Cronaca
La finale a Rotterdam il 4 ottobre

Le 5 della Foppa all'Europeo e altre dieci cose da sapere

Le 5 della Foppa all'Europeo e altre dieci cose da sapere
Cronaca 26 Settembre 2015 ore 10:15

Scatta oggi la ventinovesima edizione del campionato Europeo di Pallavolo femminile, che si dividerà fra Belgio e Olanda e si chiuderà con la finalissima di Rotterdam il 4 ottobre. Sedici nazioni si sono qualificate alla fase finale: nel primo turno le formazioni sono state divise in quattro gironi all'italiana (con gare di sola andata) da quattro squadre ciascuna. L'Italia è nel gruppo A con Olanda, Polonia e Slovenia. La prima classificata di ciascun raggruppamento conquista la qualificazione diretta ai quarti di finale, mentre seconde e terze effettueranno un turno di play-off. Ecco dieci cose da sapere sull'importante manifestazione continentale.

 

1 - La prima edizione dell'Europeo si svolse nel 1949 nell'allora Cecoslovacchia. Parteciparono soltanto sette formazioni - Cecoslovacchia, Francia, Olanda, Polonia, Romania, Ungheria e URSS - che si sfidarono in un girone all'italiana con gare di sola andata. Il successo finale andò all'URSS che si impose in tutti gli incontri. L'argento restò in partia, mentre il bronzo fu della Polonia. Nei primi 25 anni di storia l'Europeo non venne disputato con distanza regolare. Soltanto dal 1975 venne regolarizzata la cadenza biennale.

2 - Il debutto dell'Italia risale al 1951. In Francia parteciparono solamente sei nazionali e, purtroppo, le azzurre si classificarono in ultima posizione perdendo anche la finale per il quinto posto contro l'Olanda (3-2). Dopodichè, per poter rivedere le azzurre presenti all'Europeo, fu necessario attendere la manifestazione turca del 1967.

 

 

3 - Il numero di partecipanti iniziò a lievitare nel 1958, quando le nazionali presenti furono 12. Nel 1967 il numero salì a 15, mentre la manifestazione con il maggior numero di partecipanti fu quella italiana del 1971 che vide la presenza di ben 18 Paesi. Dopodichè furono sempre 12 le nazioni presenti (eccezion fatta per l'Europeo 1999 in cui furono soltanto otto), ma a partire dal 2007 sono sempre state 16 le formazioni a prendere parte alla fase finale.

4 - Dal 1949 ad oggi il palmares più ricco è quello della Russia con 18 affermazioni (12 Europei vinti come Urss, 5 come Russia e 1 come CSI), quattro secondi posti e tre terzi; seguita da Germania - 2 ori, 4 argenti e 1 bronzo conquistati come Germania dell'Est a cui si aggiungono 2 argenti e due bronzi ottenuti con l'attuale denominazione - e Polonia con due ori, quattro argenti e cinque bronzi. L'Italia occupa la quarta posizione grazie alle due vittorie del 2007 e 2009, agli argenti del 2001 e 2005 e ai bronzi del 1989 e 1999. L'URSS detiene anche il record di affermazioni consecutive: sette volte dal 1958 al 1979 salì sul gradino più alto del podio.

 

 

5 - Nel 2015 sarà la quarta volta in cui l'Europeo è organizzato in condivisione fra più Stati. Il primo esperimento avvenne nel 2007 quando il torneo si svolse a metà fra Lussemburgo e Belgio, poi nel 2011 fu la volta di Italia e Serbia, mentre nel 2013 ci pensarono Germania e Svizzera. La prossima manifestazione, che si terrà nel 2017, sarà organizzata da Georgia e Azerbaijan.

6 - Sedici le formazioni che si daranno battaglia per conquistare il titolo di regine d'Europa. In primis la Russia, trionfatrice nel 2013 a Berlino contro la Germania, che cercherà di riscattarsi. Poi Italia, Belgio, Bielorussia, Bulgaria, Croazia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovenia, Turchia e Ungheria. Da segnalare il debutto assoluto della Slovenia che farà quindi il suo esordio nella competizione, e i ritorni di Romania e Ungheria: la prima mancavano dall'edizione italo-serba del 2011, le magiare addirittura da Belgio 1987.

 

 

7 - Cinque gli impianti che ospiteranno la manifestazione continentale. Le fasi eliminatorie si disputeranno all'Omnisport Apeldoorn (2000 posti di capienza) dell'omonima cittadina olandese (luogo in cui andranno in scena anche degli incontri dell'Italia), alla Lotto Arena (5218 posti) di Anversa in Belgio, al Topsportcentrum Rotterdam (capienza 2500) e all'Indoor Sportcentrum di Eindhoven (4000 posti). Dalle fasi successive saranno soltanto due le sedi di gioco: la già descritta Lotto Arena di Anversa e l'Ahoy Rotterdam in Olanda, capace di contenere oltre 14.000 persone. Nella città olandese andranno in scena parte di play-off e quarti di finale, tutte le semifinali e finali.

8 - La regia della nazionale azzurra sarà affidata ancora a Eleonora Lo Bianco, palleggiatrice della Foppapedretti che in maglia azzurra ha già conquistato gli argenti del 2001 e del 2005 e gli ori del 2007 e 2009. Nella spedizione italiana è presente anche l'esperta schiacciatrice Antonella Del Core, argento nel 2005 e oro nel 2007 e 2009. L'allenatore sarà invece Marco Bonitta che cercherà di andare alla conquista dell'oro fopo gli argenti del 2001 e 2005.

 

 

9 - Marco Bonitta non sarà l'unico allenatore italiano presente alla rassegna continentale. Oltre al ct azzurro ci saranno anche Giovanni Guidetti sulla panchina dell'Olanda, Carlo Parisi su quella della Repubblica Ceca e Luciano Pedullà su quella della Germania.

10 - Infine, per parlare un po' anche del volley di casa nostra, è da segnalare la presenza di cinque atlete della Foppa: Lo Bianco nell'Italia, Mori nella Slovenia, Barun nella Croazia, Aelbrecht nel Belgio e Plak nell'Olanda. Altresì va aggiunto che, fra le 14 selezionate da Bonitta, oltre a Lo Bianco ci sono ben cinque ex Foppa (Diouf, Sorokaite, Lucia Bosetti, Del Core e Arrighetti), oltre a Ofelia Malinov, figlia dell'ex coach Foppa Atanas Malinov, nata e cresciuta a Bergamo prima del trasferimento a Bassano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter