Viaggio europeo

Posti fantastici e dove trovarli Berlino, una capitale sorprendente

Posti fantastici e dove trovarli Berlino, una capitale sorprendente
06 Gennaio 2018 ore 09:15
Guide: Lonely PlanetRough GuidesGuardian, Visitberlin.

 

Berlino non è più una città grigia e divisa, confine tra due mondi opposti. Dalla caduta del muro e particolarmente negli ultimi dieci anni, è diventata una capitale giovane, viva e sorprendente. Ospita esempi di architettura contemporanea firmati da Renzo Piano e Norman Foster, installazioni come la cupola di vetro del Reichstag o l’edificio del Jüdisches Museum, oltre ad essere la mecca europea delle start-up, dei murales e dei centri di co-working. Per di più, con la sua isola dei musei ha una delle più grandi collezioni di tesori storici e artistici al mondo.

Arte e memoria. Gli amanti dell’arte antica apprezzeranno la collezione egizia del Neues Museum e dell’Altes Museum, il più vecchio della città, che ospita manufatti di Creta, Micene e delle Cicladi. Imperdibile il Pergamonmuseum, ricco di opere provenienti dalla città di Pergamo, e il Jüdisches Museum, il Museo Ebraico di Berlino. Progettato da Daniel Libeskind nel 2001, contiene fotografie, oggetti e lettere che guidano il visitatore attraverso la storia del popolo ebraico.

 

 

L’edificio è basato sul progetto Between the lines, un’idea sviluppata dal percorso fatto da due linee: una dritta ma interrotta, e una continua, a zigzag, a rappresentare il percorso della storia ebraica. La forma dell’edificio ricorda una stella di Davide, mentre all’interno si trovano facciate attraversate da sottili finestre simili a squarci. L’asse dell’Olocausto conduce a una torre che è stata lasciata vuota, mentre quello dell’esilio porta ad un giardino racchiuso tra 49 colonne, a rappresentare il permanere degli ebrei in Germania nonostante l’Olocausto.

L’Hamburger Bahnhof, invece, è una chicca dell’arte contemporanea, dove capolavori di arte della seconda metà del XX secolo trovano posto in una ex stazione ferroviaria della metà dell’Ottocento. All’interno opere di Andy Warhol, Joseph Beuys, Keith Haring oltre che esposizioni temporanee di rilievo internazionale.

 

Embed from Getty Images

 

I monumenti. Per quanto riguarda i monumenti, da non perdere il Reichstag, la Porta di Brandeburgo e la Nuova Sinagoga. Il Reichstag è l’attuale sede del Parlamento, dalla cui cupola di vetro si gode di una vista spettacolare su tutta la città. Per accedervi bisogna registrarsi qui. La Porta di Brandeburgo, invece, è stata costruita tra il 1788 e il 1791 e rappresenta l’unità della nazione. La Nuova Sinagoga è il luogo di culto ebraico più grande della Germania ed ha una capacità di 3mila persone. Un po’ fuori dal centro, nel quartiere di Charlottemburg, si trova l’omonimo castello, costruito sullo stile della reggia di Versailles, a testimonianza della grandezza della dinastia degli Hohenzollern.

Tra i luoghi cult della città ci sono poi il Giardino Zoologico, reso celebre dal libro Noi, i ragazzi dello Zoo di Berlino, il DDR Museum, che ricostruisce la vita ai tempi del Muro, e il Checkpoint Charlie, punto di passaggio tra Berlino Est e Berlino Ovest negli anni della Guerra Fredda ed oggi museo che documenta la costruzione del muro.

 

La mappa dei mercati. Clicca sull’immagine per ingrandire.

 

Muro e street art. Proprio il muro è il centro della East Side Gallery, un’enorme galleria a cielo aperto fatto sui murales disegnati sui resti del muro.  La street art, del resto, è una caratteristica fondamentale della capitale tedesca: tantissimi i murales sparsi per tutta la città, in particolare a Kreuzberg, uno dei quartieri alternativi dove si trovano anche le opere di artisti di fama internazionale, come il francese Ash  e il bolognese Blu.

I mercati. Nessuna visita a Berlino sarebbe completa senza un salto in uno dei mercati della città. A Friedrichshain ogni domenica si tiene il mercato delle pulci di Boxhagener Platz, una piazza raccolta attorno alla quale si trovano ristoranti e caffè. Altro mercato da visitare è quello che si tiene in settimana a Markthalle Neun, nel quartiere di Kreuzberg. Affollatissimo il giovedì sera, durante lo streetfood Thursday, in settimana vende prodotti slow-food. Di tutt’altro genere è Mauerpark, il più famoso dei mercati berlinesi, dove pare finiscano tutte le bici rubate in città: affollato e caro, si tiene la domenica.

La musica. Oltre a mercati, musei e murales, Berlino è anche la città della musica, come quella tecno della discoteca del Watergate oppure quella dal vivo della zona dell’Oberbaumbrücke: un ponte con due torri di mattoncini rossi dove la sera gli artisti di strada si mettono a suonare.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia