Menu
Cerca
Finanza

Come investire in criptovalute ai tempi del coronavirus: consigli e strategie

Nel momento in cui le prime valute digitali entrarono nel mercato, i pochi che credettero nel loro valore si sono ritrovati in tasca una piccola fortuna

Come investire in criptovalute ai tempi del coronavirus: consigli e strategie
Economia 27 Marzo 2021 ore 00:00

In circa dieci anni di vita, le criptovalute sono state protagoniste di vere e proprie montagne russe dentro le borse di tutto il mondo. Nel momento in cui le prime valute digitali entrarono nel mercato, i pochi che credettero nel loro valore si sono ritrovati in tasca una piccola fortuna: al momento del suo primo boom infatti, la criptovaluta vide crescere il proprio valore in maniera praticamente esponenziale.

Dopodiché, anche questo particolare strumento finanziario ha vissuto dei momenti di crisi, ma, secondo un’impressione condivisa da diversi esperti del settore, a partire dal 2019 sarebbe iniziato un nuovo percorso di crescita che in parte sembra destinato a proseguire anche nel corso del 2021. Motivo per cui sono sempre di più i trader interessati a scoprire le criptovalute anche in un momento difficile come questo.

Come funzionano le criptovalute

Prima di entrare nel merito di consigli e di strategie di investimento relativi alle singole valute digitali, occorre prima spiegare in maniera chiara che cosa si intenda effettivamente per criptovaluta. Ebbene, questa tipologia di bene è protetta dalla crittografia: ciò vuol dire che stiamo parlando di un valore accessibile soltanto per coloro che siano dotato di una particolare chiave d’accesso. La seconda caratteristica principale della criptovaluta è la sua natura di moneta digitale: un bene che quindi non esiste nel mondo fisico e che può venire comprato, venduto o scambiato soltanto all’interno di scenari e mercati virtuali.

Ultimo, ma non ultimo, la criptovaluta ha un sistema di attribuzione di valore quasi unico nel suo genere, visto che non risponde né a leggi né tanto meno a governo o enti, nazionali e internazionali. Al contrario, il valore di ogni singola valuta digitale risponde soltanto alle regole del suo creatore. Questo particolare presupposto aiuta a capire la natura altamente volatile di questo strumento finanziario che, di fatto, tende a venire regolato soprattutto dalla legge della domanda e dell’offerta: ovvero, il valore di una criptovaluta cresce nello stesso momento in cui cresce l’attenzione dei trader nei suoi confronti.

Cosa aspettarsi dalle criptovalute

Il fatto che le criptovalute funzionino secondo principi simili non deve fare immaginare che il loro destino sia comune. Infatti se nei prossimi mesi alcune valute digitali dovrebbero garantire utili senza particolari difficoltà, dall’altra esistono criptovalute con un destino molto più incerto. Iniziamo da Bitcoin (BTC), ovvero dalla criptovaluta più nota in assoluto in tutto il mondo.

Ebbene, secondo diversi analisti finanziari il 2021 dovrebbe essere un anno più che buono per Bitcoin, considerando che negli ultimi mesi il solo Tether ha fatto registrare una capitalizzazione record da 3,1 miliardi di dollari, con tanto di raggiungimento della parità col dollaro. Se questo quoziente lascia presagire una nuova esplosione del Bitcoin, un’altra criptovaluta come Ripple (XRP) ha iniziato l’anno in corso con diversi punti interrogativi. Questo strumento finanziario, ideato da Jed McCaleb e Chris Larsen, è infatti nel bel mezzo di un processo con la SEC: un acronimo che sta per Secutiries Exchange Commission e che fa riferimento alla commissione che vigila sulla Borsa degli Stati Uniti d’America.

Consigli su altre valute digitali

In conclusione vale la pena di citare per lo meno altre due criptovalute particolarmente attenzionate dagli investitori, che sembrano destinate ad un futuro prossimo piuttosto diversi. Da una parte Ethereum (ETH), che nei prossimi mesi potrebbe arrivare a superare i 5.500 dollari di quotazione.

Dall’altra Dogecoin (DOGE) presenta almeno un paio di elementi di incertezza: il primo è relativo alle attuali limitazioni tecniche che la caratterizzano, il secondo è legato alla tendenza un po’ troppo marcata di questa valuta digitale a dipendere dalle notizie che la riguardano, a prescindere dalla loro attendibilità.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli