Il programma

Torna PrendiNota, la rassegna che rende la cultura un momento da condividere

La kermesse organizzata dal Polo Civico di Redona raccoglie tutte le forme dell’arte, dal teatro alla poesia, dalla musica alla pittura, dal canto fino alla moda. Ecco tutte le informazioni

Torna PrendiNota, la rassegna che rende la cultura un momento da condividere
Bergamo, 13 Gennaio 2020 ore 10:41

Si parte martedì 14 gennaio con il primo appuntamento della rassegna “PrendiNota”, organizzata dal Polo Civico di Redona e giunta alla sua quinta edizione. Una rassegna che raccoglie tutte le forme dell’arte, dal teatro alla poesia, dalla musica alla pittura, dal canto fino alla moda.

Qualcuno potrebbe pensare, sfogliando il programma, che siano argomenti un po’ “di nicchia”. Vedasi le due serate di avvicinamento alla lirica, l’appuntamento con l’astrofisico Luca Perri, la presentazione dell’opera di Chagall accompagnata da canti yiddish e l’incontro con il direttore dell’Orto Botanico Gabriele Rinaldi interrotto da improvvise incursioni jazz. Eppure sono iniziative alla portata di tutti, dove temi importanti vengono presentati in forma leggera e coinvolgente. Sono pillole di cultura, diffuse nelle periferie e nei quartieri. Le iniziative si terranno al Cineteatro Qoelet di Redona, al Teatro Sant’Andrea di via Porta Dipinta, alla Basilica di San Martino di Alzano e allo spazio Cento4.

Ma da dove nasce l’idea di un’iniziativa culturale così variegata? «Siamo un gruppo di quattro persone – spiega Laura Tassetti – io, Niccolò Carretta, Fernanda Ghirardini e Filippo Oggionni. Due di noi sono giovani, gli altri due meno giovani. Ed è proprio questo il bello, perché le nostre diverse età ed esperienze ci portano ad avere una visione completa, è la garanzia di realizzare un buon lavoro. Noi facciamo così: durante l’anno partecipiamo a iniziative, serate e incontri e poi ci confrontiamo tra noi per decidere quali valgono la pena di essere inserite in rassegna».

8 foto Sfoglia la gallery

«Siamo partiti nel 2015 con la prima edizione della rassegna – continua Laura – e da subito abbiamo ottenuto un buon riscontro. Tanti gli abbonati ma anche chi partecipa alle singole serate, secondo i propri interessi e gusti. E la cosa bella è che chi ha comprato il biglietto, poi è venuto davvero alla rassegna, non se n’è dimenticato! Abbiamo fatto breccia. Siamo un faro che risplende nelle serate culturali dei bergamaschi».

Tra le tante iniziative che hanno trascinato i partecipanti alle edizioni delle rassegne, quella che ha avuto maggior successo è “Senza Paura”, reading teatrale tenutosi lo scorso anno che trattava la violenza di genere e in particolare quella contro le donne. Lo spettacolo è stato anticipato da un corteo in via Corridoni, con il coinvolgimento di altre tredici associazioni e di un gran numero di partecipanti.

PROGRAMMA RASSEGNA PRENDINOTA 2020:

– Martedì 14 gennaio, ore 20.45 Cineteatro Qoelet Redona. “Carmen” di G. Bizet, a cura di Rita Redaelli.

– Sabato 25 gennaio, ore 20.45 Cineteatro Qoelet Redona. “IgNobel”: l’utilità dell’inutilità scientifica. A cura dell’astrofisico e divulgatore scientifico Luca Perri.

– Martedì 11 febbraio, ore 20.45 Teatro S. Andrea, via Porta Dipinta 37, Bergamo. Marc Chagall: i colori, i suoni, le storie. Melodie e canti yddish con Marco Lorenzi (viola), Oliviero Biella (chitarra e voce). A cura dell’antropologo Don Giovanni Gusmini.

– Sabato 29 febbraio, ore 20.45 Cineteatro Qoelet Redona.”Antropocene”, a cura del direttore dell’orto botanico Gabriele Rinaldi. Incursioni jazz del gruppo Sj Quartet.

– ***Riservato agli abbonati*** sabato 14 marzo, ore 15 Basilica di S. Martino, Alzano Lombardo. Le Sagrestie del Fantoni. Visita guidata con Osvaldo Roncelli.

– ***Riservato agli abbonati*** sabato 21 marzo, ore 15 Basilica di S. Martino, Alzano Lombardo. Le Sagrestie del Fantoni. Visita guidata con Osvaldo Roncelli.

– Martedì 31 marzo, ore 20.45 Cineteatro Qoelet Redona. “Il Trovatore”, di G. Verdi, a cura di Rita Redaelli.

– Sabato 18 aprile, ore 20.45 Spazio 104, via Borgo Palazzo 104 L, “Forme che ti vestono” di Paola Trinzoni Albini con Leonardo Gatti (violoncello), Malika Abed (voce narrante). Testi da “Una stanza tutta per sé” di Virginia Woolf.

Costo abbonamento: 25 euro
Abbonamento under 26: 15 euro
Ingresso singolo: 5 euro

Le date degli incontri possono subire variazioni. Per gli abbonati è previsto un ingresso ridotto alle rassegne del Cineteatro Qoelet di Redona. L’abbonamento è cedibile.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia