La moviola di Roma-Atalanta

Rosso a Stendardo, sbaglia l’arbitro Rosso a Grassi, peccato di gioventù

Rosso a Stendardo, sbaglia l’arbitro Rosso a Grassi, peccato di gioventù
01 Dicembre 2015 ore 10:30

Due giorni dopo, grazie alla moviola di Bergamo Post riviviamo le azioni più belle di Roma-Atalanta. Ci sono i gol della Dea, ci sono alcune finezze arbitrali ma anche un paio di errori grossolani che potevano incidere sul match. Nel finale, l’Atalanta è rimasta in 9 uomini: giusto il rosso a Grassi, inventato quello a Stendardo.

 

1 – 24’ minuto, De Rossi  per Pjanic che serve l’assist per Dzeko:
gioco fermo per un fuorigioco che non c’era

In una delle rare sortite offensive, la Roma combina bene con De Rossi che serve in verticale Pjanic, il tocco del bosniaco verso Dzeko è perfetto e per fermare il numero 9 della Roma serve una grande parata di Marco Sportiello. Il gioco era stato fermato da Calvarese per fuorigioco, ma le immagini al rallentatore smentiscono il guardalinee: la posizione del centrocampista giallorosso era regolare.

 

2 – 25’ minuto, Pjanic controlla con un braccio, Dzeko segna a gioco fermo

Un minuto dopo la precedente occasione, la Roma prova ancora a sfondare sull’asse Pjanic-Dzeko. Questa volta, la conclusione finale del centravanti romanista è vincente, ma il gioco viene fermato per un tocco di braccio di Miralem Pjanic. Decisione giusta, attento Calvarese.

 

3 – 39’ minuto, la Roma chiede un rigore: spintarella di Paletta su Manolas

Sugli sviluppi di un cross laterale, la palla arriva in area verso Manolas che si coordina bene per la rovesciata ma non riesce a concludere. Rivedendo le immagini, il tocco di Paletta è lieve anche se non giustifica lo sbilanciamento lamentato dal difensore romanista, che stramazza al suolo senza incocciare il pallone. Intervento rischioso.

 

4 – 40’ minuto, Atalanta in vantaggio con Gomez:
errore di Digne, il Papu non perdona

Pochi secondi dopo l’occasione per la Roma, ecco il vantaggio dell’Atalanta. Cigarini dalle retrovie lancia lungo un pallone per Maxi Moralez, il difensore della Roma Digne è in vantaggio ma il suo tocco verso Manolas è sciagurato. Papu Gomez capisce tutto al volo, una volta rubata palla il numero 10 della Dea trafigge l’incolpevole De Sanctis con un destro a giro preciso sul palo più lontano.

 

5 – 53’ minuto, occasione Roma: colpo di testa di Pjanic, Cigarini salva sulla linea

Dopo il riposo, la Roma prova subito a recuperare lo svantaggio. Cross dalla sinistra, Pjanic colpisce debolmente la palla ma il suo tocco (destinato fuori) viene deviato da Paletta verso l’angolino più lontano. Ma sulla linea di porta c’è Cigarini che ribatte il pallone e salva Sportiello. Intervento decisivo.

 

6 – 61’ minuto, occasione clamorosa (in fuorigioco) per la Dea:
Kurtic libera Maxi Moralez che calcia su De Sanctis

Con la Roma protesa in avanti, l’Atalanta ha la ripartenza giusta. Kurtic è bravo a toccare in campo aperto di testa per Maxi Moralez, il numero 11 argentino si lancia indisturbato verso la porta della Roma ma solo davanti a De Sanctis non riesce a superarlo: il destro del Frasquito trova la respinta bassa dell’esperto portiere giallorosso, la Roma resta a galla.

 

7 – 81’ minuto, scacco matto Atalanta: contropiede,
rigore ed espulsione con Denis che scrive la storia

A 10 minuti dalla fine, Kurtic spacca la partita con un lancio da applausi per Moralez. Il numero 11 di Reja ragiona e serve Gomez, la giocata del Papu manda a vuoto Maicon che è costretto al rigore con conseguente espulsione. Il replay mostra come il tocco sotto del numero 10 argentino per saltare Maicon sia delizioso. Dal dischetto calcia Denis, il gol numero 54 con la maglia dell’Atalanta lo manda nella storia.

 

8 – 88’ minuto, Atalanta in 10: Stendardo espulso per doppia ammonizione

Con il risultato ormai deciso, Stendardo intercetta un pallone con il braccio un po’ largo e Calvarese fischia la punizione rifilando il secondo giallo al numero 2 di Reja. Il replay, tuttavia, mostra come l’arbitro esageri: la palla sbatte sulla spalla di Stendardo, l’intervento è regolare.

 

9 – 93’ minuto, Atalanta in 9: espulso Grassi per doppia ammonizione

A gara finita, ecco la seconda espulsione atalantina. Rispetto alla prima occasione, questa volta la decisione di Calvarese è giustissima. Naingollan supera Grassi, il numero 88 dei bergamaschi lo arpiona e lo stende. Cartellino giusto, peccato di gioventù.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia