l'atto vandalico

Sparita la Madonna che si trova proprio sotto il rifugio Benigni. È la seconda volta

Il primo furto era avvento circa una quindicina di giorni dopo l’inaugurazione e l’effigie era stata ritrovata in frantumi in un dirupo accanto al sentiero

Sparita la Madonna che si trova proprio sotto il rifugio Benigni. È la seconda volta
Val Brembana e Imagna, 22 Giugno 2020 ore 11:43

La Madonna Miracolosa posta lungo il sentiero che conduce al rifugio Benigni, a Ornica, è scomparsa per la seconda volta. La statua, si trovava in una piccola edicola in pietra ai lati del cammino, ed era stata collocata in quel punto dagli alpini locali nel 2012, in occasione del passaggio della manifestazione Camminaorobie.

A sx l’inaugurazione nel 2012 a dx il secondo gesto vile e sciagurato che ha dovuto subire la statua della Madonna…

Pubblicato da Hans Quarteroni su Sabato 20 giugno 2020

Resta ancora da chiarire se si tratta di un furto o di un atto vandalico, quello che è certo è che resta l’amarezza per un «gesto vile e sciagurato», come lo definisce Hans Quarteroni, appartenente al gruppo alpini locale. Il primo furto era avvento circa una quindicina di giorni dopo l’inaugurazione della Madonna e l’effigie era stata trovata in frantumi in un dirupo accanto al sentiero. La nuova statua, come racconta Hans Qarteroni L’Eco di Bergamo, era stata offerta da Gino Galizzi, recentemente scomparso, particolarmente devoto alla Vergine.

Adesso le Penne Nere stanno studiando come realizzare la nuova statua da riposizionare nell’edicola, che probabilmente potrebbe essere realizzata in acciaio. «Sono gesti che non si possono commentare liberamente – prosegue Quarteroni -. Quello che conta è che la macchina per riposizionarla è partita. Giorgio Delput e gli alpini ci sono, lo faremo tutti nel ricordo del nostro amico Gino. Guardiamo avanti».

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia