Una domenica diversa

Ad Ardesio c’è una novità: tra le capre e gli asinelli in fiera arrivano pure le pecore da latte

Un doppio evento amato in tutto il territorio e che negli anni ha regalato anche un soprannome agli abitanti del paese, ricordati come “i cavre dè ardés” (le capre di Ardesio)

Ad Ardesio c’è una novità: tra le capre e gli asinelli in fiera arrivano pure le pecore da latte
Val Seriana, 08 Febbraio 2020 ore 07:30

di Angelo Corna

Nelle vie del centro storico di Ardesio ancora risuonano i campanacci della famosa Scasada del Zenerù, sagra che ha visto il suo epilogo nella notte di venerdì 31 gennaio. Ma gli ardesiani, da sempre fedeli alle tradizioni e al folklore, sono pronti per un secondo, grande weekend di festa e allegria. L’appuntamento da non perdere è per domenica 9 febbraio con la 21° Fiera delle Capre e la 19° Fiera dell’Asinello. Un doppio evento amato in tutto il territorio e che negli anni ha regalato anche un soprannome agli abitanti del paese, ricordati come “i cavre dè ardés” (le capre di Ardesio).

«Lo scopo principale della manifestazione è dare lustro e risalto alla figura del contadino e dell’allevatore di montagna – commenta Simone Bonetti, presidente della ProLoco -. La fiera permette ai piccoli allevatori di mettere in mostra i propri capi, portandoli al centro dell’attenzione e premiando gli animali più belli. Anche quest’anno sono previste circa 50 aziende, per un totale di oltre 400 esemplari. Tra le novità di questa edizione c’è Andrea Messa, dell’associazione Grani dell’Asta del Serio, che in collaborazione con il Festival del Pastoralismo presenterà il progetto “P.A.N. Il ritorno della pecora da latte”. Presso l’asilo, dalle 10 alle 16, si tiene la Baby Patente Agricola, un percorso per i più piccoli da compiersi a bordo di trattori a pedali, mentre all’oratorio è presente la Fattoria Didattica Esotica dell’azienda agricola Rocco di Crema, con cammelli, lama, pony e pappagalli parlanti».

8 foto Sfoglia la gallery

Non mancano gli appuntamenti correlati. Nella giornata di sabato 8 febbraio doppio convegno al Cineteatro dell’Oratorio. Alle 10 è prevista la proiezione del documentario La natura ci sorprende di Baldovino Midali, mentre alle 20.30 si tiene la XIV° edizione del convegno “Vivere in montagna: protagonisti!”. A seguire, proiezione del documentario Orobie: il mio piccolo Mondo, con l’intervento del direttore della Latteria Sociale di Branzi Francesco Maroni che parlerà delle potenzialità della Bergamo Cheese Valley. Ospiti della serata Giacomo Tiraboschi e Vincenzo Venuto, collaboratori della famosa trasmissione televisiva Melaverde.

Fulcro della fiera sarà però la giornata di domenica 9 febbraio. Gli allevatori raggiungeranno Ardesio alle prime luci dell’alba, in tempo per le iscrizioni che prendono il via alle 7. Dalle 9.45 ha inizio il concorso caprino, con le premiazioni effettuate al termine di ogni valutazione. A seguire, degustazione di salumi e formaggi, mentre dalle 12.15 pranzo convenzionato nei migliori bar e ristoranti di Ardesio. Il programma riprende nel pomeriggio: alle 15.30 il concerto di Massimo Giuntini, maestro della cornamusa ed ex componente dei Modena City Ramblers, alle 11 e alle 14 si esibiranno invece gli Amis de L’Osteria. Alle 15 visita guidata gratuita al Santuario della Madonna delle Grazie a cura di ViviArdesio e alle ore 17 estrazione dei biglietti della Lotteria della Fattoria. Per tutta la durata dell’evento ci saranno poi bancarelle con stand di prodotti tipici, attrezzature agricole, artigianato locale e abbigliamento del settore.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia