Economia
l'ennesimo riconoscimento

A Bombassei il Premio Mazzocchi 2020

A Bombassei il Premio Mazzocchi 2020
Economia 06 Febbraio 2020 ore 07:30

«Ricevo con grande piacere e orgoglio questo premio. È una grande soddisfazione che voglio mettere sullo stesso piano di quella che ho provato alcuni anni fa a Detroit quando entrai a far parte dell’Automotive Hall of Fame». Così Alberto Bombassei, fondatore e presidente della Brembo, ha commentato dopo aver ricevuto il Premio Mazzocchi, intitolato alla memoria del fondatore ed editore di Quattroruote. A consegnargli il premio Giovanna Mazzocchi Bordone, presidente dell’Editoriale Domus nonché figlia del fondatore.

Alberto Bombassei

Il Premio Mazzocchi, giunto alla decima edizione, viene attribuito ogni anno a personalità che, con il proprio impegno, si sono distinte nel mondo dell’automotive introducendo novità significative. L’edizione 2020 sottolinea «il genio industriale, la passione, la guida innovatrice nel progresso dell’auto e delle competizioni» di Alberto Bombassei. Fondata l’11 gennaio 1961 dal padre Emilio, la Brembo oggi è una realtà presente in 14 Paesi di tre continenti con 24 stabilimenti e siti commerciali e conta sulla collaborazione di oltre 10.500 persone. Alberto Bombassei è anche fondatore e presidente di Kilometro Rosso, distretto dell’innovazione scientifica. «Voglio condividere questo importante riconoscimento con tutte le persone di Brembo che hanno contribuito a ottenerlo grazie a un grande lavoro di squadra». Un premio quello di Quattroruote che si aggiunge al Premio Leonardo, ottenuto nel 2003 dal presidente della Repubblica Azeglio Ciampi e nel 2017 da Sergio Mattarella, per il contributo che dà alla promozione dell’immagine dell’Italia nel mondo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter