Cultura
Art Nouveau

Premio "Best LibertyCity", tra le quattro città finaliste anche San Pellegrino Terme

L'annuncio del vincitore venerdì 19 novembre. La città della Val Brembana selezionata per il restauro parziale del Grand Hotel

Premio "Best LibertyCity", tra le quattro città finaliste anche San Pellegrino Terme
Cultura Val Brembana e Imagna, 11 Novembre 2021 ore 11:29

Da sempre San Pellegrino Terme è sinonimo dello stile liberty, cristallizzato nel Grand Hotel restaurato parzialmente di recente. Tanto che quest’anno è tra i quattro finalisti del premio nazionale "Best LibertyCity", onorificenza assegnata dall'associazione culturale "Italia Liberty" alla miglior città che ha saputo promuovere, valorizzare e conservare il proprio patrimonio di Art Nouveau.

Il vincitore sarà annunciato venerdì 19 novembre. In lizza, oltre a San Pellegrino, ci sono Cuneo per i suoi edifici Liberty e i percorsi guidati realizzati durante l'anno; Torino, città esoterica per eccellenza con diversi edifici storici finemente ristrutturati; La Spezia, che ricorda la storica dell'arte Valeria Scandellari, scomparsa di recente, che ha sempre promosso il patrimonio Liberty spezzino.
La giuria presieduta da Andrea Speziali, riconosciuto tra i massimi esperti dello stile Liberty, docente, artista e critico d'arte allo stesso tempo di NFT, ha stabilito già la pubblica amministrazione con il primo cittadino che riceverà il premio.

«Non è stata una scelta facile poichè in più città italiane sono stati segnalati importanti lavori di recupero di edifici storici e attività ingenti sulla promozione del territorio – specifica -. Dalle migliaia di segnalazioni arrivate abbiamo visto importanti aggiornamenti su alcuni siti in località quali Savona, Bari e Sarnico, già vincitrici alle scorse edizioni. Tra tutte il restauro di Villa Zanelli che galoppa nonostante i tempi di Coronavius. Aggiungo un pizzico di suspance, magari ci saranno due città premiate nella stessa edizione».

Italia Liberty è una associazione di promozione sociale fondata nel 2019 da Speziali con lo scopo di tutelare, valorizzare e promuovere il patrimonio artistico nazionale in stile Art Nouveau. È presieduta e diretta da Andrea Speziali, mentre il consiglio d’amministrazione è composto da Rosilla Gambini, Edoardo Tamagnone, Daniela Pesaresi, Rodolfo Speziali, Mattia Speziali.