Dal sito di Focus, tutte le foto

I nove posti più protetti del mondo

I nove posti più protetti del mondo
31 Luglio 2014 ore 13:39

Il sito della rivista «Focus» ha individuato i nove posti più protetti del mondo. Eccoli.

Fort Knox, USA

fort-knox.900x600
La riserva militare dello stato del Kentucky, negli Stati Uniti, che contiene riserve monetarie e auree.

 

Zona demilitarizzata tra Corea del Nord e del Sud

jsacorea.900x600
La zona demilitarizzata tra Corea del Nord e Corea del Sud (ZDC), quella che attraversa il famigerato 38° parallelo. Si estende per 248 km ed è larga 4 km. È una zona cuscinetto, creata alla fine della guerra di Corea, nel 1953. All’interno vi si trova la Military Demarcation Line, o linea di demarcazione coreana, attestata sulla posizione del vecchio fronte di guerra. A discapito del nome, la zona “demilitarizzata” è sottoposta a una elevatissima sorveglianza militare.

 

I caveau della Chiesa Mormone, Utah

mormon.900x600
I caveau della Chiesa Mormone si trovano nello Utah, dentro una montagna di granito. Custodiscono documenti genealogici e storici appartenenti ai seguaci. Il livello di sicurezza è molto alto, e comprende guardie armate e sensori di movimento e di calore.

 

Il fiume Tumen, tra Russia, Corea del Nord e Cina

tumen_river.900x600
Il Fiume Tumen è russo, nordcoreano e anche cinese. La geopolitica fa di questi scherzi, a volte. Data la posizione controversa, il luogo è altamente sorvegliato, per impedire ingressi clandestini da un paese all’altro e per controllare i traffici illegali.

 

Federal Reserve, New York

federalreserve477773363.900x600
La Federal Reserve di New York è il cuore d’oro della città statunitense. Nei caveau sotterranei sono chiusi i depositi auriferi non solo degli USA, ma anche di altri paesi.

 

Archivi Segreti Vaticani

archivio.900x600
Gli Archivi Segreti Vaticani (Archivum Secretum Apostolicum Vaticanum) sono gli archivi centrali della Santa Sede. Sono stati fondati più di un millennio fa e si snodano per 85 km sotto ai Musei. Al di là delle leggende (e dei romanzi) a cui hanno dato fiato, possono essere in gran parte consultati da persone accreditate, come ricercatori e studiosi. Più precisamente, a partire dal 1924, il papa concede l’accesso sulla base di un limite cronologico che, attualmente, risale alla fine del pontificato di Pio XI, cioè al febbraio 1939. Fanno eccezione l’Archivio del Concilio Vaticano II (1962-1965); l’ Ufficio Informazioni Vaticano, Prigionieri di Guerra (1939-1947), il fondo Commissione Centrale per l’Arte Sacra in Italia (1924-1989) e il fondo Censimento degli Archivi Ecclesiastici d’Italia (1942).

 

Area 51, Nevada

area51.900x600
La famigerata Area 51, nel Nevada. Gli appassionati ufologi (e non solo) ci si sono sbizzarriti, ma in realtà l’area è inaccessibile perché vi si svolgono esperimenti militari.

 

Il bunker di Stoccolma

banhof.900x600
Il bunker di Stoccolma che contiene il provider Banhof, quello dei documenti di Wikileaks.

 

Il Boeing 747 del Presidente USA

af1v.900x600
L’Air Force One, il Boeing 747 del Presidente degli Stati Uniti. Dotato di un sistema antimissilistico, ha un’autonomia che gli permette di viaggiare per 7800 km senza dovere fare rifornimento.
Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia