Tornare in forma

Perdere peso con un… diario 4.0

Perdere peso con un… diario 4.0
03 Giugno 2019 ore 09:05

Mai diario fu così… “buon” scritto. Non avete sbagliato a leggere, né noi a scrivere. Si tratta infatti del diario alimentare online, la cui fedele compilazione quotidiana aiuta a perdere peso o comunque a mantenerlo costante nel tempo. Lo attesterebbe uno studio dell’Università del Vermont e dell’Università della Carolina del Sud, negli Stati Uniti, pubblicato sulla rivista Obesity, secondo cui questo strumento, nella sua veste innovativa 4.0, favorirebbe la riappacificazione con la bilancia e il peso grazie al monitoraggio dei traguardi e miglioramenti raggiunti, documentabili passo a passo. Il valore aggiunto è che la compilazione di queste pagine digital richiederebbe pochissimo tempo: all’incirca 15 minuti quotidiani, che vanno in tanta salute e che non incidono affatto sull’economia giornaliera.

 

 

 

Un tempo servivano carta e penna. Oggi non più: è tutto social e tecnologico. Al passo con la velocità delle nostre giornate e l’ottimizzazione del tempo. Così anche il classico diario dei ricordi, o alimentare come nel nostro caso, diventa una piattaforma di facile compilazione in cui scrivere, conservare e monitorare dati importantissimi. Pare infatti che la possibilità di tenere “visivamente” sotto controllo costante e quotidiano il percorso di remise en forme favorisca la motivazione a perdere peso, mantenendolo anche più a lungo nel tempo. Un impegno gravoso? Affatto: secondo un recente studio americano l’azione di inserire ogni alimento consumato nell’arco della giornata inciderebbe con un tempo di soli 15 minuti quando ci si è impratichiti, e venti all’inizio, quando ci si deve prendere un po’ la mano.

Mettere tutto “a video”. È una strategia molto efficace per riacquistare la forma fisica, almeno così pare, a tal punto da essere consigliata da medici e nutrizionisti. Monitorare quotidianamente le quantità e la qualità degli alimenti consumati responsabilizzerebbe il paziente a fare più attenzione a cosa mette nel piatto. Tanto da riuscire anche a correggere alcune cattive abitudini. Ad esempio, aiuterebbe a modificare gli orari e le assunzioni degli alimenti, avviando così alla regolarità e all’adozione di uno stile di vita più sano. L’unico sacrifico, dicono gli esperti, è quello di ritagliarsi il tempo per compilare il diario alimentare online costantemente, ogni giorno, meglio ancora dopo ogni pasto per non rischiare di dimenticare qualcosa. È importante documentare anche i cibi considerati superflui, come caramelle e caffè zuccherati, quelli che chi è in sovrappeso tende volontariamente a trascurare dagli apporti calorici quotidiani. Sui quali, però, impattano.

 

 

Non più di quindici minuti. È il tempo necessario alla compilazione del diario alimentare online, misurato sulla partecipazione al progetto di 142 volontari cui è stato chiesto un impegno di sei mesi per introdurre in una piattaforma online le calorie e i grassi di tutti gli alimenti e le bevande della giornata. Obiettivo, oltre a valutare l’introito calorico, anche stimare la frequenza di accesso alla piattaforma e il tempo di compilazione del database finalizzato naturalmente alla misurazione della perdita di peso. Buone notizie finali: è emerso che i partecipanti fedeli a questo compito registrativo, che ha richiesto un tempo medio iniziale di poco più di 20 minuti per ridursi a poco meno di 15 alla fine dei sei mesi, sono riusciti a perdere il dieci per cento del peso, superiore a quello degli altri partecipanti.

In conclusione. Per dimagrire, in primis serve buona volontà, mentre nella compilazione del registro, per raggiungere l’obiettivo, pesa maggiormente la frequenza con cui si aggiorna la piattaforma piuttosto che il tempo dedicato al diario stesso o ai dettagli dei pasti. Infatti coloro che si sono monitorati mediamente 2-3 volte al giorno hanno diminuito maggiormente il peso iniziale. Come a dire che ogni minuto dedicato al diario è un passo avanti verso un traguardo di salute. Il consiglio degli esperti? Includere nel proprio tempo libero anche la compilazione del diario: dieci minuti insomma cui fare seguire il proprio passatempo preferito, meglio se si tratta di una passeggiata nella natura che potenzia gli effetti della dieta, ma va bene anche qualcosa di più soft. Musica o lettura, se sono le predilette. Una mossa strategica che ha l’intento, a detta degli esperti, di trasformare la compilazione del diario (che potrebbe essere considerata come una imposizione) in una opportunità da dedicare a se stessi per il raggiungimento di un migliore stato di benessere.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia