Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (18-21 agosto)

Notizie su Bergamo e provincia (18-21 agosto)
19 Agosto 2014 ore 16:00

21 AGOSTO

1- «Vanessa e Greta stanno bene». Lo riferisce il quotidiano panarabo al Quds al Arabi

Le due italiane rapite in Siria all’inizio di agosto, Vanessa Marzullo e Greta Ramelli, «sono in buona salute». È’ quanto riferisce il quotidiano panarabo al Quds al Arabi, che viene pubblicato a Londra e che cita una fonte del gruppo di ribelli islamici Ahrar ash Sham. La fonte ha anche annunciato la cattura di uno dei rapitori delle ragazze nei pressi di Sarmada, località a ridosso del confine con la Turchia nella regione di Idlib. Il rapitore cattuurato sarebbe «membro di una brigata dell’opposizione siriana» e dunque non dello Stato islamico (Isis) e avrebbe confessato che «stava trattando con le autorità italiane per raggiungere un accordo su un riscatto». Sempre secondo la medesima fonte le due volontarie «forse potrebbero essere rilasciate nelle prossime ore».Le due ragazze italiane sono state avvistate l’ultima volta a al Abizmo, località a 15 km est da Sarmada e 40 km ovest da Aleppo.

 

2- Muore un uomo di 47 anni a Curno in uno scontro auto contro moto sulla Briantea.

Un uomo di 47 anni è morto a Curno dopo lo scontro tra la sua moto, una Honda 2000, e un’auto avvenuto al confine con Mozzo sulla Briantea. Non si conosce ancora la dinamica dello schianto, che pare essere stato piuttosto violento tanto che la ruota della moto si sarebbe staccata dal mezzo: da una prima ricostruzione dell’accaduto sembra che la donna di 51 anni, al volante della sua Opel, abbia effettuato una manovra azzardata su via Lecco, proprio mentre sopraggiungeva il motociclista per cui non c’è stato nulla da fare.

 

3- Precipita da una scogliera a Grosseto pensionato di 70 anni

Un uomo di 70 anni, Roberto Riva residente a Terno d’Isola, mercoledì 21 agosto è caduto da una scogliera a Cala Martina, nel comune di Scarlino, in provincia di Grosseto. Il corpo dell’uomo, pensionato, è stato trovato in mare dai sommozzatori Saf e dalla Guardia Costiera di Follonica. Da una prima ricostruzione fatta dalla stessa Guardia Costiera, Riva dovrebbe essere scivolato sulla scogliera e aver battuto la testa. I parenti hanno effettuato il riconoscimento e oggi Il pm Giuseppe Coniglio dovrebbe dare già il nullaosta per la sepoltura.

 

4- Esonda il Cherio, danni a Trescore.

Gravi danni a Trescore e nelle zone limitrofe dopo il temporale violentissimo che si è abbattuto sulla Bergamasca nella notte tra mercoledì 20 e giovedì 21 agosto. Nella zona di Calvarola (Trescore Balneario), per esempio, sono numerose le ditte allagate con gli imprenditori che contano i danni. Al lavoro pompieri e protezione civile soprattutto dove il Cherio è esondato, andando ad allagare scantinati e negozi, oltre che abitazioni. Acqua, terra e detriti anche sulla strada statale e sulla strada provinciale 89, tra Trescore e Gorlago.

20 AGOSTO

 

1 – Lettera di Gori a Maroni per denunciare l’impietoso stato del trasporto ferroviario

Di seguito la lettera scritta dal primo cittadino Giorgio Gori al presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni:

«Caro Presidente,

torno a sollecitare la Tua attenzione sul problema del preoccupante scadimento di qualità del trasporto ferroviario regionale, e in particolare sulla situazione del servizio – a mio avviso davvero inaccettabile – sulla linea Bergamo-Milano. Il bollettino di questi ultimi giorni è sconfortante: solo nella giornata di martedì almeno dieci treni sono stati soppressi – a sorpresa –  per il sommarsi di guasti tecnici e del deficit di personale derivante dalle ferie estive.
Fatto 
sta che la condizione dei pendolari è sempre più disagevole, sommandosi ai ritardi ormai costanti e ad un evidente peggioramento del materiale rotabile in termini di comfort, di pulizia e di sicurezza. Difetta la manutenzione e il parco carrozze è sempre più deteriorato. Non solo: come ho potuto personalmente verificare, linee su cui Trenord e la Regione promettono costantemente il rispetto di composizioni da 6 vetture doppiopiano – in uno schema già “d’emergenza” (dovrebbero essere 7) – viaggiano sistematicamente a 4 carrozze monopiano. E dovresti vederle: sono sporche, consumate e arrugginite.
Non stiamo parlando di collegamenti secondari: la sola stazione di Bergamo, secondo i dati forniti da Centostazioni, arriva a 10 milioni di passeggeri annui ed è tra le prime stazioni di medie dimensioni in Italia. Stiamo parlando di linee su cui transitano passeggeri e merci che rappresentano il cuore del sistema produttivo della nostra regione, di infrastrutture e servizi che sappiamo decisivi anche ai fini del buon esito di Expo 2015.
Urge che le aziende coinvolte, Trenord e RFI, si impegnino a recuperare uno standard di servizio che, inspiegabilmente, i nostri pendolari hanno visto in questi mesi precipitare da un livello scarso ad un livello davvero inaccettabile.  Da mesi si parla dell’acquisto dei nuovi 63 treni destinati al trasporto ferroviario regionale – Tu stesso me ne hai dato conferma – ma nessuna chiara informazione in ordine alla loro distribuzione e al calendario di messa in servizio è stata fornita fin qui ai rappresentanti dei viaggiatori lombardi.  Nessuna garanzia di miglioramento della situazione è stata fin qui fornita dal nuovo assessore Cavalli.
Io credo che su questa partita Regione Lombardia debba intervenire con grande decisione. I nostri cittadini ce lo chiedono a gran voce , a tutela del buon nome di questa Regione – che ha l’ambizione di confrontarsi con i territori più avanzati d’Europa -, e soprattutto per rispetto verso le migliaia di persone che ogni giorno salgono su un treno regionale per andare a lavorare o a studiare.
Per questo,  con gentilezza ma con forza, come Sindaco di Bergamo, sollecito il Tuo personale e tempestivo interessamento.

Un cordiale saluto»

 

2 – Il ponte del rondò di Monterosso verrà demolito a settembre

L’assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla conferma che il ponte danneggiato all’altezza del rondò di Monterosso verrà finalmente abbattuto. Il tratto di circonvallazione Plorzano, in direzione della Valle Brembana, si liberà dunque delle interminabili code, divenute abituali dopo che il cavalcavia fu danneggiato da un camion che trasportava un escavatore. La risposta del Comune è giunta in seguito all’interpellanza dei consiglieri della Lista Tentorio. Brembilla ha aggiunto che la delibera per la demolizione è stata approvata il 31 luglio per una cifra pari a 65 mila euro. In agosto si provvederà agli inviti per la gara d’appalto e la demolizione avverrà nei primi giorni di settembre, prima dell’avvio delle scuole. La ricostruzione dovrebbe costare mezzo milione di euro e sarà il Comune a sobbarcarsela, per poi rivalersi sui danneggiatori per vie legali.

 

3 – La società di Dubai lascia il Balzer. La famiglia Menalli sarebbe interessata

A maggio 2015 scadrà il contratto d’affitto della storica pasticceria del Sentierone tra l’Immobiliare Fiera (proprietaria dell’edificio) e la Servair Air Chef, dal 2008 in affitto. La società francese, diventata al 100% di proprietà della Dnata di Dubai, non ha raggiunto un accordo per il rinnovo del contratto. La Dnata è uno dei maggiori fornitori internazionali di servizi nel settore aeroportuale. L’Eco di Bergamo riporta che interessata a subentrare nel contratto d’affitto del Balzer potrebbe essere la famiglia Menalli. Marcello Menalli infatti, alle domande al riguardo, sorride senza smentire. Possibile segno di un dialogo che continua con l’Immobiliare Fiera.

 

19 AGOSTO

 

1 – I legali chiederanno la scarcerazione di Bossetti

I legali di Massimo Bossetti, l’artigiano di Mapello in carcere dal 16 giugno con l’accusa di essere l’omicida di Yara Gambirasio, nei primi giorni di settembre presenteranno al gip di Bergamo un’istanza di scarcerazione del loro assistito. Lo ha detto l’avvocato Claudio Salvagni. «Aspettiamo gli esiti degli accertamenti tecnici – ha spiegato il legale – e se questi, come sembra da indiscrezioni, daranno risultati negativi, chiederemo la scarcerazione». Salvagni ha aggiunto che la richiesta verrà fatta anche nel caso in cui le consulenze non fossero state ancora depositate: «Non possiamo pensare che continui a rimanere in carcere, e lo è ormai da 64 giorni, una persona che siamo convinti sia innocente». Sono intanto cominciati, nella sede del Ris di Parma, gli accertamenti sugli ultimi oggetti sequestrati il 24 giugno nella casa di Bossetti.

 

2 – Tragico investimento in serata a Filago

Un uomo è morto a Filago nel tardo pomeriggio, intorno alle 19.20, in un tragico investimento avvenuto in via Trento. La vittima è Gusto Pedrali, 71 anni, residente alla Cascina Nuova e conosciuto in paese come l’amico degli animali. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, una Peugeot guidata da un 30enne di Filago avrebbe urtato Pedrali che è poi finito contro un palo.

 

3 – Crescono i numeri del gioco: +17,7%

Un’industria che non sta certamente risentendo degli effetti della crisi è quella del gioco e delle scommesse. Nell’ultimo mese, in Lombardia, questo settore ha ottenuto un aumento del proprio mercato pari all’11,4% complessivo. Una crescita riscontrata in tutte le principali provincie lombarde: a Milano +4,4%, a Brescia +11,7% e a Bergamo addirittura +17,7%. A Bergamo si contano 166 attività di questo tipo, l’11,1% del totale lombardo.

 

4 – Mancano i cartelli che indicano i caselli della Brebemi: colpa di comuni e provincie.

La Argentea scba, società gestrice della nuova A35, sta ricevendo sempre più telefonate di protesta da parte degli utenti. Il motivo? Non sanno dove prendere l’autostrada. I lavori di posa dei cartelli con le nuove indicazioni sono molto in ritardo e l’Argentea spiega che la colpa è di comuni e provincie. L’onere di posa dei cartelli grava infatti sugli enti interessati, ma l’assenza di fondi e alcuni problemi tecnici stanno ritardando fortemente i lavori. Nella Bergamasca si salvano solamente i comuni di Treviglio e Caravaggio. La Brebemi spa e Argentea hanno deciso di accelerare i tempi, ordinando nuovi 100 cartelli che saranno installati a settembre.

 

5 – Pioggia a non finire. Si temono nuovi danni

Coldiretti ha reso noto lunedì 18 agosto il primo calcolo dei danni provocati dal maltempo di Ferragosto (circa 10 milioni di euro), ma si teme che il bilancio possa peggiorare. Dalla nottata tra il 18 e il 19 agosto sta infatti piovendo in maniera incessante su tutto il capoluogo orobico e provincia e protezione civile e vigili del fuoco sono già in all’erta. Al momento non si segnalano nuovi danneggiamenti, ma se la situazione meteorologica non dovesse cambiare il rischio è forte. Dal pomeriggio di mercoledì 20 agosto l’ondata di maltempo dovrebbe attenuarsi, seppur non siano esclusi sporadici rovesci, anche di forte intensità, sulle zone alpine e prealpine. Oramai ci siamo abituati.

 

6 – Muore pensionato di 72 anni a Brusaporto

Un pensionato di 72 anni è morto a Brusaporto, in via Prati, mentre lavorava in un campo di un amico. L’uomo è stato vittima di un malore durante la raccolta di erbacce, intorno alle 9.30. A dare l’allarme la moglie, preoccupata dal mancato rientro a casa del marito. Il personale del 118 ha potuto solamente constatare il decesso.

 

7 – Catellani&Smith per il Natale newyorkese

La prestigiosa azienda di design e illuminazione di Villa di Serio sbarcherà a New York grazie ad un accordo con la Abc Store, società gestrice di negozi esclusivi in America. Per Natale sarà messa in commercio sul mercato statunitense una nuova linea di lampade, ispirate al colore del cielo durante i tramonti autunnali di New York. Un accordo esclusivo, che permetterà alla Catellani&Smith di conquistare un nuovo spazio di mercato nella bellissima Manhattan.

 

18 AGOSTO

 

1 – La casa dei ritiri di Botta di Sedrina accoglie i rifugiati

Accogliendo l’invito di Papa Francesco, il vescovo di Bergamo, monsignor Francesco Beschi, ha aperto all’accoglienza dei rifugiati la casa San Giuseppe finora destinata ai ritiri spirituali a Botta di Sedrina. La Caritas diocesana – afferma un comunicato del segretario generale del vescovo, monsignor Giulio Della Vite – ha predisposto l’accoglienza di un gruppo di 54 profughi “richiedenti asilo”, in accordo con la prefettura. 25 di questi erano ospiti nei giorni scorsi alla Ca’ Matta di Ponteranica, 19 alla Casa del Bosco di Bergamo e 10 alla ex casa delle Angeline a Casazza. Dopo aver sentito il Consiglio episcopale e la comunità religiosa che fino a qualche giorno fa ha vissuto nella casa, il vescovo ha deciso di chiuderla e destinarla all’accoglienza dei rifugiati. La Comunità dei preti si trasferisce a Zogno nei locali della “Opera pia Mons. Speranza” e si inserirà nella realtà parrocchiale e nella futura unità pastorale

 

2 – Coldiretti fa un primo bilancio: il maltempo ha causato danni all’agricoltura per 10 milioni di euro

Oltre ad albergatori e operatori turistici, chi più sta pagando per il brutto tempo di questa pazza estate è l’agricoltura. Coldiretti Bergamo ha reso noto lunedì 18 agosto che i danni fino ad ora accumulati ammontano a circa 10 milioni di euro: una vera mazzata. Tra nubifragi e grandinate, l’intero settore agricolo sta pagando le conseguenze di un’estate che è stata tre volte più piovosa della media. I fenomeni di forte intensità hanno ulteriormente accentuato un bilancio non certamente positivo. Tra i comuni più colpiti c’è Pontida, dove si riscontra addirittura un meno 80% nella produzione dell’uva, e Adrara San Martino (meno 50%), martoriata nella giornata di ferragosto da una fortissima grandinata.

 

3 – Quindici giorni e la scaletta della Funicolare sarà riaperta, parole del Comune

Giovedì 14 agosto le forti piogge hanno causato il crollo di uno dei muri di contenimento della scaletta che fiancheggia la Funicolare. Marco Brembilla, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune, ha comunicato che la situazione verrà risolta nel giro di 15 giorni, maltempo permettendo. Il sopralluogo effettuato oggi, il secondo dal crollo, ha confermato che il lavoro sino ad oggi svolto dai tecnici comunali ha reso di scarsa entità i danni e ha permesso, già in mattinata, l’avvio dei lavori di ricostruzione.

 

4 – Paracadutista morto a Ferragosto: rientra la salma, mercoledì forse i funerali

Nella giornata di lunedì 18 agosto è previsto il rientro a Bonate Sopra della salma di Dario Mandragola, il paracadutista di 44 anni morto durante un lancio all’aeroporto di Fano venerdì 15 agosto. La Procura di Fano ha autorizzato lo svolgimento delle esequie poiché il tragico evento è stato causato da un malfunzionamento dei due paracadute dell’uomo e non sono necessarie ulteriori indagini sul corpo del defunto. L’Eco di Bergamo ipotizza che i funerali si terranno mercoledì 20 agosto, ma si attende la comunicazione ufficiale della famiglia.

 

5 – Estate da dimenticare per il turismo (e per il meteo)

Dopo un weekend di pallido sole, già dalla serata odierna le piogge torneranno a far visita al capoluogo orobico e provincia, confermando che l’estate 2014 è stata una stagione meteorologica da dimenticare. A pagarne le conseguenze soprattutto le tante attività commerciali e turistiche: presenze e incassi in ribasso anche del 50%. Giusto Ferragosto ha permesso qualche introito in più, dato che l’instabilità ha fatto rinunciare alla classica grigliata all’aperto a favore di un comodo e caldo tavolo al ristorante. Le previsioni per la seconda metà di agosto non lasciano molte speranze agli albergatori e ai turisti: un ombrello a portata di mano è sempre meglio averlo.

 

6 – Spostati i profughi che erano ospitati alla Ca’ Matta

Dopo gli scontri di venerdì 15 agosto tra gli operatori che stanno assistendo i 24 ragazzi africani ospitati alla Ca’ Matta e i militanti della Lega Nord, è stato deciso dalla prefettura lo spostamento anticipato dei profughi alla Casa San Giuseppe di Botta di Sedrina, inizialmente previsto per il 29 di agosto. Gioiscono i militanti del Carroccio che hanno presidiato la zona con un gazebo. Nella mattinata di lunedì 18 agosto, tre bandiere della Lega sono state poste sulla Ca’ Matta in segno di vittoria.

 

7 – L’ex brigatista Renato Curcio ospite alla serata di chiusura della Festa in Rosso di Torre Boldone. Indignato il sindaco

Il 24 agosto, serata conclusiva della Festa in rosso a Torre Boldone, l’ospite clou sarà Renato Curcio, ex brigatista. Il sindaco Claudio Sessa si dice indignato, paragonando la presenza alla festa di Curcio a quella di Schettino all’Università La Sapienza di Roma che ha scatenato tante critiche. «È difficile immaginare il fondatore delle brigate nei panni di un raffinato docente giuslavorista», ha commentato il primo cittadino, a cui ha ribattuto Maurizio Rovetta, segretario del circolo Prc di Torre Boldone, ricordando come Curcio sia un uomo libero che ha scontato la propria pena. L’ex brigatista parteciperà all’evento come sociologo.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia