Menu
Cerca
Da mercoledì 9 dicembre

Vaccino spray, al via le somministrazioni a Treviglio per i ragazzi dai 10 ai 18 anni

I punti vaccinali individuati dall'Asst Bergamo Ovest sono a Treviglio, Calusco d'Adda e Dalmine

Vaccino spray, al via le somministrazioni a Treviglio per i ragazzi dai 10 ai 18 anni
Cronaca 04 Dicembre 2020 ore 17:13

Anche gli adolescenti sani dal 10 ai 18 anni (non compiuti) potranno beneficiare del vaccino spray Fluenz Tetra. Dalla prossima settimana l’Asst Bergamo Ovest inizierà a vaccinare un nuovo target di cittadini residenti nei comuni che afferiscono all’azienda socio-sanitaria. Il vaccino è gratuito e sarà somministrato con una serie di spruzzi nel naso del paziente attraverso un applicatore nasale monouso. I punti erogativi scelti dall’Asst sono tre:

  • Treviglio: negli spazi di TreviglioFiera, in via Murena, ingresso 1 lato Stazione Centrale (non dal lato drive-in)
  • Calusco d’Adda: nel Poliambulatorio di via Locatelli 265 (angolo via Volta)
  • Dalmine: nei locali del Centro diurno anziani comunale in via Locatelli

Nello specifico, a Treviglio la campagna vaccinale per i ragazzi avrà inizio mercoledì 9 dicembre, a Calusco inizierà giovedì 10 mentre a Dalmine il 14 dicembre. I cittadini residenti/domiciliati in uno dei paesi afferenti all’Asst Bergamo Ovest potranno prenotarsi attraverso il sito https://prenota.zerocoda.it/ o tramite la relativa applicazione in uno dei punti di erogazione. Ogni genitore potrà registrarsi, creando un proprio account, e cercare nella ricerca avanzata “ASST Bergamo Ovest – vaccinazione antinfluenzale - offerta minori 10-18 anni non compiuti”.

Successivamente sarà inviata una mail di conferma con tutte le informazioni utili, il questionario anamnestico da stampare e precompilare (word - pdf) prima di accedere alla vaccinazione con il proprio figlio e le indicazioni e controindicazioni al vaccino (pdf). La firma finale del questionario sarà quella del medico vaccinatore. Il giorno della vaccinazione, perciò, ogni ragazzo dovrà presentarsi, accompagnato da un genitore o da un delegato (scarica qui la delega), con la tessera sanitaria e il questionario già compilato (word - pdf), così da accelerare le operazioni di accettazione amministrativa e l’anamnesi clinica. Non è necessaria l’impegnativa del medico.

L'Asst Bergamo Ovest ha anche reso noto un decalogo di informazioni che è utile conoscere prima che venga somministrato Fluenz Tetra

Fluenz Tetra non deve essere somministrato:

  • se il bambino/ragazzo ha avuto una grave reazione allergica (shock anafilattico) alle uova o alle proteine dell’uovo;
  • se il bambino/ragazzo è allergico in modo grave alla gentamicina, alla gelatina o ad uno qualsiasi degli altri componenti inclusi nel vaccino;
  • se il bambino/ragazzo ha una malattia del sangue o una malattia oncologica a carico del sistema immunitario;
  • se il bambino/ragazzo ha una grave forma di immunodepressione o è in terapia con corticosteroidi ad alte dosi;
  • se il bambino/ragazzo sta assumendo in modo continuativo acido acetilsalicilico*

Fluenz Tetra può essere utilizzato in bambini e ragazzi:

  • con infezione da HIV asintomatica;
  • che stanno ricevendo corticosteroidi topici/inalatori o corticosteroidi sistemici a basso dosaggio o in caso di terapia con corticosteroidi come terapia sostitutiva (es.: per insufficienza surrenalica).

Altre avvertenze e precauzioni per l’uso di Fluenz Tetra:

I soggetti vaccinati, per 1-2 settimane dopo la vaccinazione, dovrebbero evitare contatti stretti con individui gravemente immunocompromessi (ad esempio, i riceventi di trapianto di midollo osseo che richiedono isolamento). Se il bambino/ragazzo sta assumendo un farmaco antivirale, deve sospenderlo e attendere almeno 48 ore prima di essere vaccinato. Anche nelle 2 settimane successive alla vaccinazione il bambino non dovrebbe assumere farmaci antivirali.

Fluenz Tetra non deve essere somministrato a bambini e adolescenti con asma grave o respiro sibilante attivo. Fluenz Tetra non deve essere somministrato a bambini o adolescenti che ricevono una terapia con salicilati in quanto è stata dimostrata un’associazione tra l’uso di salicilati e la sindrome di Reye durante l'infezione influenzale. Per lo stesso motivo, i salicilati non devono essere somministrati nelle 4 settimane dopo la vaccinazione, a meno di casi specifici indicati dal proprio medico.