Operazione "Notte Blu"

Val Seriana, controlli per le norme anti-Covid e stretta sullo spaccio alla stazione di Gazzaniga

185 persone fermate, 15 locali ispezionati. Tra questi ultimi, due sono stati sanzionati e per uno si è chiesta addirittura la chiusura. Arrestato un classe 2002 per possesso di stupefacenti

Val Seriana, controlli per le norme anti-Covid e stretta sullo spaccio alla stazione di Gazzaniga
09 Ottobre 2020 ore 13:51

di Elena Conti

Da anni ormai l’autostazione di Gazzaniga è un crocevia di ragazzi provenienti da tutta la Val Seriana, molti dei quali frequentano il vicino Isiss. E questo gli spacciatori lo sanno bene; con la ripresa delle lezioni, anche i possessori di droga sono tornati a bazzicare quella zona. Secondo quanto dichiara il Corpo di Polizia Locale Unione Insieme sul Serio, nell’arco di pochi giorni ci sono stati ben quattro casi di sequestro di sostanze stupefacenti e l’ultimo proprio la notte scorsa.

A partire dalle 19 di giovedì 8 ottobre fino alle 2.30 di venerdì 9, gli agenti hanno pattugliato i territori dell’Unione nel corso dell’operazione “Notte Blu”, che ha visto impegnati cinque equipaggi per controlli a tappeto sulle strade, negli esercizi commerciali e all’autostazione. Sono state controllate in tutto 185 persone. 15 gli esercizi commerciali ispezionati, di cui due sono stati sanzionati per violazione della normativa Covid. Per un locale è stata addirittura proposta la chiusura per mancanze in tema di contrasto alla diffusione del Covid.

I controlli sulla strada hanno portato al rilevamento di 50 violazioni per superamento dei limiti di velocità e di 18 violazioni del codice della strada. In un caso è stata ritirata una patente. Infine, i controlli si sono concentrati sull’autostazione di Gazzaniga, dove 15 ragazzi sono stati controllati. Uno di loro si è dato alla fuga a bordo di un motorino ed è stato inseguito dagli agenti fino ad Albino. Il giovane, N.M. classe 2002, è stato trovato in possesso di droga e di un coltello serramanico; il motorino con cui è fuggito aveva la targa contraffatta e il numero di telaio non corrispondente ai dati riportati sul libretto. Il ragazzo è stato deferito per possesso di sostanze stupefacenti, porto abusivo d’armi e manomissione della targa del motorino.

Soltanto due giorni fa, mercoledì 7 ottobre, F.D., classe 1998, era stato prelevato dall’autostazione di Gazzaniga e accompagnato in Questura con l’accusa di possesso di sostanze stupefacenti e di minacce a pubblico ufficiale. A fronte dei ripetuti casi di queste settimane, il Corpo di Polizia Locale ha deciso di proseguire con i controlli in quest’area.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia