Schettino, invece, resta libero

10 notizie di cui parlare a cena Tasse, né aumenti né ribassi

10 notizie di cui parlare a cena Tasse, né aumenti né ribassi
05 Aprile 2015 ore 12:32

1 – Def, le tasse non scenderanno (né aumenteranno)

Non ci saranno né tagli né aumenti delle tasse. Questo è il succo di quanto previsto dal prossimo Def, che però verrà varato in via definitiva soltanto venerdì. Oggi Matteo Renzi si è presentato in conferenza stampa dopo l’esecutivo, annunciando che appunto non vi saranno grosse novità, tanto attese, in merito alle tassazioni. «Nel 2015 abbiamo ridotto tasse per 18 miliardi di euro: 10 dagli 80 euro e 8 dai provvedimenti sul lavoro. Dobbiamo aggiungerci anche i 3 miliardi di clausole di salvaguardia disinnescati: 21 miliardi in totale». (Leggi tutta la notizia qui)

 

2 – Il riesame: Schettino resta libero. No al carcere

 

APTOPIX Italy Shipwreck Trial

 

Resta in libertà Francesco Schettino. Questo è quello che ha deciso il tribunale del riesame di Firenze, rigettando l’appello promosso dalla procura di Grosseto contro l’ordinanza con cui il tribunale, concludendo il processo, aveva respinto una prima richiesta degli inquirenti per il carcere al capitano della Costa Concordia. (Leggi tutta la notizia qui)

 

3 – G8, Strasburgo condanna l’Italia per tortura

 

15pol2_diaz_bolzaneto_grandef01_diaz288409

 

Quanto accadde alla scuola Diaz durante il G8 del luglio 2001 fu una tortura. A stabilirlo è la Corte Europea dei diritti umani, che ha condannato il nostro Paese per aver maltrattato, in particolare, un manifestante, Arnaldo Cestaro, che fece ricorso: l’uomo, all’epoca 62enne, fu picchiato più volte e riportò fratture multiple. L’Italia dovrà risarcirlo con 35mila euro. La condanna al nostro Paese, in più, riguarda la mancanza di una legislazione adeguata a punire il reato di tortura. (Leggi tutta la notizia qui)

 

4 – L’assessore ex-magistrato: «A Roma più corruzione tra burocrati che tra politici»

C’è più corruzione tra la burocrazia che tra i politici. La fotografia arriva da Roma, ed è firmata Alfonso Sabella, assessore alla legalità della Capitale dopo il ciclone di Mafia Capitale. Le sue parole sullo stato di salute del Campidoglio fanno riflettere: «È una macchina amministrativa totalmente fuori controllo. Paradossalmente ai miei tempi a Palermo le carte erano tutte al loro posto, voglio dire veniva  garantita una loro regolarità formale. A Roma no, da tre mesi e passa sto firmando una serie di richieste di annullamento di gare in autotutela». (Leggi tutta la notizia qui)

 

5 – Operaio uccide il suo capo: temeva il licenziamento

Lo ha aspettato al mattino sotto casa, per poi freddarlo a colpi di pistola. La vittima chiama Francesco Sodini, viveva nella periferia di Lucca ed era caporeparto di una Cartiera. Ad ucciderlo, Massimo Donatini, pure lui dipendente della stessa azienda. Sembra che all’origine del gesto ci fosse il timore di quest’ultimo di essere licenziato. L’uomo avrebbe addirittura percorso a piedi 8 chilometri per arrivare a Lucca e sparare al caporeparto. Poi è andato a costituirsi. (Leggi tutta la notizia qui)

 

6 – Per divorziare basterà Facebook

 

A smartphone user shows the Facebook application on his phone in Zenica, in this photo illustration

 

Potrà sfruttare Facebook per notificare al marito la sua intenzione a divorziare. È quanto stabilito dalla Corte Suprema di Manhattan, che ha concesso a una donna di New York la possibilità di sfruttare il noto social network per recapitare al marito i documenti del divorzio. L’ex-coniuge, infatti, dal 2011 non ha fissa dimora, e contatta la donna solo via telefono. Il giudice ha deciso così che, per ottenere il divorzio, alla donna sarà sufficiente inoltrare all’ex-marito i documenti per tre settimane consecutive. Al termine, il divorzio diventerà effettivo, a prescindere dalle risposte del marito. (Leggi tutta la notizia qui)

 

7 – Un tasto consentirà integrazione tra Facebook e Whatsapp

Per ora sono solo prove tecniche, ma presto potrà essere realtà. Facebook sta studiando un pulsante di interazione con Whatsapp, applicazione di messaggistica istantanea acquisita a febbraio da Zuckerberg. Il tasto permetterebbe di inviare ai propri contatti i contenuti di un post sul social network. (Leggi tutta la notizia qui)

 

8 – Come si chiamerà il Royal Baby? I bookmakers si scatenano

Come si chiamerà il prossimo figlio di William e Kate? Alice, o forse Charlotte. E se è un maschio? James o Arthur. Questi sono alcuni dei nomi dati per favoriti dai bookmakers inglesi, messi in classifica dalla rete tv Cbc, a pochi giorni dal possibile parto (il royal baby è atteso per la seconda metà di aprile). Pare sia stato invece scartato con fermezza il nome “Diana”. (Leggi tutta la notizia qui)

 

9 – Lei si chiama King, lui Burger. Si sposano, e Burger King paga tutte le spese

Lui si chiama Joel Burger, lei Ashley King. Nomi normali, che non suonano per nulla particolari se non fosse che, accostati, vanno a creare il nome di una nota catena di fast food. Così nell’Illinois succede che i due, fidanzati da tempo, abbiano deciso di sposarsi, e capita che poi abbiano ricevuto una sorpresa alquanto speciale: Burger King ha scoperto del loro matrimonio e gli è piaciuto. Tanto da decidere di pagare tutte le spese del giorno. «Tutto ciò che vogliamo è che vivano il più felice possibile. E che magari chiamino il loro primmo figlio Chicken Fry», scherzano dal fast food. (Leggi tutta la notizia qui)

 

10 – Pasquetta, rientro incubo: 4 incidenti sull’A4

 

code autostrada

 

Il meteo di Pasquetta è stato gradevole, ma il rientro dalla giornata fuori porta è stato da incubo in molte zone d’Italia. Una delle strade che più ha sofferto nella giornata di ieri è stata la A4, Milano-Venezia, sulla quale si sono registrati ben 4 incidenti: tra Montebello e Soave, tra Soave e Verona Est, tra Padova Ovest e Grisignano e tra Brescia Centro e Brescia Est. (Leggi tutta la notizia qui)

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia