Conto salatissimo

Perdite da una tubo al cimitero, al Comune di Ghisalba bolletta da 4mila euro

Insieme alla bolletta di luglio Uniacque ha anche inoltrato l’invito a provvedere al suo pagamento entro novembre, altrimenti avrebbe interrotto l'erogazione d'acqua nel camposanto

Perdite da una tubo al cimitero, al Comune di Ghisalba bolletta da 4mila euro
02 Novembre 2020 ore 16:39

Può capitare che una tubatura dell’impianto idrico si rompa e abbia delle perdite. Ciò che accade meno frequentemente però è trovarsi tra le mani una maxi bolletta del valore di 4 mila euro proprio a causa di queste perdite. Protagonista della singolare vicenda, resa nota dai colleghi di PrimaTreviglio, è il Comune di Ghisalba che a luglio si è visto recapitare la parcella da Uniacque, insieme all’invito di provvedere al suo pagamento entro novembre. In particolare, la tubatura ammalorata si trova all’interno del cimitero del paese e se il Comune non avesse pagato in tempo la bolletta Uniacque avrebbe sospeso il servizio idrico del camposanto. In sostanza non sarebbe più stato possibile bagnare le piante, i fiori e le aiuole presenti nel cimitero.

A trovarsi per le mani la “patata bollente” è stato il sindaco Gianluigi Conti, anche se i problemi tecnici sono precedenti al suo insediamento. «Quando l’abbiamo letta non potevamo credere ai nostri occhi per la cifra che stavamo leggendo, credevamo di aver sbagliato e invece era proprio quella: 4mila euro di bolletta per l’acqua del cimitero – ha commentato il primo cittadino -. Ovviamente non abbiamo esitato un secondo, abbiamo anzi provveduto a saldare immediatamente, in modo tale che non ci fosse alcuna interruzione dell’erogazione di acqua. Da quello che però abbiamo potuto intendere, le perdite non sono relative a quest’anno, bensì sono state rilevate tra il 2017 e il 2018».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia