Le perle dai campi

Il bello della giornata di Serie A per quelli che se lo sono perso

Il bello della giornata di Serie A per quelli che se lo sono perso
29 Settembre 2014 ore 10:40

CHE GOL!
Attenzione, arriva la bomba. Se la inventa Mattia Destro nei minuti finali di Roma-Verona. Non ci è dato sapere a cosa pensi un calciatore nell’attimo prima del tiro, e se pensi, tantomeno quando ci prova da metri quaranta o più. Sta di fatto che Destro è in quell’attimo che decide: «Ci provo, la sparo». Allora inarca la schiena, abbassa il bacino e leggermente piegato colpisce il pallone che prima è una palombella e poi un miracolo di traiettoria. Gol così le hanno segnati in pochi. Una volta ci riuscì Miccoli in un Palermo-Chievo. Un’altra, sempre in tempi recenti, Quagliarella. Ovviamente il capostipite dei realizzatori per eccellenza è lui: Diegol. E infatti i giornali di oggi: «Destro, un gol come Maradona». Lui: «Un gol così lo cercavo da tempo». Dopo Mattia è andato ad abbracciare Garcia, il suo allenatore, che, anche a spezzoni, gli dà sempre una possibilità.

 

http://youtu.be/c6LgIeupz6U

 

L’UOMO IN PIU’
Possibilità che Zeman ha dato a Ekdal, e quello, a San Siro contro l’Inter, ne ha fatti tre. Tutti nel primo tempo. «Come ti senti?», gli hanno chiesto all’intervallo. Ekdal si è presentato con il pallone sottobraccio e ha risposto: «Bene, li dedico tutti alla mia ragazza e anche agli amici che stanno qui in tribuna». Prima della partita l’allenatore boemo gli aveva spiegato che il Cagliari avrebbe potuto prendersi i tre punti con l’aggressività, la voglia, il gioco alto. L’Inter proprio non ne aveva. E allora Ekdal e tutti i rossoblù sono partiti veloci, sbagliando poco, spingendo molto. Su Instagram, a fine partita, la squadra si è fatta un selfie. Inter-Cagliari 1-4: momenti da instagrammare, insomma.

 

http://youtu.be/nuEie6RqUw8

 

SHOW-TIME
Come quelli che la Genova blucerchiata ricorderà per tutta la vita. Perché un derby, si sa, è per sempre. Persino Boban, che la partita l’ha commentata a Sky, dopo ha tenuto a precisare: «Da anni non vedevo una grinta del genere. Sembrava il campionato argentino». In effetti Genoa-Sampdoria ha regalato tensione ancora prima che spettacolo. Primo tempo aggressivo, secondo ricco di cartellini. Sugli spalti i genoani avevano preparato una coreografia incredibile, ricordando a tutti che la prima squadra di calcio in Italia è nata proprio qui. Però sul campo la decide Gabbiadini, con una punizione a giro sul secondo palo. Era un cross, ma è entrata lo stesso.

 

http://youtu.be/xh88g9l-bpU

 

HANNO DETTO
Prima del derby hanno chiesto al presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, di fare della cinematografia. «Presidente, ci dia un titolo». E quello: «Attenti a quei due. Perché Mihajlovic non vuole perdere, e io voglio vincere». Ma non si è mica fermato lì: «Io porto l’anello al dito, saluto la D’Amico, e la porterei volentieri a cena a Ostia Lido». Peccato che in studio ci fosse solo Daniele Adani. Ma visto che il presidente blucerchiato ci ha regalato una domenica di spettacolo, chiudiamo con un’altra sua perla: «Se ho preparato l’esultanza? Non sono un prete che esulta, sono il presidente di una squadra di calci»”. A fine partita lo hanno dovuto portare via: non voleva smetterla di correre sotto la Curva.

RISULTATI E CLASSIFICHE

5° Giornata:

ROMA-VERONA 2-0 (Florenzi, Destro)
ATALANTA-JUVENTUS 0-3 (Doppietta di Tevez, Morata)
SASSUOLO-NAPOLI 0-1 (Callejon)
TORINO-FIORENTINA 1-1 (Quagliarella, Babacar)
INTER-CAGLIARI 1-4 (Sau, Osvaldo, tripletta di Ekdal)
CESENA-MILAN 1-1 (Succi, Rami)
CHIEVO-EMPOLI 1-1 (Meggiorini, Pucciarelli)
GENOA-SAMPDORIA 0-1 (Gabbiadini)
UDINESE-PARMA (oggi, ore 19)
LAZIO-PALERMO (oggi, ore 21)

CLASSIFICA: Juventus, Roma 15; Sampdoria 11; Udinese 9; Inter, Milan, Verona 8; Napoli 7; Fiorentina 6; Genoa, Torino, Cesena 5; Cagliari, Chievo, Atalanta 4; Palermo, Lazio, Parma, Empoli, Sassuolo 3.

PROSSIMO TURNO: Verona-Cagliari, Milan-Chievo, Empoli-Palermo, Udinese-Cesena, Sampdoria-Atalanta, Parma-Genoa, Fiorentina-Inter, Lazio-Sassuolo, Juventus-Roma, Napoli-Torino.

MARCATORI: Tevez, Osvaldo 4 gol; Honda, Vazquez, Icardi, Menez, Cassano, Ekdal, Callejon 3 gol.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia