Il programma

A Parre in arrivo una serata a ritmo di rock, tra buona musica e buona birra

Seconda edizione del Winter Rock Festival in Val Seriana. Sarà sabato 18 gennaio a partire dalla ore 18 nella tecnostruttura rinnovata e riscaldata del Pala Don Bosco

A Parre in arrivo una serata a ritmo di rock, tra buona musica e buona birra
Val Seriana, 16 Gennaio 2020 ore 08:00

Sabato 18 gennaio, dalle 18 fino alle prime ore della notte, vi aspetta la settima edizione del “Winter Rock Festival”, un’edizione davvero da non perdere, ricca di gruppi che vi faranno scatenare. Il tutto si terrà sotto la splendida tecnostruttura rinnovata e riscaldata del “Pala Don Bosco” all’Oratorio di Parre. Il menù sarà decisamente rock e, come l’anno scorso, potrete gustarlo non perdendovi nemmeno un secondo dei gruppi che si alterneranno sul palco).

Il primo gruppo che si esibirà sul nostro palco, BigBang – The history of rock vi farà fare un viaggio nella storia del rock dal “Brodo primordiale” del rock & roll fino ai giorni nostri, tutto in una sola notte.

3 foto Sfoglia la gallery

Il secondo gruppo che si esibirà: Chuck Fryers Band. Chuck «Chris» Fryers, cantante e chitarrista inglese, con alle spalle una lunga esperienza di rock’n’roll, blues e country dai primi anni ’60 ad oggi, ha suonato e improvvisato jam sessions con musicisti del calibro di Tony Sheridan (primo vocalist dei Beatles), Stevie Winwood (Traffic), Noel Redding (bass di Jimi Hendrix), Ritchie Blackmore (DeepPurple). Nel 1965 viene in Italia con il gruppo «The Sorrows» con i quali incide diversi dischi di successo tra i quali la famosa «Take a heart». La band poi cambierà nome in «Chris & The Sorrows» di cui è noto l’LP «Old songs new songs». Negli anni successivi Chuck Fryers si è fatto notare militando nei «Three» di Thane Russal, con la «Treves Blues band» e la «Baker Street band» . Suo è anche il riff di chitarra di “Svalutation” di Adriano Celentano.

Last but not least, gli Sticky fingers, band tributo ai Rolling Stones. Grazie alla compattezza di Andrea Astori alla batteria, il groove di Fabio Mapelli al basso, gli intrecci di Bardo e Matteo Acuto alle chitarre, e alla carica di Stefano Florenzano alla voce, gli Sticky Fingers si affermano come la Rolling Stones tribute band italiana di riferimento. Stefano Florenzano si propone come vera incarnazione di Mick Jagger : le movenze, le espressioni, la vocalità, gli abiti vengono totalmente replicati.

Info: info@prolocoparre.com – Cell. 3317740980.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia