Le perle dai campi

Il bello della XXIV giornata di A per quelli che se lo sono perso

Il bello della XXIV giornata di A per quelli che se lo sono perso
23 Febbraio 2015 ore 10:08

CHE GOL!

Minuto 33 del secondo tempo. Lazio e Palermo sul pari, sembra finita lì. Antonio pié veloce prende palla, salta tutti quelli che può e fa partire un missile sotto il sette. È di Candreva il gol più bello di questa (metà) giornata, e premia la Lazio di Pioli che continua a inseguire il sogno Champions League. Una serpentina conclusa in una saetta. Ma il peggio deve ancora venire. Il centrocampista corre sotto la curva per festeggiare con i tifosi. Balzello e oplà: scivolone sulla piazzola di cemento davanti all’ingresso della curva e problema alla coscia sinistra. Risultato: sostituito. Pioli lo rincuora: «Ci sta andare a festeggiare sotto la curva». Quando si dice gioie e dolor…

 

http://youtu.be/GjxgTL-hULY

 

L’UOMO IN PIU’

L’uomo in più sta invece sull’altra sponda del Tevere, quella giallorossa, è Francesco Totti. Il capitano della Roma segna il gol numero 297 della carriera contro il Verona. Ma dietro c’è il giallo. «Aspetta», dice lui, Totti, mentre si adagia in panchina ovviamente rivolto all’allenatore Garcia. Che in conferenza stampa dice: «Mi auguro che quando qualcuno esce non sia mai felice perché vuole giocare. Il capitano è uno di questi. Non cercate problemi dove non ci sono, grazie». Totti è l’eternità che non c’è. Infinito, sì. Ma la vecchiaia arriva per tutti, e ormai è arrivata anche per lui. Adesso lo chiamano «vecchietto terribile», e passi. Ma di questo passo diventerà un rincalzo.

 

http://youtu.be/u521id6H9Z8
SHOW-TIME

Finiremo per ammetterlo tutti: l’Empoli gioca il miglior calcio d’Italia. Essenzialmente i motivi sono due. Il primo: è l’unica squadra con molti italiani. Il secondo: Sarri è un grande allenatore. L’ultima vittoria arriva contro il Chievo, in uno scontro salvezza memorabile. Lo fa con un 3-0 edificante, che – di fatto- dovrebbe aver chiuso il discorso salvezza. Su un traversone dalla destra di Valdifiori, Rugani stacca e segna il vantaggio. Il Chievo non ci sta, ma nel secondo tempo i toscani chiudono. Palla in mezzo, ci si catapulta sopra Maccarone e con un destro mette dentro il secondo. Sfiorano il tris Saponara e Valdifiori, ma il terzo lo segna ancora Maccarone autore di un rasoterra incrociato che sorprende un Bizzarri non certo esemplare. L’essenza dell’Empoli la spiega poi Sarri in sintesi: «Qui si fa calcio vero».

 

http://youtu.be/ZN67HzzJTPw
HANNO DETTO

Finto no, ma di un altro calcio si parla a Parma. I tifosi hanno protestato davanti allo stadio perché non si è giocata la gara contro l’Udinese. Davanti ai cancelli del Tardini hanno appeso un cartello con su scritto: «Chiuso per rapina». E poi c’è il solito Ferrero. Rinviato il derby di Genova, il presidente della Sampdoria consola tutti con la solita filastrocca alla D’Amico: «È bella come l’alba del Libano». Ma (c’è un ma) «Buffon comprate il mosquito! Perché io me so fatto la torpedo blu». Insomma, se son rose. Sono invece seccature quelle che riceve il povero Pippo Inzaghi da Berlusconi: «Il presidente mi è molto vicino. Mi telefona quando dormo». Good morning Mister.

 

RISULTATI E CLASSIFICHE

24° Giornata:

JUVENTUS-ATALANTA 2-1 (Migliaccio, Llorente, Pirlo)
GENOA-SAMPDORIA (rinviata al 24/2 per impraticabilità del campo)
EMPOLI-CHIEVO 3-0 (Rugani, Maccarone, Maccarone)
LAZIO-PALERMO 2-1 (Dybala, Mauri, Candreva)
MILAN-CESENA 2-0 (Bonaventura, Pazzini su rigore)
VERONA-ROMA 1-1 (Totti, autogol di Keita)
FIORENTINA-TORINO 1-1 (Salah, Vives)
NAPOLI-SASSUOLO (23/2, ore 19)
CAGLIARI-INTER (23/2, ore 21)
PARMA-UDINESE (rinviata a data da destinarsi per i problemi economici del club emiliano)

LA CLASSIFICA: Juventus 57; Roma 48; Napoli 42*; Lazio 40; Fiorentina 39; Genoa*, Sampdoria 35*; Milan, Palermo, Torino 33; Inter 32*; Sassuolo 29*; Udinese 28*; Empoli 27; Verona 25; Chievo 24; Atalanta 23; Cagliari 20*; Cesena 16; Parma 10*.
*una partita in meno
Parma un punto di penalizzazione

PROSSIMO TURNO: Atalanta-Sampdoria, Chievo-Milan, Cagliari-Verona, Cesena-Udinese, Palermo-Empoli, Sassuolo-Lazio, Genoa-Parma, Inter-Fiorentina, Torino-Napoli, Roma-Juventus.

MARCATORI: 14 gol: Tevez; 13 gol: Icardi; 12 gol: Dybala, Menez, Higuain; 10 gol: Gabbiadini; 9 gol: Callejon, Quagliarella, Di Natale, Toni; 8 gol: Thereau, Ljajic, Zaza, Mauri.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia