Contro il programma Sky di successo

La mascalzonata di Striscia che svela chi vince Masterchef

La mascalzonata di Striscia che svela chi vince Masterchef
04 Marzo 2015 ore 09:53

«Mi ricorda un tizio che andava davanti ai cinema dove facevano “I soliti sospetti” e urlava Kaiser Soze è lo zoppo». Il cinguettio del responsabile dei contenuti non sportivi di Sky Andrea Scrosati, riferendosi al capolavoro giallo del 1995 di Bryan Singer, non riesce a spiegare adeguatamente lo stupore, lo sgomento e la rabbia per quello che è accaduto nella giornata di martedì attorno al talent show culinario Masterchef Italia. Il programma, in onda dal 18 dicembre tutti i giovedì in prima serata su Sky Uno, è arrivato alla sua ultima puntata nella quale verrà rivelato il nome del vincitore della quarta edizione, a cui spettano come premio 100mila euro in gettoni d’oro e la pubblicazione di un libro con le sue personali ricette.

Il talent show. Masterchef è un programma, creato in Inghilterra nel 1990 dal produttore della BBC Francis Roddam, che vede un certo numero di cuochi amatoriali, privi di esperienza professionale nella cucina, sfidarsi, in prove ad eliminazione, a colpi di pentole, mestoli e taglieri per sottoporre i propri piatti al giudizio dei giudici della trasmissione. Dal 2009 in avanti il format del programma è stato esportato in tutto il mondo, arrivando a coinvolgere stati come il Vietnam ed il Bangladesh. In Italia si è arrivati alla quarta edizione, anche se da febbraio sono già in corso i provini per la quinta. La prima nel 2011 ha visto la vittoria di Spyros Theodordis, la seconda l’anno successivo è stata vinta da Tiziana Stefanelli, mentre il trono di terzo masterchef è stato conquistato da Federico Ferrero. A giudicare i piatti degli aspiranti cuochi italiani tre giudici di primissimo livello della cucina italiana: Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Carlo Cracco. Barbieri è uno chef pluristellato Michelin, riferimento mondiale per la valutazione della qualità della ristorazione, e conduce il programma Junior Mastechef, Cracco è anch’egli chef presso il suo ristorante che è valutato 3 forchette Gambero Rosso e conduttore di Hell’s Kitchen Italia, mentre Bastianich è un imprenditore nel settore della ristorazione, esperto del Made in Italy culinario e giudice della versione americana dello stesso programma.

 

 

Le quattro prove. Gli unici pareri che contano nella valutazione dei piatti proposti dai concorrenti sono quelli dei tre giudici affiancati delle volte da alcuni ospiti (Antonino Canavacciuolo, Iginio Massari ecc…). La puntata è divisa in quattro prove: la mistery box, dove i concorrenti in un lasso di tempo indicato devono realizzare il piatto migliore con gli ingredienti posti sotto una scatola; l’invention test, durante il quale i concorrenti devono cucinare una portata sulla base di un tema e di alcuni ingredienti stabiliti dai giudici (al termine della prova scatta un’eliminazione); la prova in esterna, i partecipanti divisi in due squadre devono cucinare in un particolare ambiente e per una particolare situazione (es: cucinare per gli spettatori di una sfilata di moda); il pressure test, a cui partecipano gli sconfitti della prova in esterna, al termine del quale viene eliminato un altro concorrente.

La scorrettezza di Striscia. Dei 20 concorrenti che hanno iniziato il programma sono arrivati alla finale, che andrà in onda il 5 marzo, solamente in tre: Amelia Falco, studentessa di economia casertana, Nicolò Prati, studente di agraria di Milano, e Stefano Callegaro, agente immobiliare 42enne veneto. Come in tutte le edizioni precedenti del programma, le puntate sono già state realizzate e vengono messe in onda terminato l’intero talent (non deve quindi stupire l’abbigliamento estivo di Nicolò nella puntata di giovedì 26 febbraio). Max Laudadio, inviato del tg satirico Striscia la Notizia, creato da Antonio Ricci, ha intercettato nei giorni scorsi Nicolò Prati pedinandolo per cercare di ottenere qualche anticipazione sul risultato finale.

Il servizio di Laudadio. Al termine del servizio, nel quale il concorrente non aveva rilasciato alcuna dichiarazione “compromettente”, ecco che l’inviato rivelava chi sarebbe stato il vincitore della quarta edizione di Masterchef Italia, come già anticipato da Striscia con un comunicato uscito nei giorni prima. Inoltre Laudadio accusava Nicolò di avere già lavorato nella cucina milanese del famoso ristoratore Claudio Sadler, cosa che lo escluderebbe dalla categoria di “cuoco amatoriale”, e di essere stato assunto ora a lavorare proprio da Carlo Cracco. Secca la smentita di Sadler che ha dichiarato oggi: «Per entrare nel mio ristorante ci vuole un accordo con le scuole alberghiere, non entra il primo venuto».

Le polemiche. Immediate le reazioni da parte di Sky che, tramite Magnolia, società produttrice del programma, si è dichiarata pronta a ricorrere a vie legali. Anche i giudici del programma non si sono lasciati andare a mezzi termini ed hanno attaccato la gratuità dell’accusa, mossa dalla trasmissione di Ricci, tramite i social network. Dal suo account twitter Cracco ha scritto:

 

 

Mentre Bastianich ha chiesto di “non credere a tutto quello che si legge o vede”, anche Barbieri si è sfogato cinguettando:  

 

 

Ed è proprio l’hastagh usato da Bruno Barbieri (#striscianospoiler), che critica il modo irrispettoso di anticipare il finale del programma, ad essere diventato da subito virale sui social network, ottenendo moltissime adesioni da parte degli appassionati di Masterchef e non solo.

I numeri di Masterchef Italia. In quattro anni di vita il talent show di Sky Uno ha saputo conquistare un vastissimo numero di pubblico, attestandosi su uno share che si aggira intorno al milione di persone per puntata (nonostante dopo la prima edizione in onda su Cielo, le successive tre siano passate sulla pay-tv). L’ultima puntata, la semifinale del 26 febbraio, è stata vista da 1 milione e 300mila persone e, considerando le repliche dei giorni successivi, si superano i 2 milioni, con uno share del 4,33% che è il più alto di tutta l’attuale edizione. Ma il popolo di MasterChef non si ferma qui ed impazza anche sui social: il profilo Facebook del programma conta quasi 580mila “Mi piace”, quello Twitter 237mila follower, mentre l’account Instagram ha 101.400 seguaci. Visti i primi segnali e le prese di posizione, seguite alle rivelazioni di Striscia la Notizia, domani sera davanti alla televisione gli spettatori potrebbero essere ancora di più del previsto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia