Menu
Cerca
Festival

L’equilibrio sconfigge la gravità Tre giorni per ricordare Rastelli

L’equilibrio sconfigge la gravità Tre giorni per ricordare Rastelli
Eventi 07 Settembre 2018 ore 10:00

Al cimitero monumentale di Viale Pirovano una statua a grandezza naturale lo ritrae con un pallone in equilibrio sul dito. Alla sua morte, nel 1931, un critico tedesco scrisse che Dio, lassù, gli avrebbe concesso di continuare il suo numero anche in paradiso. Usando le stelle invece dei birilli. Enrico Rastelli, bergamasco, è il più grande giocoliere di tutti i tempi. Uno capace di far danzare cinque palloni di cuoio cuciti a corda, le braccia tese in equilibrio, le dita delle mani larghe a fermare la gravità. Nell’ambiente è considerato una leggenda. Corrono tutti in processione alla sua tomba, i funamboli d’oggi, “armati” di clave e palline, ma soprattutto di grande fantasia. Lo faranno anche domenica a mezzogiorno, nell’ambito del Rastelli Festival, nato tre anni fa per ricordare una vera icona di quell’arte. Il fulcro della kermesse, da venerdì 7 a domenica 9 settembre, è in Piazza Vecchia (e dintorni), nell’ambito della fitta programmazione de I Maestri del Paesaggio. Un serrato susseguirsi di esibizioni, tornei, veri e propri spettacoli e altro ancora, organizzato da Fondazione Teatro Donizetti in collaborazione con Comune di Bergamo e associazione Ambaradan, con la direzione artistica di Maria Grazia Panigada e di Lorenzo Baronchelli.

4 foto Sfoglia la gallery

Nella serata di venerdì (dalle 21) e nei pomeriggi di sabato e domenica (ore 15.30) un gruppo di giocolieri-attori si aggirerà per Piazza Vecchia e dintorni vestendo i panni di Ufo-Unidentified Flying Objects, trasformandosi in individui irriconoscibili e aggirandosi nello spazio manipolando oggetti non identificabili al ritmo di musica, in un’atmosfera surreale. A loro, nel pomeriggio di sabato, si unirà la compagnia francese Protocole con lo spettacolo “Oneshot#82”: in scena l’energia di cinque performer che, con l’aiuto della danza, dell’improvvisazione teatrale e della giocoleria, occupano uno spazio di sperimentazione, in un determinato tempo, per la creazione di eventi unici e non riproducibili. È attraverso l’improvvisazione che l’identità del collettivo si costruisce. Sempre sabato, in serata e al Teatro Sociale (ore 21.00) avrà luogo la Rastelli Night & Award, gran galà al quale parteciperanno alcuni dei giocolieri più interessanti del panorama internazionale, alternandosi ai finalisti della terza edizione del premio alla memoria di Enrico Rastelli…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo alle pagine 50-51 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 13 settembre. In versione digitale, qui.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli