Coronavirus

Perché tanti contagi proprio in Val Seriana? Le indagini e i dubbi sull’ospedale di Alzano

Perché tanti contagi proprio in Val Seriana? Le indagini e i dubbi sull’ospedale di Alzano
07 Marzo 2020 ore 11:50

di Andrea Rossetti

Le voci dei giorni scorsi si stanno trasformando in dati di fatto: le camionette dell’Esercito ci sono, i Carabinieri pure. Le ricognizioni sul territorio sono state fatte; al confine tra la Bassa e l’hinterland, nei pressi di Verdello, sono già giunti cento carabinieri del Reggimento di Milano, altri 150 tra poliziotti e militari dell’Esercito sono in preallarme. Manca ancora, però, il via libera, l’ordinanza del Governo che sancisce l’imposizione di una zona rossa tra Nembro e Alzano.

L’ospedale Pesenti-Fenaroli di Alzano Lombardo

Le difficoltà di una decisione in tal senso sono note: riuscire a trovare un equilibrio tra la necessità di tutelare la salute pubblica e quella di salvaguardare un’area fondamentale per l’economia locale, provinciale, lombarda e nazionale. Allo stesso tempo, però, la lentezza con cui si sta affrontando la tematica a Roma ha dell’imbarazzante e, tra le righe, è stato detto anche da Regione Lombardia, che ha sottolineato come siano giorni che Palazzo Lombardia ha chiesto provvedimenti.

Parallelamente, la preoccupante situazione in Val Seriana, incentrata soprattutto tra Alzano e Nembro, apre le porte a diversi interrogativi. Il contagio bergamasco è partito da lì, dall’ospedale di Alzano per la precisione. Perché? Cos’è successo? Sono stati fatti degli errori? Il Pesenti-Fenaroli è andato presto in crisi, dopo la scoperta dei primi contagi sono risultati positivi il primario del pronto soccorso e il caposala. Successivamente, anche diversi altri operatori. Data l’alta trasmissibilità del Coronavirus, può essere bastato un caso non trattato correttamente o non immediatamente riconosciuto e isolato per dare via al tremendo effetto domino. Per questi motivi, sottotraccia, l’Ats, mentre da un lato gestisce l’emergenza, dall’altro starebbe anche indagando sulla questione, così da provare a fare chiarezza.

Un ampio approfondimento sul tema lo trovate a pagina 3 del PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 12 marzo. In edizione digitale, QUI.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia