Menu
Cerca
Trent'anni fa il primo fumetto

Tutto sulle Tartarughe Ninja prima di vedere il nuovo film

Tutto sulle Tartarughe Ninja prima di vedere il nuovo film
Eventi 06 Agosto 2014 ore 12:30

Tartarughe Ninja (Teenage Mutant Ninja Turtles) è l’ultimo film sui quattro mutanti che uscirà nelle sale americane venerdì 8 agosto (in Italia bisognerà aspettare il 18 settembre), distribuito dalla Universal. L’opera cinematografica, diretta dal regista sudafricano Jonathan Liebesman, esce a distanza di trent’anni dalla pubblicazione della prima serie a fumetti dedicata alle Tartarughe, datata maggio 1984. La pellicola è il remake del film Tartarughe Ninja alla riscossa del 1990 e segna il reboot, cioè un nuovo inizio della storia, con la totale o parziale riscrittura degli eventi avvenuti nella saga originaria. Al momento, la critica statunitense non ha molto apprezzato il film, anche se c’è molta aspettativa da parte dei fan, sia per le nuove avventure delle quattro tartarughe che per la presenza della bella Megan Fox, che vestirà i panni di April O’Neil, una ragazza amica delle tartarughe e presente nella maggior parte delle serie e nei film già andati in onda.

La prima comparsa ufficiale, a fumetti. La prima comparsa ufficiale delle Tartarughe Ninja fu il 1 Aprile 1984, quando Kevin Eastman e Peter Laird, gli ideatori dei personaggi, presentarono ad una convention di fumetti le loro prime creazioni. I toni delle storie delle prime Tartarughe Ninja erano decisamente diversi da come li conosciamo noi: erano lavori cupi e underground, violenti e pieni di combattimenti. I due avevano fondato, nel 1983, la Mirage Studios, ancora proprietaria dei diritti d’autore della geniale creazione. I fumetti, dalle iniziali 3000 copie, passarono poi a 30mila. Il passo alla creazione dei cartoni animati fu breve.

Gli indimenticabili cartoni animati. I cartoni animati vennero epurati dalla componente di violenza, essendo destinati ad un pubblico di bambini. Le Tartarughe debuttarono in tv nel 1987 e il cartone animato proseguì fino al 1993. Amata dal pubblico e accompagnata da un vivace merchandising dedicato ai bambini. La serie terminò ufficialmente nel 1996. C’è stata una nuova ripresa nel 2003, quando venne prodotta una nuova serie animata, fedelmente ispirata alla prima serie di fumetti e piuttosto stimata dagli appassionati, soprattutto per la collaborazione di Peter Laird nella stesura della trama. Ha ottenuto un successo discreto negli Stati Uniti e ha avuto riscontri abbastanza sufficienti in Italia, dove è approdata due anni più tardi con il titolo di Tartarughe Ninja.

 

tartarughe

 

Chi sono i quattro fratelli tartarughe (a ciascuno un colore e un’arma).

  1. Leonardo: leader delle tartarughe mutanti, è un abile guerriero che ha fatto del bushido (il codice di vita dei Samurai) la sua guida spirituale. È molto responsabile, e anche nelle situazioni più estreme riesce a guidare con coraggio i suoi tre fratelli. Indossa una maschera blu e combatte abilmente utilizzando due ninjato (lama dritta non superiore ai 60 centimetri).
  2. Raffaello: è la testa calda del gruppo, un guerriero esperto nella pratica e molto determinato, ma incapace di gestire i propri impulsi. Ciò lo ha irrimediabilmente segnato, facendo conferire il ruolo di capo squadra a Leonardo. Porta una maschera color rosso ed è abile nell’utilizzo dei pugnali sai.
  3. Donatello: si occupa del settore tecnologico, progettando e costruendo sofisticata artiglieria bellica. È un valido guerriero, spesso capace di alternare arti marziali ad ingegnosi stratagemmi. Donatello indossa una maschera viola e combatte con l’uso del bastone bō.
  4. Michelangelo: membro ironico del gruppo, coglie qualsiasi occasione per sdrammatizzare i combattimenti con battute scherzose. Ha un’ampia conoscenza del ninjutsu (metodi di spionaggio e strategia) ed è molto abile con i nunchaku (due corti bastoni uniti mediante una breve catena o corda). Anche se un po’ pigro, all’occorrenza sa essere eroico. Indossa una maschera arancione, è un ottimo cuoco, cantante, ballerino. E ama la pizza.

Gli altri film dedicati alle Tartarughe.

  • Tartarughe Ninja alla riscossa: Primo film delle quattro tartarughe, girato dal vivo con attori in costume. Diretto da Steve Barron e uscito negli Stati Uniti nel marzo 1990, ha ottenuto un grande successo grazie anche alla popolarità fornita dalla prima serie animata.
  • Tartarughe Ninja II – Il segreto di Ooze: uscito solo un anno dopo il primo, il secondo film narra il ritorno di Shredder, evento portante dei fumetti, e la scoperta delle origini da parte dei quattro fratelli. Questa seconda pellicola non ha quasi nessuna analogia con gli eventi del fumetto, lo stile tetro permane, ma inizia a essere permeato dal genere comico della prima serie animata che, nel 1991, era nel periodo di maggior successo mondiale.
  • Tartarughe Ninja III: Con il terzo film del 1993 la saga cinematografica si allontana completamente dal fumetto, assumendo quasi per intero le caratteristiche allegre dei cartoni animati in voga in quel periodo.
  • TMNT: è un film d’animazione del 2007, diretto da Kevin Munroe. All’inizio il film doveva essere il seguito della trilogia cinematografica originale. In seguito il co-creatore Peter Laird ha dichiarato che il film sarebbe stato ambientato in un altro universo parallelo rispetto alla vecchia trilogia.
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli