La piazza di domani

Seriate, qualcosa si muove all’ex Mazzoleni. Accordo in vista?

Seriate, qualcosa si muove all’ex Mazzoleni. Accordo in vista?
Cronaca 26 Giugno 2018 ore 07:30

L’area ex Mazzoleni ha smesso di riposare: dopo cinque anni d’attesa e di quiescenza, finalmente la Piramide Casa Srl di Albano Sant ’Alessandro ha acquistato quello che, in un domani forse non troppo lontano, potrebbe diventare il cuore della città.

Piramide all’opera. «La priorità di Piramide è per ora finire e vendere il vicino condominio Residenza Corte Fiorita (che si trova al confine tra piscine e Gavazzeni, ma non fa parte dell’ambito), dopodiché la società dovrà andare avanti a costruire e di conseguenza dovrà fare convenzioni con il Comune, il che si traduce in mesi e mesi di trattative» precisa il sindaco Vezzoli. Nel frattempo infatti Piramide si è già data da fare e al posto del silenzio e dell’immobilità degli anni precedenti, ora le ruspe stanno già demolendo alcuni edifici. Il prossimo passaggio sarà naturalmente la bonifica del terreno necessaria, sotto la supervisione di Arpa. Se le tempistiche verranno rispettate, può darsi che già con l’inizio del 2019 possa essere stipulata la convenzione con l’Amministrazione.

Tante idee e altrettanti progetti sono stati presentati in passato, in primis quelli emersi dal bando internazionale per la progettazione del l’a rea «Riuso Mazzoleni», che contò 148 partecipanti da tutta Europa, indetto dalla Mazzoleni Spa con la collaborazione del Comune di Seriate e dell’ordine degli architetti della Provincia. A vincere fu il gruppo dell’architetto Simone Solinas, che dimostrò un’attenzione particolare alla valorizzazione degli spazi pubblici in rapporto al contesto urbano in cui l’area è inserita.

 

 

La piazza di domani. L’area di intervento occupa una superficie di 32.340 metri quadrati e si affaccia su via Marconi, uno degli assi urbani principali della città, posizione che rende ancor più strategico il contesto in cui è inserita. Non cambiano le priorità sempre ribadite dall’Amministrazione: «Questo spazio ha un potenziale valore, in quanto si inserisce come cerniera tra il centro storico, quello sportivo, la piscina comunale, passando per l’ospedale Bolognini, la stazione ferroviaria, il cineteatro Gavazzeni e l’area verde delle sponde del fiume Serio. La riqualificazione di questo comparto consentirà di realizzare uno spazio di adeguate dimensioni che potrebbe diventare la nuova piazza di Seriate, animata da attività commerciali e di servizio, assortite, attrattive e aggreganti» spiega il sindaco Cristian Vezzoli.

Resta infatti invariato quanto previsto dall’ambito di trasformazione n. 8 del Piano di governo del territorio 2016, con l’obiettivo di riconvertire 16.500 metri quadrati in zona residenziale e commerciale, dotata di servizi pubblici e di interesse pubblico. Su un totale di 32.340 metri quadrati di…»

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 25 di Bergamopost cartaceo, in edicola fino a giovedì 28 giugno. In versione digitale, qui.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli