una al giorno

Secondo l’Oms gli asintomatici non infettano, ma per i virologi sono «stupidaggini»

Per Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico per il Covid dell'Organizzazione mondiale della sanità, i positivi asintomatici non contagiano altri individui. Ma i virologi italiani sostengono che non vi siano prove a sostegno di questa tesi.

Secondo l’Oms gli asintomatici non infettano, ma per i virologi sono «stupidaggini»
10 Giugno 2020 ore 07:34

Elsevier, una casa editrice tra le più rinomate in campo medico-scientifico, ha recentemente pubblicato una ricerca di otto scienziati cinesi che hanno studiato il caso di una ragazza di 22 anni risultata asintomatica positiva all’ospedale di Guangdong. È stata condotta un’indagine epidemiologica su tutte le persone venute a contatto con la ragazza: 455 persone, compresi il personale ospedaliero e gli altri pazienti. Secondo questa ricerca nessuna di queste persone avrebbe contratto il virus. A questo si aggiungono le dichiarazioni di Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per il Covid-19, che ha affermato come sia «raro che un soggetto asintomatico infetti un altro individuo, dai dati pubblicati disponibili», salvo poi frenare dicendo: «Sono stata fraintesa, li stiamo ancora studiando». Il virologo italiano Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di Medicina molecolare dell’università di Padova e direttore dell’Unità operativa complessa di Microbiologia e Virologia dell’azienda ospedaliera patavina, ha detto all’Adnkronos Salute che è «una stupidaggine. Gli asintomatici trasmettono e basta, questa è la realtà». E Giuseppe Ippolito dello Spallanzani di Roma ammette che «mancano le prove».  Come si vede il tema è tutt’altro che provato, ma certe affermazioni creano solo sconcerto e danno alibi a chi non segue l’obbligo di indossare le mascherine nei luoghi pubblici.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia