Un tuffo nella loro tradizione

Il capodanno cinese in 40 foto

Il capodanno cinese in 40 foto
21 Febbraio 2015 ore 14:56

Il computo dei mesi cinesi segue fedelmente il novilunio e la tradizionale festa di primavera (o capodanno) coincide con la seconda luna nuova che segue al solstizio d’inverno, motivo per cui l’evento cade tra il 21 gennaio e il 19 febbraio del calendario gregoriano. Nel 2015, il 19 febbraio è iniziato l’anno della Capra. Secondo lo zodiaco cinese, per il quale ogni essere umano eredita le caratteristiche proprie dell’animale che presiede l’anno della sua nascita, i nati sotto il segno della Capra (o della Pecora) sono considerati generosi, creativi, onesti, ottimi amici, timidi, ma sono, di contro, pessimisti e insicuri.

La sontuosa e variopinta festa bisettimanale, che culmina con la tradizionale cerimonia delle lanterne, vede come protagonista il leggendario mostro Nian, che terrorizzava il popolo una volta all’anno, uscendo dalla tana e cibandosi di carne umana. Per sconfiggerlo, forti rumori e colore rosso, tradizioni che oggi sono confluite in un tripudio di suoni, canti e onde scarlatte e vermiglie di tessuti e decori nelle strade delle città e dei quartieri cinesi. Mancano ancora più di 10 giorni alla fine dei festeggiamenti, eppure il mondo s’è già colorato di rosso, il colore propiziatorio e tradizionale. Seppure si tratti di una cultura così distante e diversa dalla nostra, i sentimenti di gioia hanno invaso anche noi nell’assistere a una tale esplosione di emozioni in tutti gli angoli del mondo. Abbiamo pertanto deciso di portarvi con noi in un viaggio virtuale attraverso 40 foto che ripercorrono i festeggiamenti che ci sono già stati di questa meraviglia orientale. Buon divertimento.

40 foto Sfoglia la gallery

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia