L'analisi

La zona rossa inizia a stare stretta: a Bergamo, il 28 marzo, +9% di spostamenti su domenica scorsa

I dati raccolti da City Analytics mostrano come sia sempre più difficile chiedere alle persone di restare chiuse in casa

La zona rossa inizia a stare stretta: a Bergamo, il 28 marzo, +9% di spostamenti su domenica scorsa
Cronaca 29 Marzo 2021 ore 16:50

L'impressione, dati alla mano, è che la zona rossa inizia a stare sempre più stretta ai lombardi. Le chiusure di scuole e di molti negozi al dettaglio e le limitazioni in atto, infatti, non hanno fatto calare drasticamente gli spostamenti delle persone. Anzi, secondo gli ultimi numeri, questo fine settimana ci sono stati molti più spostamenti rispetto a solamente sette giorni fa, quando pure eravamo in zona rossa.

Spostamenti in aumento nel week-end

Grazie alla mappa interattiva City Analytics, realizzata da Enel X e Here Technologies per supportare le pubbliche amministrazioni e la Protezione civile, già avevamo sottolineato le enormi differenze rispetto a dodici mesi fa, quando la pandemia, soprattutto in Bergamasca, stava colpendo con violenza inaudita e tutti noi eravamo chiusi in casa. Oggi, molte più aziende e attività sono aperte e, probabilmente, anche le persone faticano maggiormente a sopportare le limitazioni agli spostamenti, dopo un anno e passa di pandemia.

I dati aggiornati a domenica 28 marzo hanno però registrato, nella nostra provincia, un ulteriore aumento dei movimenti rispetto al 2020: se la scorsa settimana la crescita era del 232 per cento rispetto a dodici mesi fa, al 28 marzo l'aumento è stato addirittura del 264 per cento.

Un andamento in crescita confermato anche dai dati settimanali: in Bergamasca, il 28 marzo si sono registrati spostamenti in crescita del 9 per cento rispetto a domenica scorsa, 21 marzo. Va anche detto, però, che le movimentazioni sono calate del 43 per cento rispetto al periodo tra il 13 gennaio e il 16 febbraio del 2021, quando non eravamo in zona rossa.

Considerando tutta la Lombardia, gli spostamenti di ieri risultano in crescita del 271 per cento rispetto al periodo di lockdown dello scorso anno. Un aumento confermato anche dal confronto con la domenica della settimana precedente, che segna un +7 per cento.

I Comuni con la maggiore mobilità

Considerando sempre la variazione dei movimenti rilevati domenica, paragonati al periodo compreso tra il 13 gennaio e il 16 febbraio, i Comuni bergamaschi in cui si è registrata una percentuale alta di spostamenti in più sono: Azzone, Berzo San Fermo, Fuipiano Valle Imagna e Premolo (+120 per cento), Locatello (+98), Piario, Bedulita (+88) e Brumano (+71). A Bergamo città, invece, dal confronto emerge un calo dei movimenti totali pari al 48 per cento.

Se si guarda infine all’andamento globale della scorsa settimana, tra il 22 e il 28 marzo sono state tre le giornate in cui è stato rilevato un calo dei movimenti: martedì 23 marzo (-8 per cento), mercoledì 24 marzo e venerdì 26 marzo (-1 per cento).