calusco d'adda

Un rave party al tempo del coronavirus. Denunciati trenta giovani

Un rave party al tempo del coronavirus. Denunciati trenta giovani
03 Marzo 2020 ore 07:29

Se i locali sono chiusi per decreto, qualcuno ha pensato di “aprire” uno spazio rave in un campo. È accaduto sabato notte a Calusco d’Adda, nella zona Rivolotto. Gli abitanti del vicinato sono stati sorpresi dalla musica ad alto volume che è proseguita nella notte. Disturbati e notando uno strano via-vai  hanno allertato i Carabinieri. Domenica mattina (1 marzo) quando i carabinieri sono arrivati sul posto hanno trovato una trentina di giovani provenienti da alcune province lombarde e da diverse regioni, che avevano installato tende, fari e altoparlanti. Si è trattato di uno dei blitz da rave party. I giovani sono stati identificati e denunciati a piede libero per aver violato l’ordinanza anti-assembramento e per invasione di terreno ed edifici privati o pubblici. La manifestazione, come sempre accade in questi casi, non era stata autorizzata. L’imperversare del virus codiv-19 ha reso meno affollato il raduno, ma non per questo meno fastidioso.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia