Lunedì 3 ottobre la presentazione

Celadina più a colori grazie a Blu Il writer con chi occupa le case

04 Ottobre 2016 ore 03:00

Uno dei maggiori dieci writer del mondo è venuto a Bergamo, a Celadina, in via Monte Grigna, a portare il proprio contributo al percorso di lotta per la casa sostenuto da Asia (Associazione Inquilini e Abitanti) e dal Comitato di lotta per la casa di Bergamo. È Blu, recentemente portato all’onore delle cronache per aver cancellato le sue opere dai muri di Bologna. Il motivo è semplice: nei mesi scorsi alcuni dei graffiti dell’artista nel capoluogo emiliano erano stati staccati, senza il suo consenso, per venire esposti in una mostra dal titolo Street Art – Banksy & Co. L’arte allo stato urbano che, con duecentocinquanta opere, aveva il fine dichiarato di raccontare e salvare l’arte delle strade.

 

14522710_671040386397299_6527419545145695321_n

 

Ma Blu continua a creare capolavori, affiancando quel mondo antagonista da cui proviene (è emerso dal mondo dei centri sociali). E ha dato vita a un’opera d’arte che rientra nel percorso di riqualificazione dal basso portato avanti dal comitato e dagli abitanti sull’edificio occupato all’angolo tra via Daste e Spalenga e via Monte Grigna. Un murale dal chiaro significato e dal forte valore simbolico. C’è anche una conferenza di presentazione, oggi (lunedì 3 ottobre) alle 15, a cui sono invitati abitanti, giornalisti e appassionati d’arte. Seguirà un’abbondante merenda in strada offerta dal Comitato.

 

 

L’occupazione. L’edificio della via è occupato da ormai più di due anni fa da diverse famiglie, studenti e lavoratori. La zona stessa è diventata un simbolo per la lotta per la casa, con tanto di festa: l’ultima a metà settembre, dal nome Celada in Strada. «Qualcuno la chiama cittadinanza attiva – si legge nella presentazione della festa -, altri partecipazione. Per noi è l’unico modo di stare al mondo e provare a costruirne uno migliore. Per il terzo anno consecutivo torniamo in strada a rivendicare la centralità delle periferie e dei territori. Mentre ci viene detto che a Bergamo non c’è emergenza casa 10mila famiglie sono al di sotto della soglia di povertà, migliaia di persone aspettano una casa popolare e i pignoramenti sono in continuo aumento».

Chi è Blu. Un vero talento proveniente da Senigallia che di mestiere fa appunto il writer, ovvero, colui che esegue graffiti sui muri delle città di tutto il mondo. Blu naturalmente è un nome d’arte e sembra nessuno conosca il suo vero nome, a differenza della sua fama resa nota nel 2011 dal Guardian, che lo ha annoverato tra i dieci migliori writers al mondo. Si tratta di un personaggio molto riservato che viaggia continuamente ed ovunque, narrando della sua vita soltanto attraverso gli spettacolari murales che realizza in ogni città; egli, infatti, cerca di non comparire mai in pubblico né di farsi fotografare, tenendo nascosto persino il suo vero nome.

I primi lavori di Blu writer risalgono al 2000 e sono stati realizzati sia nella sua città natale che a Bologna, ma non sono stati presi in considerazione come già allora meritavano. In Italia oggi possiamo trovare le sue opere a Roma, ma anche in Sicilia e Sardegna e altre città, oltre che in tanti altri luoghi europei ed oltreoceano. Ciò che contraddistingue Blu è il fatto che egli accompagni le sue opere con un chiaro messaggio ideologico volto alla politica, alle lobby ed altro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia