In città e provincia

Notizie su Bergamo, in poche righe (10-12 agosto)

Notizie su Bergamo, in poche righe (10-12 agosto)
11 Agosto 2014 ore 11:00

12 AGOSTO

 

1 – Muore 26enne di Luzzana in Alta Valle Seriana 

Un salto nel vuoto di 30 metri circa, all’altezza del rifugio Brunone, in Alta Valle Seriana: così è morto Steven Meni, 26enne di Luzzana. Il giovane stava salendo al rifugio insieme a un amico, quando, nel tentativo di prendere dell’acqua da un ruscello, è scivolato nel precipizio, battendo la testa sui massi. Immediati i soccorsi, ma non c’era più nulla da fare. Il decesso è avvenuto attorno alle 13.

 

2 – Brutto incidente a Villa di Serio, Galleria Montenegrone chiusa

Verso le 15.30 di martedì 12 agosto è avvenuto un brutto incidente a Villa di Serio, precisamente in Galleria Montenegrone. Due auto si sono schiantate frontalmente e una 50enne è stata estratta dalla lamiere in condizioni gravi. Le forze dell’ordine e i soccorsi hanno chiuso il traffico in entrambi i sensi di marcia.

 

3 – Schianto in A4 su auto rubata: un morto e un ferito

S’è conclusa con uno schianto contro un autocarro all’altezza di Seriate, sulla A4, la folle corsa di due uomini su di una Mercedes rubata. A pagarne le conseguenze più gravi il passeggero, un 35enne di Bernareggio (Monza-Brianza), morto poco dopo l’arrivo dei soccorsi. L’autista, invece, è un uomo residente a Brivio (Lecco), ferito ma non in pericolo di vita: il suo nome è Heyn Ryon James, 26enne originario del Regno Unito. È stato arrestato questa mattina con l’accusa di omicidio colposo. Nel suo sangue tracce di alcol. Dopo aver rubato il veicolo, i due si sono fermati a fare rifornimento in un’area di sosta, senza pagare. Si sono poi lanciati in una fuga a oltre 200 km/h sull’autostrada, fino allo schianto con l’autocarro. Nessuna conseguenza per il camionista. Il mezzo ha poi tamponato un’auto sulla quale viaggiava una famiglia con una piccola di 9 mesi. Fortunatamente per loro nessuna conseguenza.

 

4 – Nubifragio provoca danni in città e provincia

Si è abbattuto ieri, lunedì 11 agosto, un fortissimo nubifragio su tutta la bergamasca, attorno alle 19. I danni sono risultati essere diversi, nonostante la brevità dell’evento: un grosso ramo s’è staccato da una pianta e ha bloccato per diversi minuti il traffico sulla circonvallazione fra Borgo Palazzo e il rondò delle valli; allagato il sottopassaggio di via dei Caniana; è crollata parte della struttura del cantiere alla stazione ferroviaria; a Ranica l’asfalto in centro paese è stato sollevato dall’acqua. I Vigili del Fuoco hanno dovuto intervenire anche a Nembro e Alzano.

 

5 – Mercato immobiliare cittadino a picco

Meno 30%: è questo il dato di un mercato in crisi da anni e che pare, oramai, non esistere più. Le case restano invendute a lungo nel capoluogo orobico, si salvano solo gli immobili in Città Alta e nel “quadrilatero” (Sentierone – via Sant’Alessandro – viale Vittorio Emanuele). Il problema è che, nonostante il calo abnorme di domanda, l’offerta continua a salire con sempre più persone che non sono più in grado di sostenere economicamente le spese di un’abitazione, tra nuove tasse e costi di gestione.

 

6 – La vendemmia nella Bergamasca inizierà a fine mese

È già cominciata, in molti territori confinanti con la provincia (tra cui la Franciacorta), la vendemmia 2014. La decisione di anticipare la raccolta è dovuta all’andamento scostante e atipico del clima di quest’estate. Nella Bergamasca, invece, si attenderà ancora un po’, precisamente la raccolta della prima uva, quella per le “bollicine”, prenderà il via a fine mese. Si torna quindi alle tempistiche tradizionali della vendemmia, dopo che gli anni di grande caldo avevano costretto gli agricoltori a rivedere i propri piani. L’uva è bella, ma l’annata sarà comunque difficile. Attendiamo speranzosi i risultati.

 

11 AGOSTO

 

1 – Muore in moto tra Vidalengo e Caravaggio

In seguito ad un incidente con il proprio scooter, un uomo di 33 anni di Vidalengo, Roberto Lorini, detto “Bogi”, è morto nella notte fra sabato 9 e domenica 10 agosto. La tragedia è avvenuta attorno alle 4 lungo la ex provinciale fra Caravaggio e Vidalengo. Secondo una prima ricostruzione, il giovane avrebbe perso il controllo del mezzo e nella rovinosa caduta avrebbe battuto a terra il capo. Roberto Lorini, risiedeva in via Bonomelli 21 a Vidalengo (frazione di Caravaggio). Lascia i genitori e sei fratelli. I funerali si terranno martedì 12 agosto alle 16.30.

 

2 – Nove ore d’operazione e coma farmacologico per il pilota dell’ultraleggero precipitato 

Sabato 9 agosto è precipitato sugli appennini parmensi un ultraleggero decollato da Capriate. Il passeggero, Roberto Agnolotti, 49enne di Milano, è morto sul colpo, mentre il pilota, Giacomo Malacchi, 51enne bergamasco, è rimasto ferito in modo grave. Dopo un’operazione durata circa nove ore, all’Ospedale Maggiore di Parma, l’uomo è stato posto in coma farmacologico. Non sembra che l’uomo abbia riportato gravi danni interni, ma le brutte fratture in diverse parti del corpo (soprattutto polsi e caviglie) preoccupano ancora oggi.

 

3 – Bergamo piace ai turisti, ma non ai giovani

Resi noti i risultati del questionario presentato ai visitatori della città tra i mesi di novembre 2013 e marzo 2014, analizzati poi dal Centro Studi per il turismo e l’interpretazione del territorio dell’Università di Bergamo: la città piace, ma non soddisfa i più giovani. Tanti stranieri (71%), soprattutto di età compresa tra i 40 e i 60 anni. Solo il 17% sono giovani under 30, che trovano però la città un po’ “morta”, soprattutto nelle ore serali. Gli italiani preferiscono passare solo una notte in città, gli stranieri si fermano più tempo. La difficoltà a trovar parcheggio e un taxi reperibile abbassano il voto di tanti visitatori.

 

10 AGOSTO

 

1 – Bimba nasce sull’ambulanza verso Ponte San Pietro

Una bimba è venuta alla luce nell’ambulanza che la stava trasportando all’ospedale. È accaduto domenica 10 agosto, poco dopo la mezzanotte. I volontari del Soccorso cisanese erano stati chiamati qualche minuto prima da una famiglia di origini marocchine che risiede in piazza Santo Stefano di Villasola, a Cisano. Il parto è avvenuto sul mezzo di soccorso poco prima di raggiungere l’ospedale di Ponte San Pietro.

2 – Litiga con la fidanzata e le uccide la cagnolina

Dopo una lite con la fidanzata, un bergamasco di 33 anni, titolare di una concessionaria d’auto in Lombardia, avrebbe picchiato e torturato la cagnolina della ragazza, un jack russel. Secondo la denuncia fatta dalla donna ai carabinieri, il compagno avrebbe chiuso la cagnetta in un sacco e le avrebbe dato fuoco. Il fatto, riportato dal sito Corriereromagna.it, è accaduto nelle campagne di San Giovanni in Marignano. L’autore del sadico gesto è stato denunciato. L’uomo però nega tutto. Entrambi erano in Romagna, a bordo di un camper attrezzato, per una gara internazionale di equitazione dove l’uomo risultava tra i partecipanti. Dopo la diffusione della notizia, su Facebook si è scatenata la rabbia e almeno 1000 persone hanno chiesto che l’uomo sia radiato dalla Federazione Sport Equestri. Una richiesta analoga è stata avanzata dal legale della giovane, Caterina Brambilla, alla procura federale della Fise.

3 – L’Atalanta conferma il sostegno a Tavecchio

Alla vigilia dell’Assemblea federale che dovrà nominare l’erede di Giancarlo Abete alla guida della Figc, l’Atalanta, in una nota, ha confermato il sostegno a Carlo Tavecchio. Sul sito ufficiale, il club nerazzurro guidato da Antonio Percassi, scrive che «Atalanta B.C., coerentemente al voto espresso in assemblea, conferma il proprio sostegno alla candidatura di Carlo Tavecchio per la presidenza della Figc». Oltre all’Atalanta, anche il Verona ha ribadito l’appoggio al presidente della Lega Nazionale Dilettanti. Sulla stessa linea il Cesena, che è tornato sui suoi passi dopo che nei giorni scorsi, in seguito alle polemiche, aveva preso le distanze da Tavecchio.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia