Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (4-9 giugno 2018)

Notizie su Bergamo e provincia (4-9 giugno 2018)
Eventi 09 Giugno 2018 ore 09:00

9 GIUGNO

 

1 – Un altro incidente mortale in provincia: una donna di 53 anni di Albino è morta a Villa di Serio

Nella notte tra venerdì 8 e sabato 9 giugno, sulla provinciale 35, all’altezza di Villa di Serio, è andato in scena un incidente mortale. Vittima una donna di 53 anni residente ad Albino. Ancora poco chiara la dinamica. Si sa soltanto che la donna, alla guida di una Punto, si è scontrata frontalmente con un autobus di linea proveniente dalla direzione opposta e alla cui guida c’era un autista di 57 anni, rimasto ferito ma fortunatamente in condizioni non gravi. Si tratta del secondo incidente mortale in meno di 24 ore sulle strade orobiche: la mattina di venerdì 8 giugno, infatti, a Telgate è morta in un altro scontro frontale una 79enne di Chiuduno.

2 – Fallimenti, leggero calo rispetto al 2017. I settori più colpiti sono edilizia e commercio

I dati relativi ai fallimenti a Bergamo di questo 2018 restano preoccupanti, ma mostrano un lieve miglioramento rispetto all’anno passato. Da inizio anno, infatti, sono state 99 le aziende che hanno portato i libri in Tribunale, contro le 112 del 2017. Nel solo mese di maggio 2018, sono state 16 le aziende fallite. I settori a soffrire maggiormente sono ancora quelli dell’edilizia e del commercio al dettaglio.

3 – Tari, i bergamaschi pagano quasi come i bresciani. Salasso a Milano

Federconsumatori ha diffuso un interessante report nel quale viene paragonata la Tari che devono pagare i bergamaschi ripetto alle cifre chieste agli abitanti degli altri capoluoghi lombardi. Pavia risulta essere la città con il maggiore calo in percentuale dei costi della Tari (il 18 per cento circa in meno rispetto al 2015), seguita da Monza e Como. Le uniche città dove la percentuale è salita, sebbene di poco, sono Brescia e Mantova. Proprio Brescia è la città che applica la tariffa più bassa, pari a 177 euro; la più cara è invece Milano, dove si paga 306 euro. A Bergamo si pagano mediamente 16 euro in più rispetto alla vicina Brescia, ma ben Milano 113 in meno rispetto al capoluogo di Regione.

4 – Chiede all’amante duemila euro per il silenzio, lei lo denuncia. Arrestato 32enne

Un uomo di 32 anni di origini calabresi ma da anni residente a Brembate, è stato arrestato nei giorni scorsi con l’accusa di estorsione. Secondo quanto riferito dalle autorità, infatti, il 32enne avrebbe chiesto duemila euro a una quarantenne di Brembate, sposata, con cui aveva avuto una relazione. I soldi servivano per non far rivelare la storia extraconiugale. Dopo diverse richieste di denaro, diventate sempre più insistenti, la donna ha deciso di denunciare l’ex amante alle forze dell’ordine. I Carabinieri hanno quindi organizzato un servizio di appostamento nei pressi dell’abitazione della vittima, dove era stato fissato un altro appuntamento per consegnare i soldi richiesti come prezzo del silenzio: l’uomo è stato così arrestato in flagranza di reato. Attualmente il 32enne si trova agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

5 – Allagamenti sulla via delle Valli: scontro social tra Ribolla e Brembilla

Negli ultimi mesi, via delle Valli a Bergamo è stata al centro di un lungo (e contestato) cantiere resosi necessario per una serie di lavori tesi a evitare l’allagamento della strada a ogni acquazzone di forte intensità. Ora che i lavori si sono conclusi ad aprile, a riaccendere la polemica sui social ci ha pensato il consigliere comunale, nonché neo parlamentare leghista Alberto Ribolla, che su Facebook ha postato un video in cui mostra la strada ancora piena di acqua. Pronta la risposta dell’assessore ai Lavori pubblici di Palazzo Frizzoni, Marco Brembilla: «Si è trattato di un evento straordinario. Mi sembra che Ribolla abbia fatto queste riprese, tra l’altro pubblicate al contrario, enfatizzando l’acqua che inevitabilmente c’era sulla strada, vista la quantità. Sembra che sia entrato apposta nelle pozze».

6 – Bossico, 55enne condannato dopo aver minacciato un agente della Polizia locale e un carabiniere

È stato condannato venerdì 8 giugno nel processo per direttissima un 55enne di Bossico accusato di aver minacciato e aggredito verbalmente il giorno precedente un agente della Polizia locale e un carabiniere. L’uomo, che si è giustificato spiegando che, al momento dei fatti, era completamente ubriaco, ha prima minacciato di morte l’agente, costringendolo addirittura a mettersi al riparo all’interno del municipio di Bossico, ha poi provato a entrare con la forza nell’edificio facendo scattare l’allarme e ha infine aggredito verbalmente un carabinieri di Sovere intervenuto in supporto dell’agente della Locale. Il tutto perché il 55enne era stato fermato mentre viaggiava zigzagando e senza casco a bordo di un motorino privo di contrassegno.

8 GIUGNO

 

1 – Tragico incidente a Telgate, morta una 79enne di Chiuduno

Poco prima delle 10 di venerdì 8 giugno, in via Pertini a Telgate, lungo la strada che porta a Bolgare, due auto si sono scontrate frontalmente. L’incidente è stato violento e una donna di 79 anni, alla guida di una delle due vetture, è morta. Ancora poco chiara la dinamica della tragedia, ma da una prima ricostruzione pare che la 79enne, residente a Chiuduno, sia stata colta da un improvviso malore e abbia invaso la corsia opposta, dove s’è scontrata con una seconda vettura proveniente dalla direzione opposta e alla cui guida c’era una donna di 53 anni, residente a Bolgare e rimasta ferita nello schianto, fortunatamente in maniera non seria.

2 – Trasferimento di Mancini dal Perugia all’Atalanta: deferito il club nerazzurro

L’accusa, per dirla in modo semplice, è quella di aver dato a un calciatore un «valore fittizio di mercato», di gran lunga inferiore al suo valore effettivo, e un altro, invece, un «valore fittizio di mercato» di gran lunga superiore al suo effettivo valore. Per questo motivo la Procura federale della Figc, venerdì 8 giugno ha deferito l’Atalanta (nello specifico, l’ad Luca Percassi e il dt Giovanni Sartori) per l’operazione che ha portato a Bergamo l’anno scorso Gianluca Mancini dal Perugia. Nell’affare, infatti, è passato dagli umbri ai nerazzurri anche il pressoché sconosciuto Alessandro Santopadre, il cui valore però è stato fatto risultare come nettamente più alto di quello del compagno. Possibile l’arrivo di una sanzione pecuniaria.

3 – Bergamo è nella top 10 delle città italiane su Facebook

Bergamo è nelle prime dieci posizioni della classifica delle città italiane più efficaci nella comunicazione su Facebook. A dirlo è stata un’indagine di Twig, agenzia bergamasca specializzata nell’analisi di dati, i cui risultati sono stati prontamente diffusi dal Comune di Bergamo stesso. L’efficacia della comunicazione social è stata calcolata in base alle interazioni, alla crescita settimanale dei fan e alla fan-base. Al primo posto della graduatoria c’è Bologna, seguita da Modena, Rimini, Firenze, Torino, Roma, Milano, Pescara, Crotone e infine Bergamo. Il capoluogo orobico compare anche nella classifica dei post migliori dell’ultimo anno: merito di quello che ha reso nota l’avvenuta inclusione delle Mura di Città Alta tra i beni patrimonio mondiale Unesco.

4 – Da Vittorio si conferma un’eccellenza: tre forchette sulla guida Gambero Rosso

Il noto ristorante Da Vittorio, guidato da Chicco Cerea e la sua famiglia, si conferma ancora una volta al vertice dei migliori ristoranti secondo Gambero Rosso. I fratelli Cerea confermano le tre forchette e i 92 punti nella classifica finale. Al loro fianco altri grandi chef del panorama culinario italiano: Carlo Cracco, tornato con un nuovo prestigioso locale in Galleria a Milano, Antonio Guida con il Seta del Mandarin Hotel Oriental, Andrea Berton del Berton ed Enrico Bartolini del Mudec Restaurant. Fuori Milano i più bravi sono Davide Oldani con il suo D’O a Cornaredo, Ilario Vinciguerra a Gallarate, Santini a Canneto sull’Oglio, Philippe Leveillè del Miramonti L’Altro a Concesio e, appunto, la famiglia Cerea di Da Vittorio a Brusaporto.

5 – Paura all’Auchan di Curno: 45enne colta da malore. È grave

Nella mattinata di venerdì 8 giugno, una donna di 45 anni che stava per iniziare il suo turno di lavoro all’Auchan di Curno, è stata colta da un improvviso malore. Un arresto cardiaco, che ha reso necessario l’utilizzo in loco del defibrillatore, nell’attesa dell’arrivo dei soccorsi. Successivamente, la donna è stata ricoverata d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Le sue condizioni sono gravi, ma non sarebbe in pericolo di vita.

6 – Alzano Lombardo: arrestato mentre tentava di rubare la radio dall’auto della Polizia Locale

Un 52enne è stato arrestato nel pomeriggio di giovedì 7 giugno, ad Alzano Lombardo, mentre stava tentando di rubare la radio da un’auto della Polizia Locale. L’uomo è stato notato da alcuni passanti mentre tentava di scassinare la portiera della vettura delle autorità parcheggiata in via Piave. Immediato l’arrivo degli agenti, che hanno colto il 52enne sul fatto e lo hanno arrestato in flagranza di reato. Sarà processato per direttissima.

7 – A Orio giornata di scioperi. Rischio disagi

È previsto per il pomeriggio di venerdì 8 giugno lo sciopero dei dipendenti Enav a causa del mancato rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro scaduto il 31 dicembre del 2016. E così, dalle 13 alle 17, sono possibili diversi disagi anche allo scalo di Orio al Serio. Agli utenti si consiglia di informarsi contattando direttamente la propria compagnia aerea.

8 – Ritardi e cancellazioni per i pendolari Bergamo-Milano

Oltre allo sciopero dei voli, venerdì 8 giugno pare essere una giornata nera anche per chi viaggi in treno. Sin dalla prima mattina, infatti, Trenord ha fatto riscontrare diversi ritardi e cancellazioni che hanno messo in grande difficoltà i pendolari bergamaschi diretti verso il capoluogo lombardo. Anche in questo caso, ai viaggiatori si suggerisce di informarsi prima di arrivare in stazione attraverso i canali digitali di Trenord (sito o app).

9 – Ascom e Confesercenti vogliono cambiare via Tiraboschi

Le associazioni dei commercianti di Bergamo, ovvero Ascom e Confesercenti, vogliono rivoluzionare via Tiraboschi. L’obiettivo è rilanciare questa arteria centrale della città, parallela alla pedonale via XX Settembre. E per farlo sono diverse le idee messe sul tavolo: senso unico, arredo urbano e marciapiedi più lunghi. La proposta di riqualificazione è stata già presentata a Palazzo Frizzoni e l’intento sarebbe quello di rendere anche via Tiraboschi una via meno trafficata e più dedicata allo shopping.

10 – Profughi via da Valleve: entro il fine settimana l’hotel sarà svuotato

All’ex hotel di San Simone, a Valleve, che si affaccia sulle piste da sci, dall’anno scorso la cooperativa Ubuntu gestisce l’accoglienza di diversi richiedenti asilo. Un caso particolare, visto il posto e, soprattutto, il fatto che in alcuni momenti gli immigrati ospitati sono stati addirittura pari al numero degli abitanti del Comune. Proprio in questi giorni, però, la Prefettura di Bergamo sta completando lo svuotamento della struttura, operazione che dovrebbe essere perfezionata entro la fine della settimana. Ad oggi, come riporta Bergamonews, i richiedenti asilo rimasti a San Simone sono 29 e nei prossimi giorni verranno trasferiti in altre strutture della provincia.

11 – Carobbio degli Angeli, ciclista di 56 anni investito. Non è grave

Nel pomeriggio di giovedì 7 giugno, in via Variante di Cicola a Carobbio degli Angeli, un ciclista di 56 anni è stato investito e, in seguito all’incidente, è stato portato all’ospedale Papa Giovanni. Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto intorno alle 16: sia il ciclista che l’automobilista che lo ha investito viaggiavano in direzione Bergamo. Fortunatamente, il 56enne non sembra essere in condizioni gravi o preoccupanti.

7 GIUGNO

 

1 – Torna la Donizetti Night in centro. Centinaia di artisti per 80 spettacoli

Grande attesa per la nuova edizione, sabato 16 giugno (dalle ore 18.30 a notte fonda), della Donizetti Night, la notte bergamasca dedicata al compositore che rivivrà con parole, immagini e colori ispirati alle sue opere, animando le strade, i chiostri e le piazze di Bergamo. È la quarta edizione della felice iniziativa (per la seconda volta in Città Bassa), dedicata alla conoscenza e alla diffusione delle opere e della vita dell’artista orobico: da piazzetta Santo Spirito a Largo Rezzara – attorno al teatro Donizetti chiuso per restauri – si svolgeranno gli appuntamenti in programma per “risvegliare” in città l’orgoglio verso l’arte del musicista conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Tantissimi i professionisti e i tecnici – alcuni già a lavoro da mesi sul progetto ideato da Francesco Micheli, direttore artistico del festival Donizetti Opera – che saranno impegnati in 21 palcoscenici diversi allestiti per ospitare circa 80 appuntamenti fra musica, parole e danza: questi i primi numeri che caratterizzano l’edizione 2018 della manifestazione.

2 – Vendono droga dalla finestra di casa a San Paolo d’Argon, due arresti

I carabinieri li stavano tenendo d’occhio da qualche giorno. Avevano ragione. A San Paolo d’Argon, in via Volta, i militari hanno arrestato due uomini di origine marocchina: Q.M. di 41 anni ed E.H.M. di 23. I due dalla finestra del primo piano cedevano degli involucri ai passanti: erano dosi di cocaina. Sono stati arrestati per detenzione di droga ai fini di spaccio. In direttissima il giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto gli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza, fissata il 2 luglio.

3 – Torna BergamoEstate: centinaia di appuntamenti in tutta la città

Centinaia di eventi, oltre 50 tra associazioni ed enti coinvolti, un investimento di quasi 160mila euro (di cui 55mila attraverso il bando periferie): il Comune di Bergamo ha chiuso poco fa il bando per l’edizione 2018 di Bergamo Estate, il grande cartellone di eventi che costellano la stagione calda della città con centinaia di appuntamenti sparsi in tutto il territorio cittadino. «Teatro, musica, cinema nei parchi e sport sono le parole chiave dell’estate in città. – sottolinea l’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti – Attraverso questo bando l’Amministrazione Comunale sostiene  una rete di appuntamenti diffusa sia in centro che nei quartieri, realizzate dalle tante  associazioni culturali e sportive attive sul nostro territorio. Le loro proposte di qualità daranno occasioni di svago rendendo piacevole e ricca di offerte le nostre giornate estive. A questi appuntamenti si affiancano le visite guidate alla scoperta della città e le feste di via, sempre molto partecipate e attese dai residenti dei quartieri». Le proposte sono davvero di ogni tipo: dal cinema al parco con OkiDokiFilm e Lab80 alle proposte di teatro Shakespeariano dell’Associazione Culturale Teatro Ex Drogheria & Co., dalle visite guidate alla scoperta di luoghi poco conosciuti di Bergamo con l’Associazione Guide Turistiche Città di Bergamo alla pratica del Baskin, versione inclusiva della pallacanestro. Non solo: molte anche le iniziative nei quartieri, con uno specifico capitolo previsto nel progetto del bando periferie. Feste di via e cene all’aperto si svolgeranno in tutti i quartieri della cintura periferica a sud della città, da Grumello del Piano a Celadina. Si delinea così la proposta estiva della città di Bergamo, voluta dall’Amministrazione comunale. Bergamo Estate si affianca, solo per citarne alcuni, agli spazi di aggregazione estiva messi a bando su aree pubbliche (dal parco della Trucca a Sant’Agostino, passando dallo spalto di San Michele fino al Parco Goisis), alle oltre 100 proposte dei centri giovanili Edoné, Gate e Spazio Polaresco e ai 7 appuntamenti previsti nel centro città durante tutta l’estate, iniziative queste ultime organizzate in collaborazione con i commercianti, associazioni di categoria e altri enti.

4 – La carica di 15mila vasi di fiori a settembre in Piazza Vecchia

Presentata ieri l’edizione 2018 di Maestri del Paesaggio. Tema di quest’anno il Plant Landscape, ovvero il ruolo di piante e architetture verdi contro l’inquinamento e i cambiamenti climatici. Uniti alla bellezza, chiaro. Piazza Vecchia sarà messa, come al solito, a verde: quest’anno l’autore del progetto è Piet Oudolf, autore di progetti come la High Line di New York (ex sopraelevata della metropolitana trasformata in parco), che sistemerà all’ombra del Campanone ben 15mila vasi di fiori.

5 – Litiga con il capo, gli sferra un pugno e gli fa rompere la gamba

Hanno litigato per motivi di lavoro e gli ha sferrato un pugno in pieno volto. Così, lui è finito in manette e la sua vittima al pronto soccorso con ferite gravi. Follia martedì pomeriggio in un’azienda di Inzago – una ditta di via Giuseppe di Vittorio che si occupa di confezionamento -, dove un uomo di cinquantatre anni è stato aggredito da un suo collega di dieci anni più giovane. La lite è avvenuta poco prima delle 14, quando i due – responsabile il più anziano e operaio “semplice” il più piccolo – hanno iniziato a discutere. Il 43enne, stando a quanto riferito dai carabinieri, ha sferrato un pugno in pieno volto al capo, che cadendo si è rotto il femore destro.  Soccorso da un’ambulanza del 118, il responsabile è stato trasportato all’ospedale di Melzo, dove i medici gli hanno diagnosticato una prognosi di sessanta giorni. L’aggressore è stato invece arrestato dia carabinieri della compagnia di Cassano d’Adda con l’accusa di lesioni personali aggravate. Il 43enne, che risiede nella provincia di Bergamo e ha precedenti, è stato giudicato per direttissima ed è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

6 – Incidente tra due auto, circonvallazione in tilt stamattina

Incidente alle 7 stamattina, nell’orario di punta dei pendolari, in circonvallazione Paltriniano. Traffico bloccato per oltre due ore, tre persone ferite fortunatamente in maniera non grave. Lo scontro si è verificato poco prima dell’incrocio per entrare in centro città.

7 – Mobike, multe per chi lascia le bici fuori città

Chi noleggia una Mobike potrà ancora tranquillamente pedalare fuori dai confini del Comune di Bergamo. Poi, però, dovrà chiudere la corsa entro i confini individuati dal cosiddetto Geofence. Pena una penalità di 7 euro. Una novità inserita dai gestori del sistema di bike sharing a flusso libero per compensare gli elevati costi di recupero del mezzo.

8 – Al via i tre mesi di festa alla Madonna della Castagna

Venerdì 8 giugno, a partire dalle ore 19, prenderà il via la tradizionale festa presso il santuario di Madonna della Castagna, giunta ormai al suo quattordicesimo anno. Nell’ambito della manifestazione “Bergamo Estate 2018” promossa dal Comune di Bergamo, la Cooperativa Città Alta propone un momento di aggregazione e convivialità per tutti, anziani, giovani e famiglie. Cucina tipica, panche in legno, il fresco del bosco a ristorare. E si va avanti per tutta l’estate.

 

6 GIUGNO

 

1 – Ladri in azione a Ak Informatica, bottino da oltre centomila euro

Un furto nella notte da 100mila euro. Così i titolari di Az Informatica, Azzano, hanno deciso di scrivere su Facebook cosa gli è stato rubato. E di chiedere una mano per fermare i malviventi almeno in fase di ricettazione. «Nonostante i nostri sistemi di sicurezza questa notte attorno alle 4.50 ad Azzano San Paolo un gruppo di ladri è entrato in magazzino portandoci via tutta la merce pià costosa. Come era già capitato a Gamesweek, sono a chiedere il vostro aiuto per trovare questa feccia dell’umanità, degna di ricevere ogni male. Ci hanno rubato schede video Zotac, 1080ti 1070ti, Msi 1070ti 1080ti, Evga e Asus. Pc Msi Aegis, notebook Msi Ge73, Ram Adata Xpg, Cpu Intel Serie 8, monitor Samsung 49 Ultrawide e un elenco che faremo presto, oltre ai 2 furgoni di cui uno già stato trovato in zona campagnola a Bergamo. Chiunque venga a sapere di qualcosa o qualcuno che vende online queste cose a prezzi stracciato per favore ci scriva o in pagina o a shop@akinformatica.it. Qualche ordine potrebbe partite in ritardo. Ci scusiamo in anticipo».

2 – Pollai razziati a Spirano: stanno tornando le volpi

Un pollaio razziato, poi due, poi tre. A Spirano l’episodio sembra ripetersi piuttosto di frequente nelle ultime settimane. Diverse le segnalazioni di galline scomparse. Ecco, grazie a uno Spiranese, svelato il mistero. Sono le volpi le colpevoli. Gli animali, carnivori, si nutrono prevalentemente di piccoli roditori, ma cacciano anche conigli, rettili e galline. A dimostrare che sono loro le colpevoli, senza ombra di dubbio, il video che un utente ha postato sulla pagina Facebook “Sei di Spirano se”. Ma gli spiranesi sembrano accettare le sparizioni di galline senza prendersela troppo. «Sarebbe bello risolvere il problema – è il commento più in voga – ma solo se si potesse fare senza danneggiare le volpi».

3 – Presentata Agri e Slow Travel 2019: spicca la novità Cibo delle Alpi

Nella splendida cornice di Villa Flora, sede di Turismo Bergamo, si è tenuta questa mattina la presentazione della quinta edizione di Agri Travel e Slow Travel Expo, salone organizzato da Promoberg dedicato alla promozione del turismo rurale e lento, diventato in pochi anni un punto di riferimento a livello europeo per il settore. Tra le immancabili novità della manifestazione, in programma alla Fiera di Bergamo dal 14 al 17 febbraio 2019 (anno dedicato proprio al turismo lento), spicca Cibo delle Alpi, evento enogastronomico di prodotti alpini –  organizzato da Promoberg in collaborazione con l’Associazione Montagna Italia di Bergamo – che consente un gustoso viaggio tra i piatti tradizionali dei sette Paesi dell’arco alpino: Italia, Austria, Francia, Germania, Slovenia, Liechtenstein e Svizzera.

4 – Grammatica dimenticata: a Bariano ecco i corsi di italiano per italiani

Troppi strafalcioni e poca padronanza della lingua italiana, con molte “a” senz’acca e i congiuntivi dimenticati. Così l’assessore alla cultura del Comune di Bariano ha pensato e organizzato in municipio un corso di italiano rivolto agli italiani. Un ripasso di grammatica per consentire ai residenti di rispolverare le regole studiate sui banchi di scuola ma dimenticate con il passare del tempo. «Il corso è aperto a tutti – ha spiegato l’assessore alla Cultura Marino Lamera – ma non è un corso di alfabetizzazione per stranieri, lo abbiamo pensato proprio per i barianesi e infatti lo abbiamo chiamato “Cinque ri-passi della grammatica”, in ogni caso si sono iscritti anche alcuni stranieri che però avevano una conoscenza dell’italiano più avanzata». Il successo è stato senza precedenti: in pochi giorni si sono iscritti in 15.

5 – Cinque al Superenalotto, a Covo vinti 100mila euro

Cinque al Superenalotto: anche questa volta la dea bendata ha scelto Covo e in particolare la fortunata tabaccheria La Rocca Shop di Silvia Minniti che già in passato aveva regalato vincite importanti al gioco di casa Sisal più conosciuto dagli italiani. La vincita, da 100mila euro, è stata realizzata nel negozio di via Giulio De Micheli gestita da Silvia e dal fratello Luca. A lui il merito di aver realizzato il «sistemone» che è risultato, alla fine, vincente.

6 – Cremasca bloccata per un incidente con un mezzo pesante a Zanica

Traffico in tilt stamattina sulla Sp 591 Cremasca a causa di un incidente che ha coinvolto un mezzo pesante: da Urgnano a Zanica e da Comun Nuovo alla rotonda di ingresso a Zanica la circolazione è stata sostanzialmente paralizzata. Si consigliano itinerari alternativi per non restare imbottigliati. Ripercussioni anche sulla tangenziale sud.

7 – Incidente tra tre auto a Cologno, paura per un bimbo di due anni

Carambola ieri pomeriggio tra tre auto in località Fornasette a Cologno al Serio. Su una vettura si trovava anche un bambino di due anni che viaggiava con il padre, di origini marocchine: stanno entrambi bene. E andata peggio per una donna di 65 anni residente a Grassobbio, ricoverata, ma le sue condizioni non sembrerebbero comunque gravi.

8 – Gattino salvato dalla Polizia locale in cerca di adozione

Se l’è vista davvero brutta un micetto a Spirano. È rimasto incastrato nel vano motore di un’auto, sotto il sole. Fortunatamente però il gattino è stato salvato dalla Polizia locale di Spirano. Dopo le cure necessarie sarà dato in adozione.

 

5 GIUGNO

 

1 – Non si ferma la corsa delle pizzerie. Ha aperto Assaje in Città Alta

Una vera e propria colonizzazione di Bergamo. La pizza alla napoletana, cioè con il bordo (cornicione) alto e i prodotti Dop, dal 31 maggio ha un nuovo ambasciatore: Assaje, in Largo Porta Sant’Alessandro, accanto alla stazione di partenza della funicolare per San Vigilio. Nella foto: Antonio Lubrano di Assaje Isola e Ludovica Franci di Assaje Sanzio in compagnia del loro maestro pizzaiolo Antonio Tammaro all’ ingresso del nuovo ristorante.

2 – Ciao Iaia, chiesa gremita per l’ultimo saluto a Ilaria Orlando

Tristezza e cordoglio a Romano per la scomparsa della piccola Ilaria Orlando. Iaia, così la chiamavano tutti, aveva solo 9 anni e tanta voglia di vivere spazzata via da una brutta malattia contro cui lottava da anni. I funerali della piccola Ilaria si sono tenuti questa mattina a Romano, nella chiesa di Santa Maria Assunta. Il corteo ha preso il via davanti al monumento ai Caduti fino alla chiesa. Una folla commossa ha accompagnato la piccola bara bianca di Ilaria fino alla chiesa. Impossibile non notare la presenza di tanti amici dall’Abruzzo con le magliette della fondazione che negli ultimi anni ha cercato di raccogliere fondi per sostenere la ricerca di una cura che potesse salvare Iaia. Tanti anche i bambini, compagni di classe di Ilaria che frequentava (come il fratello) la primaria Sacra Famiglia a Martinengo. E sono proprio i sacerdoti della scuola martinenghese a concelebrare le esequie insieme ai sacerdoti romanesi.

3 – Ispettorato di Bergamo: caporalato nel settore dei trasporti a Bergamo

Due cittadini pakistani e un cittadino italiano sono stati denunciati per intermediazione illecita con sfruttamento della manodopera dal Nucleo Ispettori del Lavoro, operativo presso l’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Bergamo. Si manifesta, quindi, anche a Bergamo il fenomeno meglio noto come “caporalato”, disciplinato dall’art. 603-bis del codice penale. I soggetti deferiti all’Autorità Giudiziaria, al termine di un lungo e articolato accertamento concluso a fine maggio, erano operativi nel settore dei trasporti: utilizzando contratti di appalto fittizi, i carabinieri ispettori del lavoro hanno contestato retribuzioni inferiori di oltre la metà rispetto a quanto effettivamente spettante ai lavoratori. Sono state emesse diffide accertative a favore dei lavoratori per il recupero di quanto spettante e si è proceduto a recuperare l’imponibile previdenziale omesso. Le sanzioni ammontano a 8.600 euro.

4 – Il cane Jago decisivo nel ritrovamento dell’87enne a Corna Imagna

Lo stavano cercando da sabato, ma solo il fiuto allenato del cane Jago, pastore tedesco, ha permesso il ritrovamento dell’87enne disperso a Corna Imagna. La squadra composta da volontari della Protezione civile e cinofili ha trovato Paolino sano e salvo: era sotto la tettoia di una baita. Ai soccorritori avrebbe detto: «Devo fare l’orto e sto aspettando i miei figli». Ha dormito nel fienile, in queste notti.

5 – Diabete, un fenomeno che abita soprattutto in città: convegno

A Bergamo il 9 giugno, nella Sala del Mosaico della Camera di Commercio, si confrontano i massimi esperti regionali e locali sul tema della salute nelle città, con focus sul fenomeno dell’Urban Diabetes. I cambiamenti demografici in corso, che includono l’urbanizzazione, il peggioramento degli stili di vita, l’invecchiamento della popolazione e l’isolamento sociale, si riflettono in una crescita costante della prevalenza del diabete, una delle malattie croniche a più ampia diffusione nel mondo nonché una delle più costose malattie sociali della nostra epoca. Nelle città vivono oggi i due terzi delle persone affette da diabete: a Bergamo sono 6mila le persone con diabete e nell’intera provincia oltre 50mila. Da qui la necessità di mettere in atto nelle aree urbane una strategia integrata, finalizzata a costruire un’idea di città come «promotore della salute». In tale direzione Ats Bergamo e Comune di Bergamo hanno aderito al progetto Cities Changing Diabetes adottando il Manifesto della Salute nelle città, che delinea le azioni da intraprendere per studiare i determinanti della salute nelle città e migliorare la qualità di vita dei cittadini.

 

4 GIUGNO

 

1 – Addio alla piccola Ilaria Orlando. Ieri, a 9 anni, ha smesso di lottare

Si è spenta domenica a soli nove anni Ilaria Orlando, la piccola affetta da una grave malattia contro la quale lottava da anni. Nata a Roccaraso, in Abruzzo, da anni abitava a Romano con la famiglia. Frequentava le elementari alla Sacra Famiglia di Martinengo. Aveva solo 4 anni quando i medici scoprirono che era affetta da un neuroblastoma, una malattia molto rara. Che le condizioni della piccola fossero gravi si sapeva. Il parroco durante il Corpus Domini aveva invitato i fedeli a pregare per lei e la famiglia. Ma la bimba non ce l’ha fatta. Si è spenta ieri al Papa Giovanni XXIII. Tutti la conoscevano come “Iaia”. Il suo era diventato un caso nazionale grazie alla raccolta fondi per la quale si era mobilitato non solo l’Abruzzo, ma l’Italia intera. Cene di Gala, raccolte fondi, persino un concerto con “Il volo”. Grazie alla solidarietà di tante persone la piccola era riuscita a volare negli Stati Uniti dove si era sottoposta a cure innovative e molto costose. Ma non è bastato. Martedì la bimba ha iniziato a peggiorare. Ieri, la scomparsa.

2 – Aggredisce la fidanzata e minaccia i poliziotti: in quattro per immobilizzarlo

Prima ha aggredito la sua fidanzata, quindi si è scagliato anche contro gli agenti delle volanti della Questura di Venezia, minacciandoli di morte. Una furia, tant’è che ci sono voluti addirittura quattro poliziotti per bloccare l’impeto, in stato di alterazione alcolica, di un 26enne originario della Bergamasca che nella serata di ieri ha dato in escandescenze in un appartamento di Mestre.

3 – Abb, Smart Lab di Dalmine: visitatori a quota 10 mila

Lo Smart Lab di Dalmine, il più frequentato laboratorio Abb al mondo, ha ricevuto il suo decimillesimo visitatore. L’evento si è verificato durante la visita di una delegazione di studenti di Ingegneria dell’Università di Pisa, che hanno raggiunto il laboratorio di Dalmine per toccare con mano i componenti, i sistemi e i software che determineranno gli assetti futuri del mondo industriale e dell’energia.

4 – Iseo, scontro auto-moto nella notte. Muore 23enne di Viadanica, grave 22enne

Non ce l’ha fatta Nicolò Celestini, il 23enne di Viadanica rimasto coinvolto con altre quattro persone in un incidente avvenuto questa notte sul lungolago tra Clusane e Paratico. Il ragazzo sarebbe stato travolto da un’auto che ha sbandato e invaso la sua corsia, poco dopo mezzanotte, mentre si trovava a bordo di uno scooterone T-Max insieme a una ragazza 22enne di Chiari, rimasta gravemente ferita. Alla guida della vettura c’era una donna di 49 anni.

5 – In carcere un anno e mezzo per furto: maxi multa da 23mila euro

È stato portato ieri in carcere a Bergamo il 43enne italiano fermato dai carabinieri della Compagnia di Treviglio in seguito a un ordine di carcerazione. Lo hanno arrestato a Romano, dove vive, per un cumulo di pene residuo da scontare dietro le sbarre. Su disposizione dell’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Bergamo, i militari dell’Arma della stazione di Romano di Lombardia hanno infatti arrestato e tradotto in carcere a Bergamo l’autore di diversi furti aggravati, alcuni dei quali risalenti anche al 2013, le cui condanne sono oramai diventate definitive. Al netto della carcerazione preventiva il 43enne dovrà scontare come residuo pene un anno e mezzo di reclusione e pagare una pena pecuniaria di oltre 23mila euro.

6 – Ascolta il navigatore e va contromano: schianto con scooter, grave coppia

Si stava immettendo sulla provinciale Cremasca bis, proveniente dalla strada dell’aeroporto, verso il rondò di Orio. Ma a F. F., romeno di 38 anni residente a Bucarest, al volante di una berlina Bmw, il navigatore ha detto di fare inversione e lui si è ritrovato contromano. In quel momento stava arrivando una coppia in scooter e l’impatto è stato inevitabile. L’incidente si è verificato alle 8,15 di domenica mattina. A.G.M., 52 anni, alla guida dello scooter, residente a Pradalunga, e la fidanzata M. P., 45 anni, residente a Grassobbio, sono tuttora in gravi condizioni.

7 – Latitante da 7 mesi, in manette una 57enne

È durata sette mesi la latitanza di una donna 57 enne di Seriate, sfuggita alla cattura lo scorso ottobre al termine dell’operazione Tabula Rasa Orobica, coordinata dalla Procura della Repubblica e condotta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo. In particolare, i militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria, a seguito d’indagini volte al contrasto di fenomeni di riciclaggio, truffe, appropriazioni indebite, estorsioni e contraffazione, condotte sotto la direzione del Pubblico Ministero Emanuele Marchisio, avevano denunciato all’Autorità Giudiziaria ben 95 soggetti. Di questi, 18 tratti in arresto, 3 dei quali latitanza durante. La donna era sfuggita alla cattura nell’ottobre scorso, quando nel corso di un blitz i Finanzieri avevano eseguito gli ultimi ordini di cattura nei confronti degli ultimi cinque soggetti coinvolti nelle indagini. In quell’occasione anche un altro componente della banda era risultato irreperibile, un noto falsario, catturato dopo pochi giorni ad Agrate (Mb). I militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Bergamo si sono concentrati quindi sull’ultima pedina del gruppo. Grazie ad appostamenti e pedinamenti i militari sono riusciti ad agganciare, a Seriate, l’Alfa Mito di proprietà del figlio della donna e stringere il cerchio sul luogo di residenza.  I Finanzieri, appostati nottetempo, attorno alle 8.30 di giovedì 31 maggio, hanno notato la latitante uscire da una palazzina in compagnia del figlio e con lo stesso allontanarsi a bordo dell’autovettura. A questo punto è scattato l’intervento che ha consentito di mettere la parola fine alla fuga della donna che è stata tratta in arresto ed assicurata alla giustizia. Ora dovrà rispondere anche di un cumulo di pene, per oltre 4 anni, emesso dall’Autorità Giudiziaria di Brescia a suo carico.

8 – Oltre 15mila persone alla Camminata Nerazzurra, tante le famiglie con bambini

C’è voluto più di un quarto d’ora per far passare sotto l’arco della partenza le oltre 15mila persone iscritte alla Camminata Nerazzurra 2018. Tante sono state le presenze per questa dodicesima edizione della marcia non competitiva dedicata ai tifosi dell’Atalanta. Complice il bel tempo e la grande stagione della quale la squadra bergamasca si è resa protagonista, per le strade di Bergamo alta e bassa è sfilato un lungo serpentone nerazzurro. Tantissimi i bambini pronti per la marcia, le famiglie con passeggini, i gruppi di amici, i club di città e provincia, i cani al guinzaglio, le bandiere, gli striscioni, l’allegria e il divertimento, tutti ingredienti che come ogni anno permettono alla Camminata di radicarsi sempre di più e di diventare un appuntamento ormai fisso atteso da tutta la città.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli