Le foto degli interni, lussuosissimi

Ecco l’aereo più grande del mondo

Ecco l’aereo più grande del mondo
08 Agosto 2014 ore 10:59

Nella tarda serata del 3 agosto è atterrato a Malpensa un aereo. Cosa scontatissima, all’apparenza; un po’ meno se si considera che a bordo del velivolo c’era la possibilità di sorseggiare cocktail comodamente seduti al bar, girare per negozi e avere intere e lussose camere tutte per sé. È l’Airbus A380, il più grande aereo di linea del mondo, accolto con orgoglio al Terzo Satellite di Malpensa durante la tratta Londra-Singapore.

È la prima volta che questo monumentale aereo poggia il proprio carrello sul suolo italiano: questo grazie alla recentissima realizzazione delTerzo Satellite, il nuovissimo hub (nodo di smistamento) di Malpensa, una struttura di 35mila metri quadrati pensata appositamente per accogliere aerei come l’A380. Un terminal colossale, ancora in costruzione peraltro, visto che i lavori verranno ultimati solo nel 2015. Ma è possibile usufruirne già ora, e questo rende ancora più salda la partnership fra Malpensa e Singapore Airlines (il marchio detentore degli A380).

8 foto Sfoglia la gallery

Costi, capienza e voli di prova. Terzo al mondo per dimensioni ma primatista assoluto per capienza, l’A380 è un aereo di linea quadrimotore a doppio ponte, in grado di trasportare 853 persone in versione charter o 525 nella tipica configurazione a tre classi. Il primo volo di prova è avvenuto il 27 aprile 2005. La prima consegna è stata effettuata il 15 ottobre 2007 alla compagnia aerea Singapore Airlines, che il 25 ottobre ha realizzato il volo inaugurale, da Singapore a Sydney. Dopo le prove con il solo equipaggio, il 4 settembre 2006 è decollato da Tolosa un volo con passeggeri a bordo, con l’obiettivo di testare le condizioni di comfort all’interno dell’aereo. I 474 passeggeri “cavie” sono dipendenti che si erano offerti come volontari. Questa prima simulazione di volo di linea, con arrivo allo stesso aeroporto di Tolosa, è durata circa sette ore. Ad oggi, è un aereo disponibile per ogni compagnia aerea che abbia in cassa 500 milioni di euro da spendere.

Tutti i comfort possibili. L’A380 ha 12 suite, 86 posti in business class e 311 in economy class. All’interno, una vasta gamma di comodità: dalle docce personali al wi-fi, dal bar ad alcuni negozi fino ad una scelta di 1.800 canali televisivi internazionali; e, ovviamente, un’amplissima scelta di menù e cibi tipici di tutto il mondo.

 

Airbus_A380_seatmap

 

Inquina la metà di un’automobile. Positivi anche i dati relativi all’impatto ambientale. L’A380 consuma fino al 20 percento di carburante in meno per posto a sedere rispetto all’aereo concorrente più simile, rappresentando il progresso più significativo sul piano della riduzione del consumo di carburante e delle emissioni degli ultimi quarant’anni: per intendersi, produce anidride carbonica per la metà di quelli che sono i limiti europei consentiti per le automobili prodotte dal 2008 in poi. Viaggia ad una maggior altitudine rispetto agli altri aerei (35.000 piedi), riuscendo a coprire più di 15.000 km con un solo pieno ad una velocità di crociera di 850 km/h, prodotta da motori targati Rolls Royce.

Qualche (piccola?) imperfezione. Non è tutto perfetto: è di un mese fa l’allagamento del piano superiore di un A380 in partenza da Melbourne a causa di un guasto all’impianto idraulico; tanta tecnologia rende gli equilibri meccanici dell’aereo estremamente delicati. Inoltre, nel 2012, per la seconda volta sono state scoperte delle microfessure nelle due semiali del velivolo. La scoperta, emersa dalle periodiche manutenzioni, è stata comunicata dalla società costruttrice all’EASA, l’agenzia europea di sicurezza del volo; le anomalie riguardano alcuni punti di connessione con il rivestimento esterno, causate dalle grandi sollecitazioni che l’aeroplano sopporta durante il volo, le quali non si devono manifestare affinché la tenuta di volo sia perfetta. È stato subito precisato, però, che quanto rilevato non impedisce all’aereo di volare normalmente. L’agenzia valuterà quali interventi devono essere effettuati per garantire la piena sicurezza dell’aeroplano.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia