Video e immagini del weekend

Vivaio, fine settimana da applausi Brillano tutte, in primis la Primavera

Vivaio, fine settimana da applausi Brillano tutte, in primis la Primavera
Cronaca 04 Dicembre 2018 ore 10:42
Foto in apertura: il rigore calciato da Colpani contro il Chievo. Foto Atalanta.it

 

Lo scorso è stato un fine settimana da incorniciare per le formazioni del settore giovanile dell’Atalanta. Nelle cinque gare disputate tra sabato e domenica dai ragazzi impegnati nei campionati nazionali, il vivaio nerazzurro ha portato a casa quattro vittorie e un pareggio dominando e convincendo tutti nel triplo confronto con il Chievo Verona.

 

 

Il weekend che ha dato il benvenuto al mese di dicembre ha visto in scena sabato 1 la Primavera al Centro Bortolotti di Zingonia con i clivensi. I bergamaschi arrivavano da due successi pirotecnici ottenuti ai danni di Milan e Juventus, in cui hanno segnato addirittura undici reti subendone solo due e volevano dare seguito allo straordinario cammino che li ha portati al comando della classifica. Nonostante le motivazioni dei padroni di casa, sono gli ospiti a passare in vantaggio al minuto 17′ sfruttando un errore grossolano di Zortea in uscita. Il terzino destro sbaglia il controllo sulla trequarti facendosi soffiare il pallone da Vignato, il numero 10 affronta Okoli nell’uno contro uno e disegna un destro a giro imparabile per l’esordiente Ndiaye. Gli atalantini non ci stanno a uscire sconfitti dal campo e due minuti più tardi acciuffano il pareggio con una bella cavalcata di Zortea che serve Kulusevski, la sfera toccata da un difensore arriva sui piedi sapienti di Colpani, il quale fa partire un bolide rasoterra di mancino che si insacca nell’angolino. Non si accontentano del pari gli orobici e continuano ad aumentare il pressing rendendosi pericolosi con Cambiaghi in un paio di occasioni.

 

[Cambiaghi in azione con la Primavera. Foto Atalanta.it]

 

La seconda chance capitata all’esterno di Vimercate è quella giusta per ribadire in rete il tiro potente di Peli deviato dal portiere Caprile; tap in facile facile che al 35′ regala il vantaggio alla capolista. Nella ripresa prosegue il forcing nerazzurro per chiudere il match: Piccoli non riesce a trovare l’appuntamento con il gol in diverse circostanze, ma poco dopo l’ora di gioco Peli si invola sulla destra ed entrando in area di rigore viene atterrato da Ndrecka. L’arbitro assegna il tiro dal dischetto, sul quale si presenta Colpani che con freddezza spiazza l’estremo difensore gialloblù, che sigla così la terza doppietta consecutiva. Numeri da capogiro per il centrocampista bresciano, diventato una stella della corazzata di Brambilla. Il terzo gol della Dea mette in ginocchio i veronesi e decreta la fine di un match entusiasmante. L’Atalanta continua a guidare la classifica a quota 25 punti con tre lunghezze di vantaggio sul Torino.

 

 

Domenica pomeriggio, invece, la Berretti guidata da Lorenzi ha chiuso la settimana perfetta, infatti dopo aver superato una settimana fa il Monza e aver battuto l’Inter nel recupero dell’ottava giornata di campionato, l’Under 18 ha calato il tris imponendosi 3-0 sul campo della Pro Vercelli. Decimo successo in altrettante sfide per i nerazzurri e primato nel girone A a punteggio pieno. Una cavalcata impressionante della rosa classe 2001 che anche nell’ultima uscita ha imposto il proprio gioco e schiantato i piemontesi grazie alle marcature di Cortinovis, Mehic e Ghisleni. Non va oltre il pareggio l’Under 17 di Bosi, impegnata domenica nella trasferta di Udine. Succede tutto negli ultimi istanti di gara con i bianconeri in vantaggio a quattro minuti dal fischio finale e i nerazzurri che in pieno recupero riescono a riagguantare un punto prezioso per la classifica con il sigillo di Faye. L’Atalanta può recriminare molto perché spreca la chance di avvicinarsi a meno uno dall’Inter capolista. Da segnalare il rientro dall’infortunio di Vorlicky che darà una grossa mano nel prosieguo del campionato.

 

[L’esultanza di Biral dell’Under 15. Foto Atalanta.it]

 

Domenica di festa anche per l’Under 16, brava a conquistare tre punti d’oro su un campo ostico. Il 3-1 inflitto al Chievo Verona permette alla Dea di rimanere sulla scia dell’Inter. Ad aprire le marcature è stato il bomber friulano De Nipoti, al quarto centro stagionale. Il raddoppio porta la firma di Zuccon, bravo a insaccare al volo un cross pennellato alla perfezione. Neanche il gol dei gialloblù, rientrati in partita al 22′ della ripresa, scalfisce le certezze dei nerazzurri che realizzano il tris con Pagani. Torna finalmente al successo con uno strabiliante 8-0 esterno, contro i pari età del Chievo, l’Under 15 di Di Cintio. Il confronto contro l’ultima forza del girone B sorride ai bergamaschi che passeggiano sui resti dei clivensi. Da segnalare le ottime prestazioni di Biral, Guerini e Ndour, autori di due gol a testa. Completano il tabellino dei marcatori Lo Giudice e Tieri. Risposta di carattere per le giovani promesse orobiche dopo la sconfitta della scorsa settimana. Il quinto posto valido per la qualificazione ai playoff dista sei punti. La domanda che si fanno gli addetti ai lavori è: qual è il vero valore della truppa classe 2004?

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli