Menu
Cerca
l'annuncio

Vaccino anti-Covid, in Lombardia priorità anche ai volontari delle emergenze-urgenze

Nelle liste di priorità anche gli operatori sanitari degli ospedali pubblici e privati accreditati, i dipendenti delle società di servizi che lavorano nelle strutture sanitarie, i medici e i pediatri di base, gli operatori e gli ospiti delle Rsa

Vaccino anti-Covid, in Lombardia priorità anche ai volontari delle emergenze-urgenze
Cronaca 17 Dicembre 2020 ore 15:22

Non soltanto il personale sanitario. Tra le categorie che per prime potranno godere del vaccino contro il coronavirus in Lombardia c’è anche il personale impegnato nei servizi di emergenza-urgenza. «Regione Lombardia ha inserito nelle liste prioritarie dei beneficiari del vaccino anti-Covid anche i volontari di tutte le organizzazioni di emergenza-urgenza – spiega l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera - insieme agli operatori sanitari degli ospedali pubblici e privati accreditati, ai dipendenti delle società di servizi che lavorano nelle strutture sanitarie (ad esempio mense e imprese di pulizie), i medici e i pediatri di base, gli operatori e gli ospiti delle Rsa».

Nello specifico, nel settore delle emergenze sono impegnati circa 50 mila volontari «che quotidianamente operano nelle iniziative di volontariato sul territorio regionale – aggiunge il presidente della commissione sanità Emanuele Monti -. Operatori incessantemente in prima linea nella gestione della pandemia, che costituiscono un patrimonio fondamentale per l'intero sistema sanitario lombardo».