Cervo a disposizione del magistrato e dei tecnici.

«Si è trattato di una tragica fatalità - commenta l’avvocato Angelo Capelli, che difende Zambaiti con il collega Marco Pilia, come riportato da L’Eco di Bergamo -. Zambaiti era alla guida del suo fisherman e, del tutto inspiegabilmente, non si è accorto della barca a vela che stava transitando in quel momento. Ricostruire la dinamica, tuttavia, resta difficile anche perché il mio assistito è tuttora sotto choc, è molto provato e fa fatica a ricordare con chiarezza quanto è accaduto nelle acque di Portisco. Non si dà pace per quello che è successo».