Qualche video per provarla

La novità di Gardaland 2017 In volo con la realtà virtuale

La novità di Gardaland 2017 In volo con la realtà virtuale
22 Marzo 2017 ore 07:00

Due settimane o poco più, poi Gardaland riaprirà i battenti. È previsto infatti per l’8 aprile l’inizio della nuova stagione primavera-estate del parco divertimenti più grande d’Italia situato sulle rive del lago di Garda. E, per l’occasione, sarà anche inaugurata la nuova attesissima attrazione: Shaman. A differenza del passato, però, nessuna infrastruttura ipertecnologica, visto che Shaman prende vita a bordo delle storiche montagne russe di Gardaland, le Magic Mountain aperte nel 1984 e, allora, uniche in Italia. La novità sta nel fatto che potranno essere vissute indossando dei visori VR, ovvero di realtà virtuale, che ci porteranno nel mondo onirico degli Indiani d’America.

 

Un video di Parksmania:

 

L’esperienza è di quelle uniche, in grado di abbinare il più classico (ma mai fuori moda) divertimento del doppio giro della morte con una tecnologia all’avanguardia che ci farà credere di essere a bordo non di una normalissima montagna russa, ma di un’aquila gigante, tra le Montagne Rocciose e gli spiriti che abitano una cultura tanto affascinante quanto lontana da noi. La scorsa settimana, in occasione della presentazione alla stampa dell’attrazione, Gardaland ha chiamato un testimonial d’eccezione: il pilota di MotoGP Andrea Iannone, che nel moto mondiale che partirà il prossimo weekend sarà alla guida di una Suzuki. In un’atmosfera da paddock, affiancato da un team di ingegneri e meccanici professionisti del divertimento, il pilota della “classe regina” si è lasciato letteralmente trasportare in un’altra dimensione: ha indossato i visori per la realtà virtuale e si è lanciato nella spettacolare avventura di Shaman attraverso il volo di un’aquila che lo ha trasportato oltre i confini nel misterioso mondo degli spiriti degli Indiani d’America.

 

https://www.youtube.com/watch?v=CHqZc2yz8pg

 

«Non mi aspettavo assolutamente che una montagna russa potesse fare questo effetto – ha dichiarato a fine corsa Iannone -. Mi sembrava davvero di essere sul dorso di un’aquila. Questa esperienza è qualcosa di incredibile, che non avevo ancora mai provato prima d’oggi». È poi stato Luca Marigo, Sales & Marketing Director di Gardaland, a spiegare menglio cosa significa salire su Shaman: «I passeggeri si troveranno in un crescendo di emozioni. Il doppio giro della morte, i due avvitamenti laterali e l’elica finale che caratterizzano l’attrazione, diventeranno vere e proprie acrobazie aeree. L’esperienza sarà davvero unica: un mix di adrenalina data dal percorso dell’attrazione e un coinvolgente effetto visivo e sonoro per il contenuto della Virtual Reality».

 

 

L’esperienza è stata studiata e realizzata dai tecnici del parco divertimenti prendendo a modello il Bush Flying, una tipologia di volo molto particolare e alla cui base c’è la ricerca di forti emozioni. In realtà, però, il Bush Flying nasce come operazione effettuata da velivoli nelle aree più inospitali del pianeta per ragioni di necessità: quando non esistono piste di atterraggio, le condizioni del terreno sono inagibili (come spesso quelle meteorologiche), entrano in azione i bush pilot in grado di far atterrare l’aereo anche su superfici impensabili. Nata tra Alaska, Africa, Australia, giungle del Sud America e Papua Nuova Guinea, questa tipologia di volo era inizialmente utilizzata per portare cibo, medicine o soccorso nelle zone più isolate. Si è poi diffuso anche per controlli o ricerche a sfondo geologico, faunistico, esplorazione ed escursionismo. È proprio dallo studio del Bush Flying che è nata l’idea di Shaman, tant’è che in occasione della presentazione alla stampa, Gardaland ha pensato di realizzare anche una dimostrazione pratica di volo con l’ex pilota di jet militari, Fabio Guerra, che ha simulato il volo dell’aquila di Shaman con atterraggio in uno spazio di frenata di appena venti metri ai piedi del monte Baldo, a ridosso del lago di Garda.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia