Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (20-25 marzo 2017)

Notizie su Bergamo e provincia (20-25 marzo 2017)
23 Marzo 2017 ore 09:00

25 MARZO

 

1 – Bagnatica, 15enne fa scappare i ladri. Nascosto sotto il letto chiama il 112

Era solo in casa e si è reso conto che qualcuno stava forzando la finestra con un piede di porco. Ma un 15enne di Bagnatica non si è lasciato prendere dal panico: è riuscito a sventare il colpo, nascondendosi sotto il letto e allertando i genitori e le forze dell’ordine. I ftti ieri alle 17: si è chiuso a chiave nella camere dei genitori – i ladri stavano cercando di entrare in camere sua – e da sotto il letto ha dato l’allarme. I malviventi in quella camera ci sono entrati e l’hanno visto: capendo che aveva già chiamato le forze dell’ordine, non l’hanno aggredito ma si sono dati immediatamente alla fuga.

2 – Papa Francesco a Milano, 450 volontari di 51 da Bergamo

Bergamo risponde con entusiasmo all’arrivo di Papa Francesco in visita pastorale a Milano. Sono 450 i volontari (4.500 in totale), di ben 51 associazioni, che hanno dato la loro disponibilità per assicurare la buona riuscita della giornata: gestiranno da Monza il flusso di fedeli in arrivo da ogni dove. I volontari di protezione civile si dimostrano quindi ancora una volta parte integrante del sistema di prevenzione nello svolgimento di un grande evento.

3 – Traffico di droga, otto arresti e 1,8 kg di eroina sequestrata

Un sodalizio criminale molto attivo tra Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e la Grecia è stato debellato nelle scorse ore dalla Guardia di Finanza di Orio al Serio a conclusione di un’operazione a contrasto del traffico internazionale di eroina. Il traffico di droga era gestito da soggetti di nazionalità pakistana, in grado di reperire i quantitativi di stupefacente grazie ad una fitta rete di connazionali attivi tra il Pakistan e la Grecia. Ben 4 corrieri ovulatori sono stati intercettati, uno nella stazione di Verona, un altro in quella Bologna e due all’aeroporto Caravaggio, tutti provenienti da Atene. Nel corso delle indagini, coordinate dal Dott. Fabio Pelosi della Procura della Repubblica di Bergamo, è emerso che lo stupefacente giungeva dal Pakistan alla penisola ellenica, dove veniva confezionato in ovuli e consegnato ai corrieri i quali, dopo averlo occultato sulla persona, raggiungevano l’Italia via aerea. Le indagini delle Fiamme Gialle hanno consentito di individuare 4 destinatari della sostanza stupefacente, tratti in arresto a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Bergamo, Dott.ssa Bianca Maria Bianchi, ed eseguita ieri tra Verona e Faenza. In totale sono stati sequestrati 1.800 grammi di eroina purissima, che sul mercato dello spaccio italiano avrebbero fruttato ai malviventi più di mezzo milione di euro.

4 – Gamec, 39 in lista per la direzione. Candidature anche dall’estero

La Gamec, Galleria d’arte moderna e contemporanea cittadina, ha un certo appeal anche a livello internazionale. Sono 39 gli aspiranti direttori per la carica di direttore. Tanti infatti i curricula vitae arrivati in tre mesi (il bando si è chiuso il 15 marzo) in risposta all’avviso di selezione. Il nuovo direttore resterà in carica dal 2018 al 2020.

5 – Una bergamasca a Oxford nell’èquipe della cura anticecità

Terapia genetica contro la cecità. Un intervento fondamentale per la ricerca medica effettuato a Oxford: a un paziente malato di retinite pigmentosa «x linked». E’ stato iniettato un virus che trasporta il gene funzionante. Nell’équipe che ha effettuato l’intervento e gli studi di laboratorio per la sperimentazione c’è una Anna Paola Salvetti, 34 anni, bergamasca, oculista, a Oxford da due anni.

 

24 MARZO

 

1 – Spazi estivi: basta San Giacomo. Piazzale Alpini ritorna nel bando

Online sul sito del Comune di Bergamo il bando per la gestione degli spazi estivi 2017: entro martedì 11 aprile alle ore 12.30 dovranno essere presentate le proposte. La novità di quest’anno è rappresentata dall’assenza dello spazio di San Giacomo sugli spalti di Bergamo Alta: scendono quindi a due gli spazi a disposizione lungo le Mura Veneziane, ovvero quelli tradizionali di Sant’Agostino e di San Michele. Una scelta, quella di non mettere a bando San Giacomo, non solo per garantire una più omogenea distribuzione degli spazi estivi in città, ma anche per alleggerire il flusso di mezzi verso Bergamo Alta, venendo incontro alle esigenze dei residenti e dei commercianti del centro storico. Nei fine settimana (durante i quali sono attive le telecamere di sorveglianza degli accessi della storia Ztl di Bergamo Alta) sarà confermata la possibilità per le moto di accedere a Bergamo Alta, per le quali lo scorso anno sono stati realizzati oltre 100 nuovi stalli di sosta. Il Comune prevede una campagna di attenzione e controllo delle moto più rumorose e non omologate. Conferma anche per il Parco della Trucca e, dopo il successo dello scorso anno, anche per l’area verde esterna al Parco Goisis. L’Amministrazione rimette a disposizione anche gli spazi di piazzale degli Alpini, per i quali negli scorsi anni non si trovarono soluzioni idonee, ma che hanno dimostrato, con i diversi week end di street food e mercatini di Natale tra lo scorso anno e quest’anno, di richiamare molte persone. Le proposte dovranno «essere rispondenti all’interesse pubblico sia di animazione mirata in alcune zone della città, sia di promozione del trasferimento delle attività di somministrazione e svago in determinate aree, al fine di contemperare le esigenze di aggregazione con quelle del diritto al riposo e alla quiete dei residenti».

2 – Condannato per truffa a Bergamo: arrestato latitante a Teramo

I carabinieri della stazione di Colonnella, Teramo, hanno stanato questa mattina all’alba, dopo giorni di appostamenti, un latitante fuggito dalla provincia di Bergamo. Ai militari ha esibito una carta d’identità falsa. L’uomo, Salvatore Francesco Pantè, imprenditore di 42 anni, è siciliano di origine ma residente a Gorlago. Condannato a 6 anni e mezzo di reclusione per il reato di truffa aggravata, nell’ottobre del 2015 era stato ammesso a godere della misura alternativo alla detenzione ma da dicembre aveva fatto perdere le sue tracce.

3 – Lavoratori Jd in presidio per lo stipendio

Una nutrita «pattuglia» di lavoratrici e lavoratori della Jd service, titolare del servizi in decine di mense aziendali e comunali sparse su tutto il territorio provinciale, ha protestato questo pomeriggio davanti alla sede dell’azienda, per sottolineare lo stato di disagio cui il centinaio di dipendenti è mensilmente sottoposto: «è ormai tradizione – dicono gli operatori della Fisascat Cisl, che sta appoggiando la protesta – che gli stipendi arrivino in ritardo. Questo mese ci avevano assicurato il pagamento entro il venti di marzo, ma ancora non c’è traccia di bonifici, e per di più nessuno della società si è premurato di avvisarci. Questa situazione, che si sta protraendo da più di sei mesi, non è più sostenibile. I lavoratori hanno perso fiducia nell’azienda, anche per la grave incertezza che queste difficoltà di pagamento crea». Lavoratori e sindacato hanno deciso così di proclamare lo stato di agitazione, riservandosi di realizzare nuovi presidi il 21 di ogni mese, nel caso entro il giorno precedente non siano stati pagati gli stipendi.

4 – Una tassa sulla videosorveglianza. L’assessore alla Sicurezza: «Assurdo»

Le telecamere sono diventate ormai parte integrante del «pacchetto» sicurezza fornito dai Comuni. Ora però il ministero per lo Sviluppo economico ha stabilito, con una circolare datata 24 febbraio, che i Comuni, e i Consorzi siano tenuti a pagare un balzello sui sistemi di videosorveglianza attivi. E in città gli occhi elettronici installati sono 86. Ne dovrebbero arrivare altre 21. E nella Grande Bergamo, complessivamente, si arriva a 600. «Il testo della circolare è di difficile interpretazione – spiega il vicesindaco Sergio Gandi, anche assessore alla Sicurezza, a L’Eco di Bergamo – perché rimanda ad altre norme e le applica, per estensione, pure a questo ambito. Pensare che, su un tema sensibile come questo, riguardo al quale i vincoli normativi sono stringenti, si debba aggiungere anche un ulteriore passaggio burocratico al ministero per lo Sviluppo economico, i cui tempi per simili pratiche non sono notoriamente rapidi, con annesso onere, è quantomeno assurdo».

5 – Trova un portafoglio con mille euro al museo e lo restituisce

L’onestà non dovrebbe fare notizia. Però un portafogli con mille euro in contanti ingolosirebbe anche qualche cittadino ligio. Invece chi, nei giorni scorsi, ha rinvenuto al Museo di Scienze Naturali di piazza Cittadella il piccolo tesoro non ha avuto esitazioni e l’ha consegnato al personale della struttura. Apparteneva a un turista inglese. Che tra le ultime notizie sulla Brexit e maestosità del mammuth all’ingresso del museo, evidentemente, aveva motivo di distrarsi.

6 – Due zanne di mammuth in mostra al Museo di Scienze Naturali

Le collezioni paleontologiche del Museo Civico di Scienze Naturali sono costituite da decine di migliaia di reperti scoperti nei giacimenti e nelle cave della provincia. La vasta area pianeggiante collocata tra Bergamo e Villa d’Almè corrisponde a un ampio bacino lacustre scomparso del quale rimangono oggi solo i sedimenti corrispondenti al fondale. Le rocce sfruttate per la produzione di Gres nel XX secolo, sono proprio le argille del fondo lacustre. Durante le fasi di estrazione, ad una profondità variabile tra i 7 e i 3 metri, sono stati scoperti a più riprese reperti archeologici e paleontologici. Provengono proprio da questo giacimento le zanne di Mammuthus primigenius (mammut), il gigante del Quaternario che pascolava nel dintorni del lago e la cui ricostruzione accoglie i visitatori all’ingresso del museo. L’Associazione Amici del Museo di Scienze Naturali, a venti anni dalla sua costituzione, ha scelto di sostenere il restauro delle due zanne per il suo forte valore simbolico. Tale progetto ha potuto essere realizzato grazie alla partecipazione culturale ed economica della Fondazione del Credito Bergamasco, che con ciò ha inteso contribuire alla conservazione di uno dei più importanti reperti del nostro territorio. I due reperti, scoperti alle porte della città nel 1905, sono spettacolari per le ragguardevoli misure (lunghezza circa 3,50 m). Per scoprire in anteprima questo tesoro, piccoli gruppi di 10 persone potranno conoscer la storia di questi preziosi ed enormi reperti domenica 26 marzo alle 15, 16 e 17 con un laboratorio di Paleontologia in Piazza Cittadella 10. Prenotazione obbligatoria al numero di telefono 035 286011.

7 – Code e tensioni alla Motorizzazione: manca personale (perché indagato)

Tre dei quattro responsabili dell’ufficio immatricolazioni sono indagati, così il direttore dell’Ufficio 2 della Motorizzazione con sede a Bergamo e sezioni a Lecco, Como e Sondrio, Roberto Bono, non sa come gestire la situazione. Ci sono code lunghissime, ma del resto non ci sono altri impiegati preparati per fare quel lavoro.

8 – Il Tribunale di Bergamo omologa il concordato Pigna

Il Tribunale di Bergamo ha emesso ieri l’atteso decreto di omologa del concordato di Cartiere Paolo Pigna spa. Lo riferisce la stampa locale, precisando che il piano di ristrutturazione proposto ha ottenuto il consenso del 78% dei soggetti ammessi al voto. Il piano industriale prevede ora il pagamento integrale del 100% dei creditori privilegiati entro dodici mesi. Nel corso della procedura è stato inoltre raggiunto un accordo transattivo con Siram spa per la cessione del 49% della società collegata Irene srl (proprietaria della centrale di cogenerazione elettrica di Alzano Lombardo) per un prezzo vicino ai 4 milioni di euro. Pigna ha chiuso il 2016 con 28 milioni di euro di ricavi e con un risultato netto positivo.

 

23 MARZO

 

1 – Sofia Goggia ricevuta dal sindaco Gori: «La città ti ha seguito con entusiasmo»

Un incontro di una mezz’ora circa, nell’ufficio del sindaco di Bergamo: protagonisti il primo cittadino di Bergamo Giorgio Gori e Sofia Goggia, la sciatrice bergamasca che quest’anno ha raggiunto risultati straordinari in Coppa del Mondo con ben 13 podi, un vero record. «La città ti ha seguito con grande entusiasmo e affetto in questa tua straordinaria stagione» ha detto Gori, che ha voluto fortemente incontrare l’atleta azzurra per esprimerle la riconoscenza dell’Amministrazione e della città. Durante la chiacchierata Goggia ha raccontato quanto impegnativa possa essere la vita dell’atleta professionista («Ma all’età di sei anni già sapevo che avrei voluto fare questa vita»). Viene a Bergamo raramente, qualche blitz notturno prima di ripartire per la successiva tappa del circo bianco, ma alla città è rimasta molto legata e lo testimonia la dedica sul libro degli ospiti di Palazzo Frizzoni, scritta poco prima di ricevere un mazzo di fiori e il gagliardetto della città dal Sindaco Gori: «Alla nostra amata città, con orgoglio tutto bergamasco, Sofia Goggia».

2 – Aeroporto, il bilancio di Sacbo vola: più 7,7 per cento gli utili

Riunione oggi del Consiglio di Amministrazione di Sacbo, società di gestione dell’aeroporto. Ha approvato il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2016, che registra un utile di 13,34 milioni, in aumento del 7,7 per cento rispetto all’anno precedente, e ricavi per 125,17 milioni (quasi il 6 per cento in più rispetto all’esercizio 2015). Il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2016 sarà sottoposto alla prossima assemblea degli azionisti, prevista in prima convocazione il 27 aprile.

3 – Nuovo centro prelievi a Curno, aperto dal 3 aprile

L’amministrazione comunale di Curno e l’Asst Bergamo Ovest hanno collaborato per aprire un nuovo Punto Prelievi, attivo dal 4 aprile, che verrà inaugurato lunedì 3 aprile alle 11. La sede è nei locali comunali di Via IV Novembre 25, ex sportello «Scelta e Revoca», e i campioni raccolti saranno poi inviati al Laboratorio Analisi dell’Asst Bergamo Ovest. Il centro prelievi sarà aperto nelle giornate di martedì e giovedì dalle ore 7.30 alle 10.

4 – Carta d’identità elettronica, si parte. Da giugno sperimentazione a Bergamo

Finalmente arriva anche in città la nuova carta d’identità elettronica. Bergamo è infatti tra i 360 Comuni che rientreranno nel periodo di sperimentazione a livello nazionale. Da giugno sarà possibile scegliere tra quella tradizionale e il nuovo formato, ma per gli uffici comunali già si preannuncia una rivoluzione. In Comune si andrà per la foto, la firma e l’impronta digitale, poi la nuova carta d’identità sarà spedita a casa da Roma e per riceverla ci vorranno almeno 4-5 giorni. L’assessore all’Innovazione Giacomo Angeloni però non è soddisfatto dall’attesa per ricevere il documento: sembra un peggioramento del servizio, dice.

5 – Palazzo Frizzoni, nel bilancio preventivo nessuna nuova tassa

Buone notizie per i cittadini bergamaschi dall’approvazione del bilancio preventivo 2017 a Palazzo Frizzoni. Al termine di una maratona andata avanti per tre sedute del consiglio comunale, una cosa è certa: le forze politiche di maggioranza e opposizione convergono sul fatto che i conti pubblici continuino ad essere in ordine. Non ci saranno nuove tasse. Buoni segnali dall’ufficio di progettazione del Comune di Bergamo espressamente voluto dalla Giunta Gori: in due anni ha vinto 7 bandi europei, 2 dei quali attraverso la Regione Lombardia, 2 bandi statali (quello sulle colonnine elettriche e quel del bando periferie), 3 bandi regionali: un totale di 19milioni e 450mila euro di finanziamenti raccolti.

6 – Droga in aumento nelle scuole. La proposta: carabinieri in classe

Uno studio del Cnr parla chiaro: la droga nelle scuole sta aumentando. Pare che nell’ultimo anno siano circa 650mila gli studenti delle superiori che abbiano assunto sostanze stupefacenti proprio tra i banchi. La Bergamasca non è risparmiata dal fenomeno. Negli ultimi mesi nella nostra provincia, in particolare nella Bassa Bergamasca, sono aumentati i controlli dei carabinieri, anche con il supporto della unità cinofile. Patrizia Graziani, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo, è stata interpellata da Bergamonews. «Personalmente sono favorevole ai controlli delle forze dell’ordine – ha detto – , anche se credo che debbano essere sempre affiancati da attività di confronto tra i ragazzi sotto la guida degli insegnanti, in modo da poter capire gli errori e crescere insieme».

7 – Concorso internazionale di tedesco: vince studente del Falcone

Paolo Caldara di Grumello del Monte è il vincitore del concorso internazionale organizzato dalla Conferenza dei Ministri della Cultura della Germania e riservato alle scuole Deutsche Sprachdiplom nel mondo. Il 17enne del Falcone ha scelto di scrivere un testo sulla giornata ideale di Friedrich Nietzsche e un’originale scheda-persona, con dati biografici e notizie sul filosofo.

8 – Finto annuncio razzista sui treni: imitata la grafica delle Ferrovie dello Stato

«Avvisiamo i clienti che viaggiare sui treni con il biglietto, anche se convalidato, non è più possibile per i passeggeri di pelle nera». Razzismo allo stato puro, su una locandina che riproduce la grafica e i colori di Rfi. AÈ stata fotografata da un pendolare sul treno Bergamo-Milano di stamattina alle 7. E messa su Facebook. Pare che in giro ce ne siano altri. Il pendolare ha chiesto al capotreno di togliere l’annuncio.

 

22 MARZO

 

1 – Uno scontrino su 3 non viene emesso. Guardia di Finanza, bilancio dell’attività 

Campagne di sensibilizzazione, tecnologie, inviti ripetuti a pagare (tutti) le tasse. Ma in Italia non c’è ancora una vera soluzione sul piatto. Così chi può evade volentieri il fisco. I negozianti, attraverso lo strumento dello scontrino non emesso. Secondo il bilancio dell’attività di controllo della Guardia di Finanza di Bergamo, negli ultimi dodici mesi uno scontrino su tre non è stato emesso. Non che negli anni precedenti le cose andassero diversamente. C’era stata una lieve flessione del fenomeno nelle prime settimane del Governo Monti, che aveva seminato lo spauracchio tra chi non stava alle regole. Ma è durato poco.

2 – Venerdì 24 la giornata europea del gelato, anche a Bergamo

Come nel resto d’Europa, anche a Bergamo, venerdì 24 marzo, si celebra la Giornata Europea del Gelato Artigianale. 30 gelaterie sparse in tutta la provincia, con due adesioni cremasche e una bresciana, partecipano alla giornata esponendo in vetrina il gusto Framboise Melba, gelato con sorbetto di lamponi variegato con pesche. La manifestazione quest’anno è infatti dedicata alla Francia. L’iniziativa a livello provinciale è promossa dai Gelatieri Bergamaschi di Ascom Bergamo Confcommercio e mira a promuovere uno dei prodotti più amati non solo in Europa, ma nel mondo intero. Ecco chi partecipa: in città Gelateria Cherubino, via Colletoni 40/b, Gelateria del Viale, via G. Cesare, Il Tassino, Largo Rezzara 4/6. In provincia Gelateria Franca, Albino; Gelateria Petite Fleur – Viale Marconi 21 – Almenno S. Salvatore; Gelatissimo – Via A. De Gasperi 8/A – Boario Terme (Bs); Caffè del Cioccolato – Largo Europa 1 – Chiuduno; Selzcafè – Viale Gusmini 1 – Clusone; Gelateria Pezzotta – Parco Gout – Costa Di Mezzate; Gelateria Iceberg – Via Roma 84 – Fontanella; Agriall Sel – Via Per Azzano 32 – Grassobbio; Gelateria Franca – Leffe; Bar Commercio – Piazza Agliardi – Osio Sotto; L’Angolo del Gusto Via Garibaldi 63 – Ostiano (Cr); Gelateria Margot – Via IV Novembre 17 – Palosco; Pasticceria Castello – Via Umberto I° 64 – Pandino (Cr); La Gelatteria Di Pansa Simona – Via F.lli Calvi 12 – Pedrengo; Pasticceria Capriccio – Via V. Venete 1063 – Presezzo; Borgo Antico – Via Cesare Battisti 53 – Romano di Lombardia; Gelateria Arlecchina – Via Nazionale 56 – San Paolo d’Argon ; La Gelateria Di Mangini Marco & C.– V.le Papa Giovanni XXIII 27 – S. Pellegrino Terme; Paradiso Del Gelato Snc – Via Nazionale 14/16 – Seriate; Lo Chef Del Gelato – Via Locatelli 140 – Trescore Balnerario; Gelatiamo – Piazza Libertà 1 – Treviolo; Gelateria Rubis – Via S. Martino Vecchio 54 – Torre Boldone; La Crem – Largo V. Venero 13 – Vertova; Gel. L’Oasi più – Viale Italia – Villongo; Artigel – Via Roma 45 – Zanica; Il Gioppino Srl – Via Padergnone 21/A – Zanica; La Voglia Matta – P.za Della Repubblica 48 – Zanica.

3 – Ultimi giorni per poter passare un’estate sugli alpeggi coi pastori

Il territorio delle Orobie, dal 2008 ad oggi, ha visto il ritorno di diversi esemplari di orsi che, con il loro passaggio, da un lato confermano l’alta naturalità del territorio dall’altro, se non si conoscono i comportamenti da tenere per una convivenza serena, possono causare qualche tensione con gli allevatori. Ecco dunque Pasturs, il progetto che mette in contatto uomo, natura e grandi predatori. E che sembra voler replicare il successo dello scorso anno. «Siamo molto soddisfatti perché sono già 42 i volontari iscritti – afferma Chiara Crotti, referente del progetto – e contiamo possano diventare una cinquantina in totale». Organizzato da Cooperativa Eliante Onlus, con la partnership di Parco delle Orobie Bergamasche e WWF Bergamo – Brescia, in collaborazione con Coldiretti Bergamo e con il contributo di Fondazione Cariplo, Pasturs offre la possibilità a ragazzi maggiorenni di vivere un’estate al fianco dei pastori bergamaschi, per capire come ridurre i possibili rischi legati alla presenza di lupi e orsi sulle Orobie. L’obiettivo è creare un clima favorevole sia per i grandi predatori che per il mondo dell’allevamento mettendo in comune le rispettive conoscenze. I ragazzi, infatti, forniranno informazioni utili ai pastori in fatto di sostenibilità, mentre gli allevatori daranno l’opportunità ai giovani di affiancarli nelle attività giornaliere per permettere loro di toccare in prima persona i problemi e le potenzialità degli allevamenti tradizionali. Gli interessati potranno candidarsi compilando i moduli del sito www.pasturs.org e inviando una mail a pasturs@wwfbergamo.it entro e non oltre venerdì 7 aprile 2017.

4 – Auto contro bici, muore 76enne. L’incidente stamattina a Ciserano

Incidente mortale stamattina, intorno alle 9, a Ciserano. A.C., pensionato di 76 anni, era in sella alla sua bici quando, per cause ancora da accertare, è stato investito in via Giovanni Verga, nella zona industriale del paese, nei pressi dell’incrocio con la strada Francesca. Sul posto, oltre a un’ambulanza del 118 e un’automedica, anche i carabinieri di Treviglio. I sanitari intervenuti hanno provato a rianimare l’uomo, ma non c’è stato nulla da fare.

5 – Capotreno si prende un pugno da un ubriaco: all’ospedale

Nell’ora di punta alla stazione di Bergamo, oltre a una grande messe di pendolari, c’è già chi gira ubriaco di prima mattina. Ieri alle 8 un capotreno è infatti stato aggredito da uno straniero, visibilmente alticcio, beccandosi un pugno in pieno viso. Il dipendente di Trenord, di 42 anni, è stato subito soccorso dai presenti, mentre l’aggressore ha fatto rapidamente perdere le sue tracce. L’uomo è stato portato dal personale del 118 all’ospedale Papa Giovanni XXIII per ulteriori accertamenti e scongiurare fratture al setto nasale.

6 – Distrutto l’aereo finito fuori pista, sette mesi dopo

Si è scatenato anche un incendio dalla fusoliera, nelle operazioni di taglio delle lamiere. Però ora, a sette mesi di distanza dall’uscita di pista del Boeing della Dhl, le operazioni di demolizione del relitto sono state concluse. Ora sul prato a lato del cimitero di Orio giacciono solo pezzi ammucchiati. Nella giornata di oggi ci sarà la rimozione degli ultimi brandelli del velivolo. Saranno poi necessari alcuni giorni per la pulizia dell’area e per chiudere definitivamente il cantiere.

7 – Sabato sera c’è l’Ora della Terra, mura e propilei al buio

Hearth Hour, cioè Ora della Terra. Un’iniziativa del Wwf che prevede lo spegnimento simbolico delle luci per un’ora, dalle 20,30 alle 21,30, con il motto «Un’ora al buio per accendere il nostro futuro». Una sorta di M’illumino di meno di portata globale, in sostanza. Sul nostro territorio hanno aderito all’iniziativa, oltre alla Provincia di Bergamo (luci spente per il Palazzo di via Tasso) e al Parco dei Colli di Bergamo (ex convento di Valmarina al buio), 12 Comuni, tra cui Bergamo, che lascerà «al naturale» Mura e Propilei di Porta Nuova.

8 – Epatite A per due fratelli alla Muzio, vaccinazione per 200 alunni

Due casi di Epatite A per due fratelli alla Muzio del Villaggio degli Sposi. Ora, per garantire la salute di tutti, andrà fatta la vaccinazione a 200 alunni. La profilassi è stata organizzata dall’Ats Bergamo, che ha avvertito la dirigente dell’Istituto Annalisa Bonazzi. Il contagio non è avvenuto nella scuola, ma nel paese d’origine dei due fratelli: lì si sono recati in vacanza con la famiglia e purtroppo non erano coperti da vaccinazione.

 

21 MARZO

 

1 – Bello il nuovo parco della Malpensata con centro giovanile e area parkour

Inaugurato questa mattina, alla presenza del sindaco di Bergamo Giorgio Gori e della Giunta del Comune di Bergamo, il nuovo parco della Malpensata: un’area verde di 11.687 metri quadrati corrispondenti che ospita da oggi un campo da basket e pallavolo, un’area parkour, realizzata in collaborazione con Uisp e l’Associazione ParkourWave, e il nuovo centro giovanile. L’area giochi per bambini è in fase di ultimazione e sarà completata in una ventina di giorni. Nei giorni scorsi anche BergamoWifi è sbarcato nel nuovo parco, realizzando la prima isola del quartiere della Malpensata: con questo hotspot il sistema del wifi pubblico del Comune di Bergamo raggiunge quota 100 punti d’accesso in città, confermandosi uno dei sistemi più avanzati del nostro Paese. L’intervento per la realizzazione del parco sono durati oltre un anno e mezzo e hanno previsto lavorazioni per un valore complessivo di ottocentomila euro al netto dell’Iva. Venerdì 24 marzo alle ore 18 inaugura ufficialmente invece Gate, il centro giovanile del Comune di Bergamo, il terzo di questo genere del Comune di Bergamo, dopo Edoné e Polaresco: una novità importante per le politiche giovanili del quartiere e della zona a sud della città.

2 – Senza voucher, 45 giovani senza lavoro alla Gamec

Via i voucher, ma senza alternative. Un fatto che mette in difficoltà realtà che, grazie appunto ai voucher, potevano far fare lavoretti saltuari, regolarissimi, a studenti universitari. Come la Gamec, costretta a «lasciare a casa» 45 giovani. Lo si apprende da una lettera arrivata alla redazione di Bergamonews: «Abbiamo ricevuto oggi (lunedì) la notizia – scrive Giulia Buttazzoni – che grazie al decreto legge di eliminazione dei voucher approvato dal nostro Governo, e soprattutto la tremenda stupidaggine di eliminarli senza prima trovare una soluzione che sostituisca i voucher, la Gamec per cui lavoravamo si trova con le mani legate e a partire da aprile ci devono lasciare tutti e 45 a casa. Si trattava di un lavoro saltuario, di circa 3 turni (di circa 8 ore) al mese per ogni ragazzo. Un tipo di lavoro perfetto per uno studente universitario che vuole un po’ di indipendenza facendo le cose assolutamente in regola. La Gamec si è già detta disponibile a riprenderci in un futuro se e quando lo Stato approverà un contratto sostitutivo ai voucher. Ora però la Gamec si trova con le mani legate e deve coprire la fine della mostra di Mario Cresci (che chiuderà al 17 aprile) con una cooperativa perché hanno voucher solo fino al 1° aprile. Quindi non siamo solo noi ragazzi le vittime in questa storia, ma anche le mille aziende ed enti onesti che si sono ritrovati in questa situazione».

3 – Monte Marenzo, incidente con l’ultraleggero: gambe fratturate

Il loro ultraleggero si è schiantato in fase di decollo dalla pista di Monte Marenzo, al confine tra le province di Lecco e Bergamo. I due piloti, entrambi 50enni, hanno riportato gravi fratture alle gambe. Subito dopo essersi staccato dal suolo, il piccolo velivolo sarebbe ripiombato bruscamente a terra da un’altezza di alcuni metri. Sul posto sono intervenuti i sanitari dell’Areu, oltre ai vigili del fuoco di Lecco.

4 – Rondò più ampio e sottopasso. Come cambierà l’uscita dall’A4

Così com’è non funziona, questo è certo. Si creano code e incidenti, tant’è che non è infrequente vedere della auto ferme in prossimità della svolta per la circonvallazione, perché hanno tamponato. Ma ora la rotonda all’uscita del casello dell’A4 verrà modificata. Ieri c’è stato un incontro tra Comune di Bergamo, Provincia, Regione, Ministero delle Infrastrutture e Autostrade per l’Italia in merito. I fondi per i lavori sono garantiti dal «Patto per la Lombardia», ma vanno spesi entro il 2019. Quindi bisogna sbrigarsi con progettazione e iter. Si ipotizza la realizzazione di un sottopasso verso la circonvallazione delle valli e l’allargamento della rotonda verso l’interno, visto che c’è notevole spazio a disposizione.

5 – Rapina con l’auto del padre, poi ne denuncia il furto: in manette

Fa una rapina in un panificio con l’auto del papà, poi va dai carabinieri a denunciare il furto del mezzo. Idea sbagliata, perché in questo modo l’operaio pregiudicato è stato incastrato. Il colpo l’ha messo a segno ier alle 13 alla pasticceria Crippa ad Almenno San Bartolomeo. L’uomo è arrivato a bordo della Seat Leon paterna, ha raggiunto la porta d’ingresso e ha minacciato con un taglierino una delle commesse. Spaventata, ha consegnato al rapinatore il contenuto della cassa, circa 500 euro. Poi è fuggito. Una delle commesse ha annotato la targa. Poi l’operaio, appunto, si è presentato in caserma per la denuncia. I militari hanno fiutato che qualcosa non andava e l’hanno messo alle strette. Lui, alla fine, ha confessato.

6 – Orio continua a volare: più 120mila passeggeri a gennaio e febbraio

Non si ferma l’aumento di passeggeri dell’aeroporto di Bergamo. A febbraio sono stati 802.387, in crescita del 5% rispetto a un anno fa. Circa cento i movimenti di aeromobili in più. Dall’inizio dell’anno il dato complessivo fa registrare 120mila passeggeri in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Questo conferma il posizionamento del Caravaggio sul terzo gradino del podio degli scali italiani, dietro  gli inattaccabili Roma Fiumicino e Milano Malpensa, ma sempre davanti a Linate.

7 – Caserma Montelungo, in corso i lavori di bonifica

Pronti, via. Sono in corso all’ex Caserma Montelungo i lavori di bonifica dall’amianto e sono stati fatti i carotaggi del terreno. Se il cronoprogramma verrà seguito regolarmente, entro il 2020 l’immobile dismesso dal 1998 dovrebbe trasformarsi nel nuovo campus universitario della città. Si procederà alla realizzazione, grazie al finanziamento assicurato dalla Cassa Depositi e Prestiti e dal Comune di Bergamo, di 300 residenze studentesche, 22 alloggi per docenti stranieri, un centro sportivo universitario di 3.500 mq aperto alla città e svariati spazi di aggregazione.

8 – Truffa dello smartphone contraffatto: preso al mercato

Ieri, tra le bancarelle del mercato della Malpensata, un rumeno di 27 anni ha cercato di vendere un finto cellulare Samsung. È una truffa piuttosto vecchia: si mostra il telefono perfettamente funzionante, ma poi si cede un tarocco. Una volta convinto il compratore, con la solita tecnica degli sconti successivi, ha abilmente scambiato i cellulari. Il truffatore, però, è stato notato dagli agenti della polizia locali e dai carabinieri volontari: inseguito e preso, è finito in manette.

 

20 MARZO

 

1 – Minacce neonaziste a Paolo Berizzi. Scorta per il giornalista bergamasco

Prima le minacce, poi le svastiche e un crocifisso sull’auto. Il Viminale ha disposto misure di protezione nei confronti del giornalista di Repubblica Paolo Berizzi. L’Fnsi chiede di più: «Dopo aver più volte minacciato il collega per le sue inchieste sull’attività dei gruppi neonazisti in alcune zone della Lombardia – riferiscono i vertici della Federazione Nazionale Stampa Italiana – i componenti di una formazione che si ispira ad Adolf Hitler hanno preso di mira l’auto di Berizzi, incidendo sulla carrozzeria una svastica, altri simboli del nazismo e un crocifisso. Ce n’è abbastanza perché il ministero dell’Interno adotti i provvedimenti previsti dalla legge, disponendo lo scioglimento del suddetto gruppo neonazista. Al collega Paolo Berizzi, la solidarietà della Fnsi, nella convinzione che quanto accaduto non gli impedirà di proseguire nella attività di inchiesta e di denuncia condotta fino ad oggi».

2 – Trattori rubati per 500mila euro, base a Caravaggio

Furti nel Cremasco e nella Bergamasca a danni delle aziende agricole. Le indagini hanno portato le forze dell’ordine nella Bassa, a Caravaggio, dove, dietro l’azienda ex Ceramtec, sono stati individuati due capannoni che dovevano risultare vuoti. Lì erano nascosti i mezzi agricoli rubati, per un  valore di 500mila euro. Un rumeno di 27 anni stava lavorando alla contraffazione del codice del telaio del trattore. L’uomo è stato arrestato per ricettazione e furto aggravato di energia elettrica, e trasferito in carcere.

3 – Dettori, ex procuratore di Bergamo, si dimette dall’anticorruzione lombarda

Il direttore dell’Agenzia regionale anticorruzione della Regione Lombardia, Francesco Dettori, ex procuratore di Bergamo, si è dimesso oggi dall’incarico attaccando duramente i vertici del Pirellone. Dettori ha motivato la sua decisione in una lettera al governatore Roberto Maroni e al presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, sottolineando il protrarsi di problemi di coordinamento, in particolare con l’ufficio regionale della prevenzione guidato da Maria Pia Redaelli.

4 – Padroni di cani incivili, già tre multe da 240 euro l’una a Torre Boldone

Per il sindaco Claudio Sessa è una battaglia da combattere con ogni mezzo. I padroni di cani incivili, che non raccolgono gli escrementi dei loro amici a 4 zampe, vanno puniti pesantemente. Gli agenti di polizia locale possono dare multe fino a 720 euro, e tre sanzioni da 240 euro l’una sono state già elevate. Ma c’è di più: il primo cittadino annuncia che se la situazioni non dovesse migliorare, è pronto a ricorrere all’esame del dna sugli escrementi e a delle fototrappole per individuare i responsabili.

5 – Casnigo, violento scontro auto-moto: muore 36enne

Ieri mattina un motociclista ha perso la vita a Casnigo. Alle 9 Andrea Meroni, 36enne residente a Pozzo d’Adda, è morto sul colpo dopo che, a bordo della sua Yamaha R1, si è scontrato con una Fiat Punto quasi in corrispondenza di una rotatoria. L’uomo ha perso il controllo del mezzo per cause ancora da accertare: la sua corsa è finita con il bolide incastrato sotto l’auto. Sul posto si sono precipitati i soccorsi, con due ambulanze e due automediche, che per una quarantina di minuti hanno provato a rianimarlo.

6 – Sosta selvaggia allo stadio, 117 multe

Ztl, con servizi Teb e Atb gratuiti ai possessori dell’abbonamento per la stagione calcistica o del biglietto della partita. Ma non basta: allo stadio, quando gioca l’Atalanta, si parcheggia in divieto quando va bene, e in maniera selvaggia quando va meno bene. Così, periodicamente, la polizia locale torna a ricordare che non si può fare. E che il Comune e la società danno delle alternative, magari non comode come l’auto, ma lecite e gratuite. È accaduto ieri: 117 le contravvenzioni. Alla felicità per il 3-0 dei nerazzurri si è così accompagnato lo scoramento per la piccole dèbacle finanziaria.

7 – Scontro tra autobus vicino all’aeroporto: nessun ferito

Stavano portando passeggeri in aeroporto ieri sera, un Flixbus e una navetta di Autostradale. I due autobus si sono tamponati sulla superstrada di Orio per una mancata precedenza. Secondo una prima ricostruzione, Flixbus si trovava in coda all’Autostradale quando un’auto si è immessa nella carreggiata: il primo autobus ha inchiodato per evitare uno scontro, il secondo non è riuscito a frenare in tempo.

8 – 40mila visitatori per Lilliput, fiera dedicata ai bambini

Piccoli e grandi premiano il salone ludico-educativo di Promoberg che chiude la 14esima edizione alla Fiera Bergamo confermandosi appuntamento di riferimento per il mondo dell’infanzia. Merito del notevole sforzo economico e organizzativo dell’ente fieristico, che riesce a coinvolgere le principali realtà istituzionali e associative per un evento unico nel suo genere in Italia. Con i quarantamila ingressi di quest’anno, dal debutto nel 2004 sono 320mila i bambini che hanno animato l’evento, ai quali si sommano altrettanti adulti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia