Si salva anche Lavarini

I voti alla Foppa di metà stagione Si potesse clonare Leo Lo Bianco…

I voti alla Foppa di metà stagione Si potesse clonare Leo Lo Bianco…
29 Dicembre 2015 ore 10:48

Un inizio di 2015 altalenante, con prove sofferte e gare all’insegna del divertimento. Quello che è certo è che la Foppa ora c’è, e che di gara in gara sembra trovare sempre più velocità, meccanismi e autostima. Così, ecco le pagelle di questa prima metà di stagione. Con molti voti positivi e due eccellenze assolute: Leo Lo Bianco e Katarina Barun.

 

Eleonora Lo Bianco 7.5

Lo Bianco

Forse non ci sarà bisogno di sottolinearlo perchè è stato già sotto gli occhi di tutti, ma Leo è stata senza dubbio la miglior giocatrice della Foppa in questo girone d’andata. Nonostante – soprattutto nei momenti negativi della squadra – sia stata costretta a rincorrere palloni qua e là per il campo, non si è mai data per vinta. Qualità ed esperienza non sono affatto in discussione. Anzi, peccato non poterla clonare.

 

Katarina Barun 7

20151024_Foppa_016

A causa della lunga ed impegnativa estate trascorsa fra matrimonio e nazionale croata, l’opposta, che l’anno scorso fece sfracelli a Novara, ci ha messo un po’ di tempo per carburare. Ma dopo un inizio in sordina, Katarina si è messa sulle spalle gran parte del peso dell’attacco. Il suo mancino ha saputo poi far molto male anche al servizio, altro punto di forza del martello di Zagabria. Complessivamente il girone d’andata è buono: 4,62 punti/set (settimo posto in classifica generale) e seconda posizione nella graduatoria delle battute vincenti (21 ace messi a segno nei primi dodici incontri, uno meno della capolista Plak con 22).

 

Celeste Plak 6.5

Foppa, Celeste Plak

Dopo un avvio a singhiozzo – probabilmente dovuto anche al dualismo con Sylla – la ventenne olandese ha ritrovato la necessaria fiducia nei propri mezzi e ha mostrato tutte le qualità di cui è dotata. Da quando poi le sono state tolte delle porzioni di campo in ricezione, Celeste è stata ancor più incisiva in attacco, arrivando al giro di boa con un complessivo 43,6% (seconda solo alla connazionale Meijners con il 44,8%). A questo aggiungiamo la leadership nella classifica dagli ace: primo posto con 22 battute vincenti.

 

Alessia Gennari 6.5

Foppa_075 alessia gennari

In fase offensiva non siamo ancora riusciti a vedere la Gennari protagonista, un anno fa, dello scudetto con Casalmaggiore. Ma in seconda linea abbiamo apprezzato un’onnipresente Alessia: in ricezione è la più bersagliata del campionato (complessivamente le avversarie l’hanno mirata 407 volte) e anche per quanto riguarda la fase difensiva l’abbiamo vista all’opera spesso e volentieri.

 

Freya Aelbrecht 6.5

Foppa_028 aelbrecht

Le qualità della centrale belga erano indiscutibili, tuttalpiù era necessaria un’attenta valutazione delle condizioni fisiche dopo il lungo stop che le ha fatto saltare praticamente tutta la scorsa stagione. Esame superato: Freya sta dimostrando che quando viene servita con continuità, sbaglia poco. Infine la sua grinta e la sua determinazione in campo le hanno consentito di entrare nel cuore dei tifosi rossoblù già dopo i primi match.

 

Paola Cardullo 6.5

20151024_Foppa_023

Se qualcuno prima dell’inizio della stagione aveva qualche dubbio sul rendimento di Cardullo, questo girone d’andata ha spazzato via ogni interrogativo. Pally si è dimostrata indispensabile sia in ricezione, fondamentale in cui se l’è egregiamente cavata, sia in fase difensiva, in cui è stata protagonista anche di salvataggi spettacolari.

 

Laura Frigo 6.5

Foppa_013 laura frigo

Iniziata la stagione come riserva della coppia Aelbrecht-Paggi, la centrale varesina si è guadagnata la pagnotta strada facendo. Ogni volta in cui Lavarini l’ha chiamata in causa, Frigo ha sempre risposto presente. Non ha mai dato l’idea di poter fare sfracelli, ma ha sempre svolto in maniera più che soddisfacente l'”ordinaria amministrazione”: qualche punto in attacco e a muro, ma soprattutto un buon numero di palle sporcate a rete.

 

Paola Paggi 6

Foppapedretti Bergamo - Pomì Casalmaggiore

Dalla capitana era molto difficile aspettarsi di più. Dopo una partenza da titolare con delle prestazioni più che sufficienti, è calata con il trascorrere delle gare. Purtroppo il tempo passa per tutti e la carta d’identità dice che, seppur da poche settimane, Paola ha superato le quaranta primavere. Ma non pensiamo di fare a meno di lei: serietà e professionalità possono essere utili al gruppo nei momenti di difficoltà e, inoltre, siamo certi che saprà farsi trovare pronta quando sarà chiamata in causa a gara in corso.

Miriam Sylla 6

Foppa_021 sylla

Spesso eclissata dalla stella di Plak, non ha molto campo per potersi mettere in luce. Ciò nonostante qualche buona cosa l’ha mostrata e la sufficienza attribuitale è di stima: in questi anni trascorsi a Bergamo ha dimostrato di possedere i mezzi per poter diventare un’atleta importante. Nel girone di ritorno e, soprattutto, nei play-off scudetto, ci sarà bisogno anche di lei.

 

Eva Mori sv

EVA MORI

La giovane palleggiatrice slovena non ha avuto molti momenti per poter mettere in mostra il proprio talento. Solo alcune fugaci apparizioni unite a qualche ingresso al servizio. Ingiudicabile.

 

Benedetta Mambelli sv

Foppa_014

Ad oggi possiamo definirla un oggetto misterioso. In una rosa formata da undici giocatrici ci aspettavamo di vederla in campo un po’ di più ma in tutto il girone d’andata si registrano apparizioni solo in quattro incontri.

 

Stefano Lavarini 6

20151024_Foppa_015

Il sesto posto è sicuramente un risultato che va al di sotto delle aspettative estive. Sul bilancio pesano – in maniera negativa – le due battute d’arresto in casa di Vicenza e Club Italia che, sulla carta, avrebbero dovuto essere le due gare per potersi rilanciare nelle parti alte della classifica. Il mese di dicembre ha però regalato sorrisi: la squadra sembra aver trovato l’equilibrio in campo, e gara dopo gara la Foppa è parsa in crescita. Dalla seconda metà di gennaio il gioco si farà duro e speriamo che questo gruppo – magari con un innesto – inizi a giocare.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia