Masiello apre, Cristante spalanca, Freuler chiude

Masiello apre, Cristante spalanca, Freuler chiude
25 Gennaio 2018 ore 17:00

Secondo tempo

L’Atalanta vince nettamente (3-0) al Mapei Stadium e riprende la rincorsa all’Europa in campionato dopo il passo falso interno con il Napoli. Masiello, Cristante e Freuler regalano ai tifosi nerazzurri la quarta vittoria consecutiva in trasferta. Nel secondo tempo si è rivisto in campo Petagna, autore di una buona prestazione. Sassuolo impreciso negli ultimi venti metri e anche sfortunato sul palo colpito da Politano a inizio ripresa.

41′ – L’Atalanta trova subito il terzo gol con Freuler. La rete viene annullata per un presunto fuorigioco di Cristante, ma l’arbitro, dopo la consultazione del Var, convalida la rete.

38′ – Stavolta è regolare il gol di Cristante che porta sul 2-0 l’Atalanta. Ilicic in area tenta di calciare, viene fermato in qualche modo ma la palla arriva comunque a Castagne che con un tocco corto appoggia per Cristante, bravo ad incrociare con il destro per il raddoppio.

30′ – Ragusa (attaccante) sostituisce Duncan (centrocampista) nel Sassuolo.

30′ – Berardi crossa dalla sinistra per Matri che si inventa una girata di tacco sul primo palo. Bravo e reattivo Gollini a respingere.

27′ – Hateboer sostituisce Gosens.

24′ – Grande punizione battuta da Ilicic che fa partire una botta di sinistro che Consigli con un riflesso alza in calcio d’angolo.

19′ – Azione spettacolare dell’Atalanta che va in gol con Cristante. Attimi col fiato sospeso, l’arbitro consulta il Var e annulla per il fuorigioco di Petagna al momento della sponda di testa di De Roon.

14′ – Esce Cornelius ed entra Petagna

9′ – Nel Sassuolo esce Falcinelli, infortunato, ed entra Matri.

2′ – Grande occasione per l’Atalanta in ripartenza. Toloi lancia Ilicic solo davanti al portiere, ma Lirola riesce a evitare il peggio proprio al momento di calciare.

2′ – Palo clamoroso di Politano, che aveva ricevuto una palla d’oro da Missiroli e dal limite dell’area ha fatto partire un fantastico tiro a giro. Sassuolo vicinissimo al pareggio.

1′ – Bella combinazione Ilicic-Gosens conclusa da un tiro alle stelle dello sloveno

Primo tempo

Atalanta bella e padrona assoluta del campo nel primo tempo al Mapei Stadium. La dea ha il trovato il vantaggio alla mezz’ora con Masiello che si è trovato la porta spalancata dopo un errore di valutazione di Consigli, tradito dalla traiettoria insidiosa di una punizione di Ilicic. I nerazzurri hanno avuto diverse occasioni per andare in rete, la più clamorosa con Cornelius all’inizio della gara. In qualche circostanza, tuttavia, il Sassuolo ha fatto capire di poter creare i presupposti per il pareggio. Ottima prova di Ilicic tra i nerazzurri.

35′ – Sassuolo vicino al pareggio. Bel cross di Politano dalla sinistra per Missiroli che non riesce a deviare di testa. L’attaccante del Sassuolo lamenta una trattenuta nell’area piccola, ma l’arbitro Valeri, dopo un silent check del Var, decide che è tutto regolare.

30′ – Atalanta in gol. Ilicic batte una punizione con il mancino, Consigli manca completamente il pallone in uscita e Masiello mette in rete di testa a porta vuota.

21′ – Ilicic controlla un gran pallone sulla sinistra e poi esplode il sinistro. Consigli c’è e respinge con bravura.

13′ – Berardi crossa dalla destra, Falcinelli di testa indirizza verso Goldaniga che da due passi non inquadra lo specchio della porta. Era però in fuorigioco.

11′ – Altra grande occasione per l’Atalanta: Freuler mette in mezzo per Cornelius che di testa tenta di mirare sull’angolo lontano. Acerbi quasi sulla linea salva la porta difesa dall’ex Consigli.

6′ – Occasione clamorosa per l’Atalanta: Ilicic dalla bandierina trova in area la sponda aerea di Cristante che mette in mezzo per Cornelius. L’attaccante, quasi sorpreso, manda a lato con il sinistro da due passi.

 

FORMAZIONI UFFICIALI

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Masiello, Palomino; Castagne, Freuler, De Roon, Gosens; Cristante, Ilicic; Cornelius. All. Gasperini

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Goldaniga, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Berardi, Falcinelli, Politano. All. Iachini

 

PREPARTITA

Terza trasferta del 2018, dopo i trionfi di Napoli e Roma, sul campo amico di Reggio Emilia, con tanta voglia di vincere per arrivare al grande appuntamento di martedì in Coppa Italia spinti da un risultato positivo. Sassuolo–Atalanta, gara in programma questo pomeriggio al Mapei Stadium (fischio d’inizio alle 18) è una partita strana perché serve per ripartire in campionato, ma rischia pure di essere un semplice antipasto da consumare con un po’ di turnover per evitare guai in vista della Juve.

La testa conterà molto, Gasp ci tiene. Il tecnico atalantino vuole festeggiare al meglio il suo sessantesimo compleanno. Nonostante una settimana turbolenta segnata dall’intervista a L’Eco di Bergamo, Gasperini si rifugerà in quello che è il suo habitat naturale (il campo, la panchina) per continuare a inseguire l’obiettivo europeo. Bergamo sta vivendo una stagione memorabile, il mister vuole a tutti i costi farla diventare leggendaria. Forse per questo tiene tutti sulla corda, non abbassa la guardia di un centimetro e punta al massimo.

È chiaro che le motivazioni saranno determinanti, il Sassuolo naviga appena sopra la zona calda con appena 22 punti e in generale i neroverdi non stanno disputando un campionato all’altezza delle aspettative. Con la Juve sullo sfondo, la Dea avrà bisogno di una prestazione di alto livello per arrivare alla partita di martedì sulle ali della vittoria: conquistare i tre punti significherebbe restare in corsa per un posto in Europa in campionato e ridarebbe spinta ad un entusiasmo che in città non accenna a diminuire.

 

 

Circa 800 atalantini al seguito. Una grossa mano, al Mapei Stadium, potranno darla gli atalantini al seguito. Da Bergamo arriveranno in Emilia circa ottocento sostenitori nerazzurri, la Curva Pisani ci sarà e anche questa è una notizia importante in considerazione degli ultimi impegni che invece erano vietati per i tifosi più caldi della Nord. Lo stadio di Reggio Emilia è il teatro delle notti europee, in questa stagione sono arrivare 3 vittorie in altrettante sfide di Coppa e considerando anche il campionato la Dea vince al Mapei da 4 partite di fila.

I tifosi del Sassuolo sono pochi e non si fanno quasi sentire, il sostegno del settore ospiti sarà molto importante e di sicuro si sentiranno parecchio i cori dei bergamaschi. In un momento come questo, i dettagli diventano fondamentali anche e soprattutto per evitare che la partita si avviti nella mediocrità senza qualche scossa che arriva da fuori. L’Atalanta è chiamata ad una grande partita, il popolo orobico come sempre sarà al fianco della squadra per spingerla e sostenerla.

 

 

Formazioni: turnover per Gasperini. Il Sassuolo scenderà in campo con la miglior formazione possibile, in difesa Goldaniga affiancherà Acerbi davanti a Consigli, in mezzo al campo spazio ai muscoli di Duncan, Magnanelli e Missiroli mentre in avanti Falcinelli guiderà l’attacco con Politano e Berardi. La Dea, dal canto suo, proporrà una formazione con qualche variazione rispetto al solito: Rizzo è out, Spinazzola non è stato convocato e anche Gomez dovrebbe riposare.

In difesa Gasperini potrebbe proporre Toloi e Masiello con Palomino al centro (fuori Caldara e Mancini), in mezzo al campo rientra de Roon vicino a uno tra Freuler e Haas, mentre sulle corsie è certo di una maglia Gosens a sinistra con Castagne in vantaggio su Hateboer. Davanti, altra panchina per Petagna con Cornelius titolare insieme a Ilicic e ballottaggio Cristante–Orsolini sulla zona destra. Possibile, a gara in corso, anche l’esordio in serie A dell’attaccante della Primavera Musa Barrow.

 

 

Coppa Italia: quasi 16mila biglietti venduti. In vista della partita di martedì con la Juventus, l’Atalanta tornerà subito ad allenarsi a Zingonia già da domenica. L’attesa è ai massimi livelli, i nerazzurri tornano dopo oltre 22 anni a giocare una semifinale di Coppa Italia e per la sfida sono già stati venduti 15.600 tagliandi. Dall’Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive non è arrivata nessuna determinazione specifica per la sfida, ci saranno tanti tifosi bianconeri sugli spalti, ma la spinta dello stadio di Bergamo sarà principalmente per i nerazzurri. Arrivarci con un bel risultato strappato al Sassuolo diventa ancora più decisivo.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia