In cerca del finanziamento

Ora è ufficiale: la Paladina-Sedrina costa 420 milioni. I perché dell’aumento monstre

Ora è ufficiale: la Paladina-Sedrina costa 420 milioni. I perché dell’aumento monstre
Val Brembana e Imagna, 13 Febbraio 2020 ore 11:03

Ora c’è la cifra precisa: 420 milioni di euro. Roba da svenire. Fatto sta che tanto costa il completamento della tangenziale sud nel tratto Paladina-Sedrina. La somma è stata annunciata ieri, mercoledì 12 febbraio, alla Green House di Zogno durante una conferenza a cui hanno partecipato i tecnici della Pro Iter, alcuni tecnici della Provincia, lo stesso presidente di via Tasso, Gianfranco Gafforelli, e il presidente della Comunità Montana, nonché sindaco di Lenna, Jonathan Lobati. Presenti anche diversi sindaci del territorio, tra cui quello di San Pellegrino, Vittorio Milesi (tra i più critici) e diversi esponenti bergamaschi della Regione (i consiglieri Alex Galizzi, della Lega, Dario Violi, dei Cinque Stelle, e Paolo Franco, di Cambiamo!).

Durante la conferenza è stato esposto il progetto sin nei suoi dettagli. Parliamo, ricordiamolo, di una strada lunga appena 6,5 chilometri ma che prevede una lunga galleria, diverse opere di messa in sicurezza (nei pressi del torrente Quisa) e uno svincolo con rotatoria e rampe in ingresso e in uscita. Per quanto complicato, ci si chiede come sia possibile che i costi di realizzazione siano passati dai 90 milioni circa ipotizzati quindici anni fa circa agli attuali 420. Una risposta concreta non è stata data, ma da via Tasso qualche spiffero è circolato: semplicemente, nel 2006 non era mai stato fatto un vero progetto dell’opera e la cifra era stata ipotizzata a spanne, senza considerare le problematiche concrete del territorio. Insomma, la cifra era stata data un po’ a caso.

Ora, invece, ecco un preventivo bello chiaro: la base d’asta per i lavori è di 285 milioni di euro, a cui si aggiungono 61 milioni e 520 mila euro di spese accessorie e l’Iva. Va detto però che quest’ultima (che ammonta a oltre settanta milioni di euro) potrebbe non essere prevista nel caso in cui la gestione della strada passasse di competenza dalla Provincia all’Anas, cosa che teoricamente dovrebbe accadere.

Si farà o non si farà, dunque, la Paladina-Sedrina? Tutti sono d’accordo: va fatta, serve. Ma il difficile sarà trovare i soldi, vista anche la cifra elevata. Il territorio dovrà fare squadra, come avvenuto per la T2, e intanto il progetto dovrebbe essere presentato al Ministero entro aprile, con possibile approvazione entro la fine dell’anno.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve