Dati ufficiali

Test sierologici: in Bergamasca ne sono stati fatti 3320, a Brescia quasi novemila

Regione Lombardia e Ats hanno diffuso i primi numeri delle analisi effettuate questa settimana, decisamente più bassi dei ventimila test al giorno promessi. Tra i cittadini della Val Seriana, 61,9% di positività (è tantissimo)

Test sierologici: in Bergamasca ne sono stati fatti 3320, a Brescia quasi novemila
30 Aprile 2020 ore 19:04

Nel tardo pomeriggio di giovedì 30 aprile, Regione Lombardia ha fornito i primi dati ufficiali sui test sierologici effettuati e analizzati dal 23 aprile a oggi. Complessivamente, ne sono stati fatti 17278 in una settimana tra le province di Bergamo, Brescia, Lodi, Cremona, Milano e Pavia (in quest’ultime i prelievi sono iniziati soltanto in questi giorni), molti meno dunque dei ventimila al giorno promessi inizialmente dal governatore lombardo Attilio Fontana.

«Dall’analisi dei primi esiti, effettuata dal prof. Fausto Baldanti del San Matteo di Pavia, sembra emergere che sono stati messi in quarantena molti più soggetti di quanti non siano entrati realmente in contatto con il virus – ha commentato con una nota l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera -. Le misure di contenimento messe in atto dalla Regione dunque sono state efficaci perché hanno permesso di proteggere, tempestivamente e indipendentemente dal tampone, i contatti stretti di coloro che avevano contratto la malattia». Un’affermazione vera, ma non per la Bergamasca: stando ai risultati dei test effettuati sul nostro territorio, ovvero tra i cittadini di Alzano, Nembro, Albino, Clusone e Piario, il 61,9 per cento dei testati è risultato positivo al test, dunque in possesso degli anticorpi al Covid-19. Un dato che conferma i dati trapelati nella mattinata di oggi. E vengono confermati anche i numeri relativi ai test effettuati sul personale sanitario del Papa Giovanni: “solo” il 24 per cento dei soggetti testati è entrato in contatto col virus. Ma ecco una fotografia più chiara dei test eseguiti da Ats Bergamo:

  • SOGGETTI IN QUARANTENA: 1054, di cui 652 positivi (61,9%), 363 negativi (34,4%) e 39 dubbi (3,7%);
  • OPERATORI SANITARI: 884, di cui 212 positivi (24%), 655 negativi (74,1%) e 17 dubbi (1,9%).

Questi dati sono poi stati integrati da quelli forniti da Ats Bergamo, che ha fornito ulteriori numeri relativi agli operatori sanitari, fornendo il quadro complessivo dei test effettuati tra Asst Papa Giovanni, Asst Bergamo Est e Asst Bergamo Ovest: non più 884 test effettuati, ma 1527, di cui 355 positivi (23,2%), 1132 negativi (74,1%) e 40 dubbi (2,6%). Complessivamente, dunque, risultano essere 3320 le analisi compiute in una settimana in Bergamasca tra soggetti sottoposti a quarantena fiduciaria e operatori sanitari delle aziende ospedaliere.

Oltre ai dati relativi alla nostra provincia, Regione ha anche diffuso i dati dei test effettuati dalle altre Ats fino a oggi. E colpisce immediatamente la differenza numerica di test effettuati a Brescia rispetto a quelli effettuati in Bergamasca: meno di duemila da noi (1938 tra soggetti in quarantena fiduciari e operatori sanitari), 8710 nel Bresciano. Nella città della Leonessa, però, si è scelta un’altra strategia, ovvero effettuare i test innanzitutto sul personale sanitario e soltanto successivamente sui soggetti in quarantena fiduciaria, tant’è che ben 8093 degli 8710 test effettuati da Ats Brescia sono relativi a personale sanitario. Resta che soltanto da noi si è riscontrata una percentuale di test positivi sopra il sessanta per cento. Ma ecco tutti gli altri dati.

ATS BRESCIA

  • SOGGETTI IN QUARANTENA: 617, di cui 272 positivi (44,1%), negativi 325 (52,7%), dubbi 20 (3,2%);
  • OPERATORI SANITARI: 8093, positivi 903 (11,2%), negativi 7102 (87,8%), dubbi 88 (1,1%).

ATS MILANO

  • SOGGETTI IN QUARANTENA: 527, di cui 211 positivi (40%), 316 negativi (60%);
  • OPERATORI SANITARI: 1714, di cui 286 positivi (16.7%); 1428 negativi (83,3%).

ATS VALPADANA

  • SOGGETTI IN QUARANTENA: 952, di cui 435 positivi (45,7%), 474 negativi (48,8%), 43 dubbi (4,5%);
  • OPERATORI SANITARI: 2153, di cui 339 positivi (15,7%), 1873 negativi (87%), 60 dubbi (2,8%).

ATS PAVIA (partiti il 29 aprile)

  • SOGGETTI IN QUARANTENA: 77, di cui 46 positivi (59,7%), 29 negativi (37,7%), 2 dubbi (2,6%).

IRCCS POLICLINICO SAN MATTEO (partiti il 29 aprile)

  • OPERATORI SANITARI: 1207, di cui 92 positivi (7,6%), 1104 negativi (91,5%), 11 dubbi (0,9%).
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia