Menu
Cerca
la svolta

Travolse e uccise un bracciante a Fontanella, si costituisce un carabiniere

L'incidente si verificò lo scorso 11 dicembre. I carabinieri erano sulle tracce di un pirata della strada alla guida di una Citroen rossa

Travolse e uccise un bracciante a Fontanella, si costituisce un carabiniere
Cronaca 22 Dicembre 2020 ore 11:00

Si è costituito il pirata della strada che il 10 dicembre scorso ha travolto lungo la strada provinciale tra Fontanella e Casaletto di Sopra Basant Singh, bracciante di 38 anni di origine indiana, morto dopo essere rimasto agonizzante a bordo strada. Come riportano i colleghi di PrimaTreviglio, si tratta di un sottufficiale dei carabinieri che presta servizio fuori dalla Lombardia, ma risiede in un comune nelle vicinanze al luogo in cui è avvenuto l’incidente. Basant, papà di un bambino di 6 anni, dodici anni fa si era trasferito in Italia. Il 10 dicembre, come ogni mattina, si stava dirigendo in sella alla sua bicicletta all’azienda agricola Andreini, distante circa 200 metri dal luogo in cui è stato investito, dove da nove mesi lavorava come mungitore e bracciante.

Le indagini condotte dai carabinieri si sono concentrate su una Citroen rossa che intorno alle 6.30 aveva travolto alle spalle il trentottenne, proiettandolo a bordo strada. A nulla sono serviti i tentativi dei soccorritori e del personale medico di rianimare l’uomo. Impossibile, secondo gli inquirenti, che l’automobilista non si sia accorto dello schianto, visto che sul punto dell’impatto sono rimasti alcuni frammenti della carrozzeria.

I militari dell’Arma hanno raccolto le testimonianze di chi ha assistito all’incidente e passato al vaglio le immagini delle telecamere di videosorveglianza poste ai varchi di Fontanella. Nel frattempo però in paese si sono diffuse le voci sull’identità del pirata della strada. Una morsa che ha messo all’angolo il sottufficiale che si è costituito presentandosi in caserma a Calcio.