garage spazzolati

Raid nei box di Villa di Serio, residenti esasperati: «Ignorati da chi dovrebbe tutelarci»

Sarebbero almeno cinque i furti avvenuti nelle ultime due settimane, tra il 27 luglio e la notte tra il 9 e il 10 agosto

Raid nei box di Villa di Serio, residenti esasperati: «Ignorati da chi dovrebbe tutelarci»
Cronaca Val Seriana, 10 Agosto 2021 ore 17:53

di Federico Rota

La tecnica è quella di sempre: i ladri aspettano che le famiglie partano per le vacanze, poi agiscono indisturbati, bucano i garage per controllare il contenuto, li sfondano e arraffano la merce di valore custodita. Sarebbero almeno cinque i furti avvenuti a Villa di Serio e nei comuni confinati nelle ultime due settimane, tra il 27 luglio e oggi (martedì 10 agosto). Raid messi in atto con ogni probabilità nelle ore notturne, lontano da occhi indiscreti, che hanno creato allarme tra gli abitanti dei condomini e delle abitazioni nelle vicinanze del Parco del Serio e del Santuario del paese. Soprattutto per il silenzio tenuto fino ad oggi delle istituzioni.

«Ci sentiamo come ignorati - denuncia un residente - abbiamo la sensazione che tutto questo quasi non interessi a chi dovrebbe tutelarci. Non è stato pubblicato nessun avviso dei colpi messi a segno nei box auto, io l’ho saputo mentre ero in vacanza grazie alla segnalazione pubblicata da un mio vicino di casa su Facebook. Fortunatamente la mia saracinesca non è stata bucata. Temo che possa trattarsi di una banda, anche perché è stata rubata solo merce costosa».

Una delle autorimesse forzate

La notizia è stata diffusa sulle chat e sui gruppi social del paese: le attenzioni dei ladri si sarebbero concentrate sulle biciclette, in particolare quelle da corsa che possono essere rivendute sul mercato nero.

Le prime autorimesse sarebbero state svaligiate il 27 luglio. Quel giorno, infatti, alcuni condomini avrebbero trovato nel tunnel dei garage alcune bici rubate in paese nei giorni precedenti, abbandonate per prelevarne altre di maggior valore. Poi la banda sarebbe tornata in azione nei primi giorni d’agosto anche ad Alzano Lombardo e Scanzorosciate. L’ultimo colpo, invece, risalirebbe alla notte appena trascorsa.

«Ho deciso di fare questa segnalazione nella speranza che possa servire da deterrente e che possa essere utile per avvisare i miei concittadini su quanto sta avvenendo - prosegue il condomino -. Credo che basterebbe un maggior controllo del territorio per evitare questi raid. Al di là dei furti ne va anche dell’incolumità delle persone. Cosa potrebbe accadere se qualcuno, rientrando a casa di notte, incontrasse nel tunnel dei garage i ladri?».