Cronaca
Tragedia

Operaio bergamasco muore folgorato alle Acciaierie Beltrame di Vicenza

La vittima è Giancarlo Carizzoni, padre di 3 figli, 50enne di Castro. Da una prima ricostruzione avrebbe colpito un cavo dell’alta tensione con la gru

Operaio bergamasco muore folgorato alle Acciaierie Beltrame di Vicenza
Cronaca 12 Maggio 2022 ore 10:51

Colpito da un cavo elettrico alle Acciaierie Beltrame di via della Scienza, a Vicenza, dove stava lavorando. È morto folgorato ieri, mercoledì 11 maggio, alle 16.30, Giancarlo Carizzoni, operaio 50enne di Castro (abitava in via Rocca 10), marito e padre di 3 figli. Dinamiche e responsabilità sono in corso di accertamento da parte delle forze di polizia e dei tecnici dello Spisal dell’Usl Berica 8.

L’uomo era in condizioni disperate quando è stato accolto nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Bortolo. I medici hanno tentato il possibile ma il miracolo non c’è stato: la scarica elettrica ha provocato un arresto cardiaco dal quale non si è più ripreso.

Da quanto è filtrato pare che l’uomo si trovasse nel piazzale esterno dell’azienda e dovrebbe aver accidentalmente colpito un cavo ad alta tensione con il braccio della gru che stava manovrando. Ma la ricostruzione dell’accaduto è ancora in corso.

Il precedente

Nelle Acciaierie di via della Scienza a febbraio 2018 si era verificato un altro grave incidente sul lavoro mortale. Allora a perdere la vita era stato Andrea Ponzio, 35enne residente a Caldogno (Vicenza), sposato e padre di una bimba al tempo di quattro anni. L’operaio si trovava su un ponteggio ed era stato colpito da un tubo ad alta pressione, scoppiato all’improvviso.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter