Come arrivarci

Tutte le informazioni sul blocco totale del traffico previsto domenica a Milano

Tutte le informazioni sul blocco totale del traffico previsto domenica a Milano
30 Gennaio 2020 ore 10:51

Domenica prossima, 2 febbraio 2020, sarà blocco totale del traffico a Milano. Lo ha deciso il sindaco Beppe Sala, optando quindi per il fermo alla circolazione di tutti i mezzi a motore. L’ufficialità della decisione è arrivata nel pomeriggio di mercoledì 29 gennaio, a 48 ore circa dal primo annuncio del Comune. Come previsto, il blocco è stato indetto dalle ore 10 alle ore 18 di domenica 2 febbraio e varrà su tutto il territorio comunale, con importanti droghe.

Consentito l’arrivo ai parcheggi di interscambio con i mezzi. Come spiega il Giornale dei Navigli, per consentire a chi arriva da fuori città di lasciare il mezzo privato e servirsi del trasporto pubblico locale, che sarà potenziato, sono esclusi dal divieto di circolazione i parcheggi di interscambio posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici: Cascina Gobba, Forlanini, San Donato 1 e 2, Bisceglie, Lampugnano, Molino Dorino e San Leonardo, Famagosta e il tratto stradale di via Ripamonti tra il Comune di Opera e via Gagini in corrispondenza del capolinea tranviario e il tratto stradale compreso tra le Cascine Guascona e Guasconcina e il capolinea della linea automobilistica del trasporto pubblico locale in via Jemolo.

Tratti esclusi per consentire l’accesso alla partita a San Siro. Per facilitare l’accesso alle aree di sosta presso lo stadio Meazza (in programma c’è la partita Milan-Verona alle ore 15), a partire dalle ore 12 saranno esclusi dal blocco i seguenti tratti stradali: via Sant’Elia nel tratto compreso tra le vie Natta e Diomede; via Diomede nel tratto compreso tra le vie Sant’Elia e Caprilli; via Natta; via Montale nel tratto compreso tra le vie Natta e Ippodromo; via Patroclo nel tratto compreso tra le vie Ippodromo e Achille; via Achille; viale Caprilli; piazzale dello Sport; via degli Aldobrandini; via Palatino; via Rospigliosi; piazza Axum; via Harar; via Tesio; via Novara nel tratto compreso tra l’innesto alla tangenziale Ovest e via Harar.

Mobilitazione sulle strade di Polizia Locale. Per garantire il rispetto dell’ordinanza, saranno circa settanta per turno le pattuglie della Polizia locale operative sul territorio, sia in postazioni fisse sia in movimento. Sarà potenziato il personale in servizio alla centrale operativa.

Il sindaco di Milano, Beppe Sala

L’annuncio di Sala circa la decisione. Il sindaco aveva così commentato, su Facebook, la scelta molto contestata di bloccare totalmente il traffico: «I valori del Pm10 hanno nuovamente sforato i livelli di guardia e le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni non lasciano sperare in una diminuzione delle concentrazioni di polveri nell’aria. Quella per l’ambiente è una battaglia di lungo periodoche si realizza attraverso misure strutturali e scelte di ampia visione. Allo stesso tempo, però, le condizioni attuali mi inducono a intervenire in modo contingente. Per questo motivo, domenica 2 febbraio Milano sarà chiusa alla circolazione delle auto. Ho chiesto agli uffici di verificare i dettagli operativi e domani saremo più precisi. Milanesi e turisti si preparino a trascorrere una giornata in città a piedi, in bici, sui mezzi pubblici ed elettrici».

L’ultimo blocco totale del traffico a Milano fu nel 2015. L’ultimo blocco del traffico a Milano risale alla fine del 2015, decisione presa dalla Giunta dell’ ex sindaco Giuliano Pisapia. Dopo di questo solo blocchi parziali, entrati in vigore con il Protocollo Aria e la successiva istituzione dell’Area B.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia