Ce lo illustra il sito Writers at work

Ma gli scrittori, dove scrivono?

Ma gli scrittori, dove scrivono?
29 Luglio 2014 ore 15:55

Si fa presto a dire “scrittore”. Pensare a un mestiere che consista esclusivamente nello scrivere dovrebbe fare alzare non uno, ma due sopraccigli. In fondo, per sapere come funzionano tutti gli altri mestieri, basta andare in un posto. Ma a meno di essere un gatto, uno scrittore mica si può vedere, quando fa i libri. Un sito, Writers at work, soddisfa in parte la curiosità di sapere quali sono stati i paesaggi ispiratori di tanta letteratura mondiale. L’ideatore, il tedesco Ernst– Jan Pfauth, dice di avere iniziato per gioco, nel 2011. Oggi, la collezione si aggira intorno alle 400 fotografie. Ogni scrittore ha il suo “luogo di lavoro”. Non c’è un tavolo (o tappeto, o poltrona, o sedia ), che sia uguale agli altri: pieno di ammenicoli quello di Ray Bradbury, sobrio e austero quello di Isaac Singer.Che lo scrivente si sia messo in posa, o che finga di non accorgersi del fotografo, ogni fotogramma sembra racchiudere i misteri di una vocazione.

32 foto Sfoglia la gallery

 

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia